A Sant’Agata sui due golfi la XV Edizione del Premio Salvatore Di Giacomo.

0

Il Premio Salvatore Di Giacomo taglia il nastro della XV edizione.

La manifestazione, ideata, curata ed organizzata dalla Pro Loco “Due golfi” di Sant’Agata sui due golfi, per iniziativa di Donato Iaccarino, vuole ricordare il grande poeta napoletano che frequentò per alcuni decenni l’amena frazione collinare del comune di Massa Lubrense.
Qui, ospite abituale dell’albergo Iaccarino, amava trascorrere lunghi periodi per godere dell’aria fine e gustare la cucina di Don Alfonso, nonno dell’attuale patron del “Don Alfonso 1890”.
Salvatore Di Giacomo ha lasciato un vivo ricordo negli anziani del posto che a loro volta ne hanno lasciato memoria nelle giovani generazioni, suscitando in essi impressioni nostalgiche per la statura umana e culturale di “Don Salvatore”, come era salutato con affetto e rispetto dagli abitanti del posto, coi quali si intratteneva piacevolmente.
Con questo spirito prende il via la XV edizione dell’evento culturale tra i più attesi in tutta la Penisola ed oltre. Notevoli gli sforzi organizzativi ed economici della Pro Loco “Due golfi”, presieduta da Giovanni Esposito, che anche quest’anno ha predisposto un calendario ricco di appuntamenti, tra escursioni guidate, incontri letterari, mostre ed il tradizionale concerto con orchestra, coro e solisti diretti dal Maestro Leonardo Quadrini: momento centrale è la suggestiva cerimonia di premiazione.
Premio simbolico, bassorilievo in ceramica realizzato dall’artista Raffaele Mellino, ma denso di significato, poichè dedicato a Salvatore Di Giacomo: ambasciatore in Italia e nel Mondo della Cultura Partenopea.
La commissione, presieduta dall’avv. Nino Cuomo, per questa storica edizione ha indicato due nomi di rilievo: Candida Morvillo e, per la prima volta un gruppo musicale, la Nuova Compagnia di Canto Popolare.
Candida Morvillo, giornalista e scrittrice, è nata a Sorrento ma con radici massesi, essendo papà Mario originario di Massa Lubrense. Candida ha iniziato la carriera giornalistica in Penisola per poi trasferirsi a Milano, dove la sua penna si è imposta con successo. Prima come redattrice in diverse testate e quindi condirettore del settimanale Visto e successivamente direttore di Novella 2000; attualmente cura una rubrica del settimanale Io Donna. Opinionista in diverse trasmissioni televisive, ha pubblicato il saggio “La Repubblica delle veline” ed ha firmato il suo primo romanzo “Le stelle non sono lontane”. Ultimamente, dopo assidue ricerche e uno scoop giornalistico, ha pubblicato in collaborazione con Bruno Vespa il volume “La signora dei segreti”, la vita di Maria Angiolillo.
La Nuova Compagnia di Canto Popolare, gruppo storico della tradizione musicale partenopea, nasce alla fine degli anni sessanta per iniziativa dei musicisti napoletani Eugenio Bennato, Carlo D’Angiò, Roberto De Simone e Giovanni Mauriello ai quali si unirono Peppe Barra, Patrizio Trampetti, Fausta Vetere e Nunzio Areni. Del gruppo iniziale rimangono solamente Fausta Vetere, Corrado Sfogli (aggiuntosi nel 1976) e Giovanni Mauriello.
Da allora la NCCP ha ripetutamente partecipato a tutti i più importanti festival d’Europa e d’oltreoceano, alternando l’attività musicale a quella teatrale; diverse le incisioni discografiche.
Fausta Vetere, voce solista del gruppo, e Corrado Sfogli, unitamente a Candida Morvillo, saranno presenti alla cerimonia di premiazione della XV edizione del Premio. Personalità di assoluto rilievo del giornalismo e della tradizione musicale napoletana, perfettamente in linea con la poliedrica attività di Salvatore Di Giacomo.Il Premio Salvatore Di Giacomo taglia il nastro della XV edizione.

La manifestazione, ideata, curata ed organizzata dalla Pro Loco “Due golfi” di Sant’Agata sui due golfi, per iniziativa di Donato Iaccarino, vuole ricordare il grande poeta napoletano che frequentò per alcuni decenni l’amena frazione collinare del comune di Massa Lubrense.
Qui, ospite abituale dell’albergo Iaccarino, amava trascorrere lunghi periodi per godere dell’aria fine e gustare la cucina di Don Alfonso, nonno dell’attuale patron del “Don Alfonso 1890”.
Salvatore Di Giacomo ha lasciato un vivo ricordo negli anziani del posto che a loro volta ne hanno lasciato memoria nelle giovani generazioni, suscitando in essi impressioni nostalgiche per la statura umana e culturale di “Don Salvatore”, come era salutato con affetto e rispetto dagli abitanti del posto, coi quali si intratteneva piacevolmente.
Con questo spirito prende il via la XV edizione dell’evento culturale tra i più attesi in tutta la Penisola ed oltre. Notevoli gli sforzi organizzativi ed economici della Pro Loco “Due golfi”, presieduta da Giovanni Esposito, che anche quest’anno ha predisposto un calendario ricco di appuntamenti, tra escursioni guidate, incontri letterari, mostre ed il tradizionale concerto con orchestra, coro e solisti diretti dal Maestro Leonardo Quadrini: momento centrale è la suggestiva cerimonia di premiazione.
Premio simbolico, bassorilievo in ceramica realizzato dall’artista Raffaele Mellino, ma denso di significato, poichè dedicato a Salvatore Di Giacomo: ambasciatore in Italia e nel Mondo della Cultura Partenopea.
La commissione, presieduta dall’avv. Nino Cuomo, per questa storica edizione ha indicato due nomi di rilievo: Candida Morvillo e, per la prima volta un gruppo musicale, la Nuova Compagnia di Canto Popolare.
Candida Morvillo, giornalista e scrittrice, è nata a Sorrento ma con radici massesi, essendo papà Mario originario di Massa Lubrense. Candida ha iniziato la carriera giornalistica in Penisola per poi trasferirsi a Milano, dove la sua penna si è imposta con successo. Prima come redattrice in diverse testate e quindi condirettore del settimanale Visto e successivamente direttore di Novella 2000; attualmente cura una rubrica del settimanale Io Donna. Opinionista in diverse trasmissioni televisive, ha pubblicato il saggio “La Repubblica delle veline” ed ha firmato il suo primo romanzo “Le stelle non sono lontane”. Ultimamente, dopo assidue ricerche e uno scoop giornalistico, ha pubblicato in collaborazione con Bruno Vespa il volume “La signora dei segreti”, la vita di Maria Angiolillo.
La Nuova Compagnia di Canto Popolare, gruppo storico della tradizione musicale partenopea, nasce alla fine degli anni sessanta per iniziativa dei musicisti napoletani Eugenio Bennato, Carlo D’Angiò, Roberto De Simone e Giovanni Mauriello ai quali si unirono Peppe Barra, Patrizio Trampetti, Fausta Vetere e Nunzio Areni. Del gruppo iniziale rimangono solamente Fausta Vetere, Corrado Sfogli (aggiuntosi nel 1976) e Giovanni Mauriello.
Da allora la NCCP ha ripetutamente partecipato a tutti i più importanti festival d’Europa e d’oltreoceano, alternando l’attività musicale a quella teatrale; diverse le incisioni discografiche.
Fausta Vetere, voce solista del gruppo, e Corrado Sfogli, unitamente a Candida Morvillo, saranno presenti alla cerimonia di premiazione della XV edizione del Premio. Personalità di assoluto rilievo del giornalismo e della tradizione musicale napoletana, perfettamente in linea con la poliedrica attività di Salvatore Di Giacomo.