Costiera Amalfitana: Atrani iniziativa in piazza del Comitato Popolare di Mutuo Soccorso.

0

Atrani, Costiera amalfitana. Riceviamo e pubblichiamo lettera del “Comitato Popolare di Mutuo Soccorso”.

In data 27.08.2010 gli Atranesi si sono organizzati in proprio per la difesa dei loro diritti con un comitato che prende il nome di “Comitato Popolare di Mutuo Soccorso”.

Il  CODACONS Salerno, su iniziativa del Comitato, ha diffidato il Comune.

L’opposizione riguarda l’attuale Servizio di Raccolta dei Rifiuti oltreché la questione dell’Acqua con l’esazione indebita del canone depurativo comunale.

Due sono i punti su cui s’incentra la vertenza Rifiuti. La mancanza del servizio di raccolta: la legge prevede che in questi casi si  debba pagare non oltre il 40% (con un risparmio del 60% sulla TARSU); dall’altra, una sperequazione nell’applicazione delle tariffe che per tutte le categorie di utenti viene raddoppiata mentre per una resta invariata (ctg. N. III Alberghi, locande e simili). Inoltre il Comune non applica alcuna riduzione per le seguenti categorie che possono essere invece ammesse ai sensi di legge ed, in casi estremi, anche esentate, nell’ordine: 1- per condizioni di disagio economico-sociale comprovate; 2- per i single; 3- per coloro che utilizzano limitatamente l’immobile, non oltre 6mesi l’anno.

Questione Acqua: il Comune applica il canone depurativo, maturato del 10% d’IVA, sul servizio di acquedotto allorquando gli impianti non sono idonei a svolgere le funzioni di depurazione. Una sentenza della Corte Costituzionale prevede nel caso che non sia dovuto alcun pagamento.

È ora di organizzarci e rispondere uniti per difendere i nostri diritti.

Per  un servizio efficiente e di qualità.  Per un’ATRANI più pulita, anche a mare.

 

 

   Venerdì   10  settembre

  ore 18.00  Piazza Umberto I 

 

Incontro pubblico

con i cittadini

 

Rifiuti & Acqua

“Indietro i soldi”

 

 

 

L’iniziativa è organizzata dal Comitato con la presenza degli avvocati del CODACONS.

Vi sarà una introduzione per poi illustrare la linea di difesa anche di tipo legale.

Si aprirà quindi la discussione. Gli interventi saranno disciplinati dal Comitato. I cittadini potranno aderire all’iniziativa fornendo, dopo la manifestazione, il proprio nome e con la firma di un documento d’impegno.. “a non voltare le spalle..” CHI ci crede intervenga.

                                                                                                     Comitato popolare

 di mutuo soccorso