FC Sorrento, passeggia con l’Equipe Campania

0

Buon test amichevole ma probante fino ad un certo punto

 

Sorrento – La prima uscita stagionale del FC Sorrento termina con un risultato ultra tennistico nell’amichevole contro l’Equipe Campania 10-2.

Una gara che certo da un lato ha fatto vedere che l’organico costiero di che pasta è fatto e come si è mosso in campo, avendo la giusta ‘cazzimma’ che si deve avere quando si giocherà in campionato, ma da un altro la si può giudicare fino ad un certo punto contro un avversario alquanto spuntato.

Un test che arriva dopo dieci giorni di allenamenti al Campo Italia, dopo una prima settimana fatta di un lavoro pesante e dopo una seconda fatta di un lavoro di scarico, in cui i calciatori hanno messo minuti nelle gambe ed ha mettere in pratica i movimenti tattici e gli schemi.

Gara nella quale mister Turi ha saggiato le varie doti sia dei veterani come Vitale, Scarpa, Maisto, Temponi e Fragiello, e quelle dei giovani come De Gregorio, Raganati, De Maio ed Ercolano, solo per citare dei nomi. È stata un’amichevole in cui i vari veterani si sono messi in luce non solo per le loro doti di realizzatori, ma anche di assist man per i compagni, ma quello che in dei momenti hanno messo in atto, e lo ripetiamo, è quella cosiddetta ‘cazzimma’ che si deve avere in uno scorbutico campionato di Eccellenza, per arrivare in alto. Per il resto tutti si sono mossi bene, specie i giovani che voglio mettersi in luce per un posto al sole, anche se bisogna ancora definire qualche rifinitura e qualche movimento, con tanto sudore ancora da scendere.

Sulla squadra ospite ben rinforzata dall’ex Pezzella, dai veterani Mallardo ed Artiaco, ha fatto quel che poteva, ma nella prima frazione ha resistito per soli nove primi, dopo di che ha dovuto cedere prendendo ben dieci reti e segnandone due.

Per la cronaca le realizzazioni sono state: FC Sorrento – 3 Scarpa, 2 Vitale, 2 Fragiello, Gargiulo, De Rosa, Maisto; Equipe Campania – Liccardi e Mallardo.

Mentre queste sono le formazioni scese in campo:

F.C. SORRENTO pt (4-3-3): Russo; Micallo, Arpino, Scognamiglio, De Gregorio (Verdone); De Rosa, Esposito, Temponi; Gargiulo, Vitale, Scarpa.
F.C. SORRENTO st (4-3-3): Napolitano; Fiore, Arpino (Raganati), Di Donna, Verdone (Carminetti); Esposito (Vanacore), Serrapica, Maisto; Fragiello, Scarpa, Vitale F (Marino).

Allen: Mario Turi

A.I.C. EQUIPE CAMPANIA (3-4-3): D’Agostino; Savarese, Follera, Pezzella (Esposito A); Artiaco, Mauriello, Vitale L, Sorianello; Liccardi, Mallardo, Maione.

Allen: Antonio Trovato.

Arbitro: Amato di Castellammare di Stabia.

A fine gara mister Turi è soddisfatto ma c’è ancora molto da lavorare: “Ci sono delle importanti indicazioni dopo questi dieci  giorni di intenso lavoro, ma  è logico che ci aspetta ancora tanto sudore prima di poter effettuare delle consistenti valutazioni”.

In questa partita “la squadra ha iniziato a mettere dei minuti nelle gambe e ad assimilare i movimenti e gli schemi. Comunque mi posso ritenere  soddisfatto ma da questi ragazzi pretendo sempre il massimo in ogni partita, anche in una semplice sgambatura prestagionale”.

 

                                         Galleria fotografica di Rosario Criscuolo

   

   

   

   

   

   

 

 

GIUSEPPE SPASIANO

Buon test amichevole ma probante fino ad un certo punto

 

Sorrento – La prima uscita stagionale del FC Sorrento termina con un risultato ultra tennistico nell’amichevole contro l’Equipe Campania 10-2.

Una gara che certo da un lato ha fatto vedere che l’organico costiero di che pasta è fatto e come si è mosso in campo, avendo la giusta ‘cazzimma’ che si deve avere quando si giocherà in campionato, ma da un altro la si può giudicare fino ad un certo punto contro un avversario alquanto spuntato.

Un test che arriva dopo dieci giorni di allenamenti al Campo Italia, dopo una prima settimana fatta di un lavoro pesante e dopo una seconda fatta di un lavoro di scarico, in cui i calciatori hanno messo minuti nelle gambe ed ha mettere in pratica i movimenti tattici e gli schemi.

Gara nella quale mister Turi ha saggiato le varie doti sia dei veterani come Vitale, Scarpa, Maisto, Temponi e Fragiello, e quelle dei giovani come De Gregorio, Raganati, De Maio ed Ercolano, solo per citare dei nomi. È stata un’amichevole in cui i vari veterani si sono messi in luce non solo per le loro doti di realizzatori, ma anche di assist man per i compagni, ma quello che in dei momenti hanno messo in atto, e lo ripetiamo, è quella cosiddetta ‘cazzimma’ che si deve avere in uno scorbutico campionato di Eccellenza, per arrivare in alto. Per il resto tutti si sono mossi bene, specie i giovani che voglio mettersi in luce per un posto al sole, anche se bisogna ancora definire qualche rifinitura e qualche movimento, con tanto sudore ancora da scendere.

Sulla squadra ospite ben rinforzata dall’ex Pezzella, dai veterani Mallardo ed Artiaco, ha fatto quel che poteva, ma nella prima frazione ha resistito per soli nove primi, dopo di che ha dovuto cedere prendendo ben dieci reti e segnandone due.

Per la cronaca le realizzazioni sono state: FC Sorrento – 3 Scarpa, 2 Vitale, 2 Fragiello, Gargiulo, De Rosa, Maisto; Equipe Campania – Liccardi e Mallardo.

Mentre queste sono le formazioni scese in campo:

F.C. SORRENTO pt (4-3-3): Russo; Micallo, Arpino, Scognamiglio, De Gregorio (Verdone); De Rosa, Esposito, Temponi; Gargiulo, Vitale, Scarpa.
F.C. SORRENTO st (4-3-3): Napolitano; Fiore, Arpino (Raganati), Di Donna, Verdone (Carminetti); Esposito (Vanacore), Serrapica, Maisto; Fragiello, Scarpa, Vitale F (Marino).

Allen: Mario Turi

A.I.C. EQUIPE CAMPANIA (3-4-3): D'Agostino; Savarese, Follera, Pezzella (Esposito A); Artiaco, Mauriello, Vitale L, Sorianello; Liccardi, Mallardo, Maione.

Allen: Antonio Trovato.

Arbitro: Amato di Castellammare di Stabia.

A fine gara mister Turi è soddisfatto ma c’è ancora molto da lavorare: "Ci sono delle importanti indicazioni dopo questi dieci  giorni di intenso lavoro, ma  è logico che ci aspetta ancora tanto sudore prima di poter effettuare delle consistenti valutazioni”.

In questa partita “la squadra ha iniziato a mettere dei minuti nelle gambe e ad assimilare i movimenti e gli schemi. Comunque mi posso ritenere  soddisfatto ma da questi ragazzi pretendo sempre il massimo in ogni partita, anche in una semplice sgambatura prestagionale".

 

                                         Galleria fotografica di Rosario Criscuolo

   

   

   

   

   

   

 

 

GIUSEPPE SPASIANO