Coppa Italia. Ischia ko in casa contro l’Andria

0

Esordio casalingo con sconfitta non del tutto immeritata per la nuova Ischia targata Rapullino-Bitetto (2-3) in Coppa Italia. Per ben due volte in vantaggio gli isolani si fanno sistematicamente rimontare e poi superare nel finale dai pugliesi (tripletta di Grandolfo) nella gara allo stadio Mazzella. A portare quasi subito in vantaggio i padroni di casa è Moracci. Ma la gioia dei padroni di casa dura assai poco. Ci pensa infatti Grandolfo a riportare quasi subito il match in parità, approfittando di un rapido capovolgimento di fronte. Nella ripresa il tecnico Bitetto schiera in campo Bacio Terracino al posto di Izzillo. A mettere a segno la rete del nuovo vantaggio per l’Ischia è Fall. Nonostante il caldo e la fatica, i pugliesi però non ci stanno e si riportano in attacco. Il gol del 2-2 porta ancora una volta la firma del centravanti Grandolfo, che si ripete sul finale siglando anche la rete della vittoria. A fine gara l’analisi del presidente Rapullino: «Non sono preoccupato per la sconfitta all’esordio in casa. La partita è servita piuttosto come test di assemblaggio di una squadra che abbiamo rivoluzionato per dieci undicesimi. I carichi di lavoro per ogni singolo giocatore nelle ultime settimane hanno inciso». (Massimo Zivelli – Il Mattino)

Esordio casalingo con sconfitta non del tutto immeritata per la nuova Ischia targata Rapullino-Bitetto (2-3) in Coppa Italia. Per ben due volte in vantaggio gli isolani si fanno sistematicamente rimontare e poi superare nel finale dai pugliesi (tripletta di Grandolfo) nella gara allo stadio Mazzella. A portare quasi subito in vantaggio i padroni di casa è Moracci. Ma la gioia dei padroni di casa dura assai poco. Ci pensa infatti Grandolfo a riportare quasi subito il match in parità, approfittando di un rapido capovolgimento di fronte. Nella ripresa il tecnico Bitetto schiera in campo Bacio Terracino al posto di Izzillo. A mettere a segno la rete del nuovo vantaggio per l’Ischia è Fall. Nonostante il caldo e la fatica, i pugliesi però non ci stanno e si riportano in attacco. Il gol del 2-2 porta ancora una volta la firma del centravanti Grandolfo, che si ripete sul finale siglando anche la rete della vittoria. A fine gara l’analisi del presidente Rapullino: «Non sono preoccupato per la sconfitta all’esordio in casa. La partita è servita piuttosto come test di assemblaggio di una squadra che abbiamo rivoluzionato per dieci undicesimi. I carichi di lavoro per ogni singolo giocatore nelle ultime settimane hanno inciso». (Massimo Zivelli – Il Mattino)