Mysterious di Irma Saracino sbarca a Positano venerdi 28 agosto – continua la rassegna Serate d’autore

0

Venerdì 28 agosto presso la terrazza della Biblioteca Comunale di Positano alle ore 20.30 per l’importante rassegna letteraria “Serate d’autore”  dell’associazione Posidonia, media partner Positanonews, ci sarà l’atteso incontro con l’autrice del libro “Mysterious”, la tarantina Irma Saracino. Presenta l’evento Carlo Alfaro, modera Maria Rosaria Manzini, del direttivo Posidonia. Sono 16 i racconti che formano l’intero mosaico di “Misterious”, indipendenti l’uno dall’altro ma tutti uniti da un comune denominatore, “una forza invasiva cauta ma irrefrenabile che sa tanto di mistero”, come l’ha definita il critico letterario Carmela Amati. Storie accattivanti, intense, che suscitano interesse, emozione, riflessione, grazie anche all’abilità tecnica dell’autrice, che, dice sempre la Amati, “narra con il gusto della parola scritta, la fa avanzare leggera pur esprimendo la drammaticità di storie di fantasia ma che prendono l’avvio da avvenimenti reali letti o ascoltati, la cui certezza razionale si altera nella affabulazione di elementi che la trascendono e creano una sorta di mistica del mistero che permea l’intera raccolta”. Difficile etichettare questo testo in un genere, “fantasy”, “thriller”,”suspance”, “mistery”, “noir”: certamente si apprezza, oltre al “mestiere” di scrittrice di razza dell’autrice, il suo studio approfondito di materie misteriose come coma e pre-morte, UFO, paranormale, psicologia clinica. “Mysterious” di Irma Saracino indaga oltre il limite della spiegazione razionale, per arrivare alla vita segreta delle cose e della mente. Commenta ancora la Amato: “Le scritture di Irma parlano il linguaggio enigmatico del mistero, del paranormale, dell’inspiegabile, della soglia del limite tra realtà rappresentata e realtà che va oltre. Non cedono alla tendenza dell’”horror”; la voglia di mettere nero su bianco procede agevole e spedita nel susseguirsi di episodi narranti il cui epilogo è come l’aspirazione ad un’etica del bene nel paradigma del mistero. I protagonisti delle storie, infatti, vengono spesso affiancati e accompagnati o meglio guidati da personaggi il cui ruolo è spesso un indicatore di senso rivolto al Bene che conduce e ispira nella giungla delle strade della vita e della morte. L’autrice sa bene che la parola mistero ha il fascino dell’incomprensibile e dell’ultraterreno, del simbolo, un dato oscuro potenzialmente accessibile solo a chi riconosca gli elementi in ordine alla natura, all’origine, agli effetti”. Affascinante e di vasta cultura, una bellezza senza età, laureata in Lettere Classiche, la scrittrice ha partecipato a numerosi concorsi letterari, anche nazionali, che l’hanno vista protagonista ed insignita di molteplici riconoscimenti. Svolge, inoltre, attività di critico d’arte e letterario e ha tenuto numerose “lectio magistralis” sui più svariati argomenti. La rassegna “Serate d’Autore” dell’Associazione Posidonia anche quest’estate porta a Positano il meglio della produzione letteraria nazionale, conferendo alle presentazioni quel tocco di internazionalità che solo una piazza come la famosa cittadina della Costiera amalfitana può conferire. La manifestazione, ideata e curata dall’architetto Maria Rosaria Manzini, responsabile della sezione editoriale del marchio Positanonews, rappresenta la vetrina letteraria più importante di Positano, appuntamento culturale di riferimento oramai imprenscindibile di residenti e villeggianti della famosa località turistica. “Sono felice di presentare al pubblico di Positano questa grande scrittrice che già più volte ho avuto l’onore di presentare nei miei salotti letterari sorrentini”, commenta Carlo Alfaro, noto paladino della cultura in Penisola sorrentina.

Venerdì 28 agosto presso la terrazza della Biblioteca Comunale di Positano alle ore 20.30 per l’importante rassegna letteraria "Serate d'autore"  dell'associazione Posidonia, media partner Positanonews, ci sarà l’atteso incontro con l’autrice del libro “Mysterious”, la tarantina Irma Saracino. Presenta l'evento Carlo Alfaro, modera Maria Rosaria Manzini, del direttivo Posidonia. Sono 16 i racconti che formano l’intero mosaico di “Misterious”, indipendenti l’uno dall’altro ma tutti uniti da un comune denominatore, “una forza invasiva cauta ma irrefrenabile che sa tanto di mistero”, come l’ha definita il critico letterario Carmela Amati. Storie accattivanti, intense, che suscitano interesse, emozione, riflessione, grazie anche all’abilità tecnica dell’autrice, che, dice sempre la Amati, “narra con il gusto della parola scritta, la fa avanzare leggera pur esprimendo la drammaticità di storie di fantasia ma che prendono l’avvio da avvenimenti reali letti o ascoltati, la cui certezza razionale si altera nella affabulazione di elementi che la trascendono e creano una sorta di mistica del mistero che permea l’intera raccolta”. Difficile etichettare questo testo in un genere, “fantasy”, “thriller”,”suspance”, “mistery”, “noir”: certamente si apprezza, oltre al “mestiere” di scrittrice di razza dell’autrice, il suo studio approfondito di materie misteriose come coma e pre-morte, UFO, paranormale, psicologia clinica. “Mysterious” di Irma Saracino indaga oltre il limite della spiegazione razionale, per arrivare alla vita segreta delle cose e della mente. Commenta ancora la Amato: “Le scritture di Irma parlano il linguaggio enigmatico del mistero, del paranormale, dell’inspiegabile, della soglia del limite tra realtà rappresentata e realtà che va oltre. Non cedono alla tendenza dell’”horror”; la voglia di mettere nero su bianco procede agevole e spedita nel susseguirsi di episodi narranti il cui epilogo è come l’aspirazione ad un’etica del bene nel paradigma del mistero. I protagonisti delle storie, infatti, vengono spesso affiancati e accompagnati o meglio guidati da personaggi il cui ruolo è spesso un indicatore di senso rivolto al Bene che conduce e ispira nella giungla delle strade della vita e della morte. L’autrice sa bene che la parola mistero ha il fascino dell’incomprensibile e dell’ultraterreno, del simbolo, un dato oscuro potenzialmente accessibile solo a chi riconosca gli elementi in ordine alla natura, all’origine, agli effetti”. Affascinante e di vasta cultura, una bellezza senza età, laureata in Lettere Classiche, la scrittrice ha partecipato a numerosi concorsi letterari, anche nazionali, che l'hanno vista protagonista ed insignita di molteplici riconoscimenti. Svolge, inoltre, attività di critico d'arte e letterario e ha tenuto numerose “lectio magistralis” sui più svariati argomenti. La rassegna "Serate d'Autore" dell'Associazione Posidonia anche quest'estate porta a Positano il meglio della produzione letteraria nazionale, conferendo alle presentazioni quel tocco di internazionalità che solo una piazza come la famosa cittadina della Costiera amalfitana può conferire. La manifestazione, ideata e curata dall'architetto Maria Rosaria Manzini, responsabile della sezione editoriale del marchio Positanonews, rappresenta la vetrina letteraria più importante di Positano, appuntamento culturale di riferimento oramai imprenscindibile di residenti e villeggianti della famosa località turistica. “Sono felice di presentare al pubblico di Positano questa grande scrittrice che già più volte ho avuto l’onore di presentare nei miei salotti letterari sorrentini”, commenta Carlo Alfaro, noto paladino della cultura in Penisola sorrentina.