Torre del Greco. Cercasi giardiniere: al Comune arrivano poche domande valide. Scadenza prorogata al 10 settembre

0

Torre del Greco. Giardinieri di quartiere addetti alla pulizia di parchi pubblici e monumenti ed altri operatori socialmente utili: arrivano poche domande valide e il Comune proroga la scadenza del bando. Riaperti i termini fino al 10 settembre per presentare la domanda di disponibilità a prestazioni lavorative occasionali. Una possibilità che, sebbene allettante con l’offerta di 10 euro lorde all’ora, non ha raccolto molti consensi. I requisiti per la partecipazione prevedono un basso reddito Isee relativo all’anno 2013, non beneficiare di disoccupazione e ammortizzatori sociali nel 2015, e assenza di carichi penali pendenti. Si ricercano addetti ai lavori di giardinaggio; manutenzione di edifici, strade, parchi e monumenti; ai lavori in occasione di manifestazioni sportive, culturali, caritatevoli; ai lavori di emergenza; alle attività lavorative aventi scopi di solidarietà sociale. Tuttavia il numero delle domande pervenute al Municipio ha deluso di molto le aspettative nonostante il periodo di crisi e la costante ricerca di lavoro e non si può non pensare al fenomeno del rifiuto di lavori umili o di manovalanza che si sta diffondendo nel nostro paese. «Il Comune di Torre del Greco – ha detto il sindaco Ciro Borriello – è stato tra i primi ad aderire a questa iniziativa, promossa dalla Regione per dare una nuova opportunità di impiego ai giovani disoccupati che siano stati percettori di indennità di cassa integrazione tra il 2012 e il 2014. La riapertura si è resa necessaria perché alla resa dei conti ci siamo accorti che pochi erano i soggetti in possesso dei requisiti previsti. Da qui l’idea di riaprire i termini, fermo restando le domande già pervenute, per dare un’opportunità in più a chi magari è in possesso dei requisiti richiesti ma magari non era ancora al corrente di questa iniziativa». (Francesca Mari – Il Mattino) 

Torre del Greco. Giardinieri di quartiere addetti alla pulizia di parchi pubblici e monumenti ed altri operatori socialmente utili: arrivano poche domande valide e il Comune proroga la scadenza del bando. Riaperti i termini fino al 10 settembre per presentare la domanda di disponibilità a prestazioni lavorative occasionali. Una possibilità che, sebbene allettante con l’offerta di 10 euro lorde all’ora, non ha raccolto molti consensi. I requisiti per la partecipazione prevedono un basso reddito Isee relativo all’anno 2013, non beneficiare di disoccupazione e ammortizzatori sociali nel 2015, e assenza di carichi penali pendenti. Si ricercano addetti ai lavori di giardinaggio; manutenzione di edifici, strade, parchi e monumenti; ai lavori in occasione di manifestazioni sportive, culturali, caritatevoli; ai lavori di emergenza; alle attività lavorative aventi scopi di solidarietà sociale. Tuttavia il numero delle domande pervenute al Municipio ha deluso di molto le aspettative nonostante il periodo di crisi e la costante ricerca di lavoro e non si può non pensare al fenomeno del rifiuto di lavori umili o di manovalanza che si sta diffondendo nel nostro paese. «Il Comune di Torre del Greco – ha detto il sindaco Ciro Borriello – è stato tra i primi ad aderire a questa iniziativa, promossa dalla Regione per dare una nuova opportunità di impiego ai giovani disoccupati che siano stati percettori di indennità di cassa integrazione tra il 2012 e il 2014. La riapertura si è resa necessaria perché alla resa dei conti ci siamo accorti che pochi erano i soggetti in possesso dei requisiti previsti. Da qui l’idea di riaprire i termini, fermo restando le domande già pervenute, per dare un’opportunità in più a chi magari è in possesso dei requisiti richiesti ma magari non era ancora al corrente di questa iniziativa». (Francesca Mari – Il Mattino) 

Lascia una risposta