Missile a quattro ruote

0

MOSCIANO SANT’ANGELO – La Mercedes sostituisce la sportivissima SLS con l’ancora più grintosa e sportiva AMG GT. La sportiva purosangue della casa tedesca è disponibile con 1 solo motore a Benzina (4000 da 362 o 510 cv), negli allestimenti GT, GT S, GT S Edition 1. Esternamente la AMG GT è un opera d’arte su ruote, creata riprendendo i canoni estetici della leggendaria 300 SL di metà anni ’50 unendoli a quelli della SLS che sostituisce, ammodernandosi e diventando ancora più affascinante. Guardando il corpo vettura si rimane affascinati da un disegno fluente, quasi progettato dal vento, con forme sinuose e aerodinamiche, per sfruttare al massimo l’aria e dare più slancio all’auto in marcia. Frontalmente spicca il lunghissimo cofano sotto il quale trova posto il 4000 a Benzina, cofano ben incorniciato dai fari a trapezio e la mascherina ellittica con fascia centrale cromata dove spicca il logo Mercedes. Posteriormente le curve la fanno da padrone: il grande lunotto vetrato degrada verso lo spoiler a scomparsa, i fari a led affusolati sembrano delle palpebre appena socchiuse. Questa vettura, che è una 2 posti secchi, internamente presenta finiture di assoluto pregio (abbondanza di pelle, fibra di carbonio, alluminio & co.). Qui il lusso sportivo è un must: sedili avvolgenti, tunnel centrale pieno di tasti utili per la vita di bordo (fra gli altri c’è il selettore della modalità di guida e il tasto per aumentare la rumorosità del terminale di scarico). Il sistema di intrattenimento, è, come ormai da tradizione Mercedes, sistemato in sommità di consolle, quasi un tablet li appoggiato. Avveniristico nelle forme è il cambio, sportivissimo è il quadro strumenti (il fondale del contachilometri arriva a 360 km/h). Ed ora il momento del test drive: la Mercedes AMG GT guidata è stata la GT S da 161690 €. La Mercedes si migliora ancora, sostituendo la già mostruosa SLS con l’ancora più mostruosa AMG GT (entrambe mostruose in fatto di prestazioni). Su strada è emozionante già il pigiare il tasto dello Start Engine, che mette in moto i 510 cv del 4000 a Benzina che pulsa sotto il cofano. Il sound del motore che esce dai terminali di scarico è semplicemente stupendo: un suono meraviglioso, da Formula 1 di altri tempi (c’è anche il tasto per aumentare la rumorosità dei terminali). Se si viaggia tranquilli, a basse andature il sound sordo del motore è quasi sonnacchioso, ma se si pigia, anzi, se si sfiora il pedale dell’acceleratore ci si trova a bordo di un missile terra – terra, che ti fa accapponare la pelle con le sue brucianti prestazioni, la sua potenza scalpitante, il suo trasformarsi brevemente da angelo a diavolo. Tutto merito del gioiello della corona: il 4000 Benzina Biturbo da 510 cv. Questo motore, è semplicemente spettacolare: dal sound alle prestazioni, dall’accelerazione alla potenza, qui tutto è al top. Infine il listino prezzi: si va da 125200 € della AMG GT per arrivare 161633 € della AMG GT S Edition 1 (Benzina).

Bruno Allevi

 

MOSCIANO SANT’ANGELO – La Mercedes sostituisce la sportivissima SLS con l’ancora più grintosa e sportiva AMG GT. La sportiva purosangue della casa tedesca è disponibile con 1 solo motore a Benzina (4000 da 362 o 510 cv), negli allestimenti GT, GT S, GT S Edition 1. Esternamente la AMG GT è un opera d’arte su ruote, creata riprendendo i canoni estetici della leggendaria 300 SL di metà anni ’50 unendoli a quelli della SLS che sostituisce, ammodernandosi e diventando ancora più affascinante. Guardando il corpo vettura si rimane affascinati da un disegno fluente, quasi progettato dal vento, con forme sinuose e aerodinamiche, per sfruttare al massimo l’aria e dare più slancio all’auto in marcia. Frontalmente spicca il lunghissimo cofano sotto il quale trova posto il 4000 a Benzina, cofano ben incorniciato dai fari a trapezio e la mascherina ellittica con fascia centrale cromata dove spicca il logo Mercedes. Posteriormente le curve la fanno da padrone: il grande lunotto vetrato degrada verso lo spoiler a scomparsa, i fari a led affusolati sembrano delle palpebre appena socchiuse. Questa vettura, che è una 2 posti secchi, internamente presenta finiture di assoluto pregio (abbondanza di pelle, fibra di carbonio, alluminio & co.). Qui il lusso sportivo è un must: sedili avvolgenti, tunnel centrale pieno di tasti utili per la vita di bordo (fra gli altri c’è il selettore della modalità di guida e il tasto per aumentare la rumorosità del terminale di scarico). Il sistema di intrattenimento, è, come ormai da tradizione Mercedes, sistemato in sommità di consolle, quasi un tablet li appoggiato. Avveniristico nelle forme è il cambio, sportivissimo è il quadro strumenti (il fondale del contachilometri arriva a 360 km/h). Ed ora il momento del test drive: la Mercedes AMG GT guidata è stata la GT S da 161690 €. La Mercedes si migliora ancora, sostituendo la già mostruosa SLS con l’ancora più mostruosa AMG GT (entrambe mostruose in fatto di prestazioni). Su strada è emozionante già il pigiare il tasto dello Start Engine, che mette in moto i 510 cv del 4000 a Benzina che pulsa sotto il cofano. Il sound del motore che esce dai terminali di scarico è semplicemente stupendo: un suono meraviglioso, da Formula 1 di altri tempi (c’è anche il tasto per aumentare la rumorosità dei terminali). Se si viaggia tranquilli, a basse andature il sound sordo del motore è quasi sonnacchioso, ma se si pigia, anzi, se si sfiora il pedale dell’acceleratore ci si trova a bordo di un missile terra – terra, che ti fa accapponare la pelle con le sue brucianti prestazioni, la sua potenza scalpitante, il suo trasformarsi brevemente da angelo a diavolo. Tutto merito del gioiello della corona: il 4000 Benzina Biturbo da 510 cv. Questo motore, è semplicemente spettacolare: dal sound alle prestazioni, dall’accelerazione alla potenza, qui tutto è al top. Infine il listino prezzi: si va da 125200 € della AMG GT per arrivare 161633 € della AMG GT S Edition 1 (Benzina).

Bruno Allevi