Scatta il divieto di balneazione nella zona di Marina Piccola, mazzata per Sorrento e la Penisola sorrentina

0

 Scatta inevitabile dopo i rilievi dell’ Arpac Campania a seguito di questi temporali ferragostani  il divieto di balneazione anche per la zona di Marina Piccola e per l’area dei lidi balneari che sorgono intorno alla spiaggia di San Francesco , una vera e propria mazzata per il turismo per Sorrento e la Penisola Sorrentina . “I tecnici della Gori sono al lavoro per individuare l’origine del problema – spiega il sindaco Cuomo -. Già domani l’Arpac effettuerà nuovi prelievi, dal momento che le analisi sono state effettuate dopo gli intensi temporali dei giorni scorsi”.

Il primo cittadino di Sorrento ha firmato oggi un’ordinanza di divieto di balneazione nello specchio d’acqua compreso tra il molo di Marina Piccola e la Villa Pompeiana.

La vicenda ha avuto origine la mattina dell’11 agosto, quando una chiazza marrone è comparsa vicino la spiaggia di Marina Piccola, a ridosso del porto e degli stabilimenti balneari. A monte, probabilmente, intoppi nel sistema di depurazione delle acque locali. Sotto accusa la Gori da tempo, ma anche un sistema ultradecennale di reti obsolete. Il WWF Penisola Sorrentina ha da sempre denunciato questi problemi che quest’anno hanno avuto maggior clamore mediatico del solito, anche sui social, con un gruppo su Face Book La Grande Onda. Ora pioveranno i fondi della Regione Campania e gli interventi saranno forse mirati al particulare, ma bisogna guardare in generale e risolvere il problema delle condotte e degli scarichi abusivi  oltre al depuratore di Punta Gradelle e pensare anche alla vergogna del vicino Sarno a Castellammare di Stabia. 
 

 

 Scatta inevitabile dopo i rilievi dell' Arpac Campania a seguito di questi temporali ferragostani  il divieto di balneazione anche per la zona di Marina Piccola e per l’area dei lidi balneari che sorgono intorno alla spiaggia di San Francesco , una vera e propria mazzata per il turismo per Sorrento e la Penisola Sorrentina . “I tecnici della Gori sono al lavoro per individuare l’origine del problema – spiega il sindaco Cuomo -. Già domani l’Arpac effettuerà nuovi prelievi, dal momento che le analisi sono state effettuate dopo gli intensi temporali dei giorni scorsi”.

Il primo cittadino di Sorrento ha firmato oggi un’ordinanza di divieto di balneazione nello specchio d’acqua compreso tra il molo di Marina Piccola e la Villa Pompeiana.

La vicenda ha avuto origine la mattina dell'11 agosto, quando una chiazza marrone è comparsa vicino la spiaggia di Marina Piccola, a ridosso del porto e degli stabilimenti balneari. A monte, probabilmente, intoppi nel sistema di depurazione delle acque locali. Sotto accusa la Gori da tempo, ma anche un sistema ultradecennale di reti obsolete. Il WWF Penisola Sorrentina ha da sempre denunciato questi problemi che quest'anno hanno avuto maggior clamore mediatico del solito, anche sui social, con un gruppo su Face Book La Grande Onda. Ora pioveranno i fondi della Regione Campania e gli interventi saranno forse mirati al particulare, ma bisogna guardare in generale e risolvere il problema delle condotte e degli scarichi abusivi  oltre al depuratore di Punta Gradelle e pensare anche alla vergogna del vicino Sarno a Castellammare di Stabia.