1° Palio delle Carrettelle a Sant’Agata sui due Golfi

0

Rivive un vecchio gioco andato in naftalina

 

Massa Lubrense – Il vecchio gioco della carrettelle che ricorda il tempo più bello di quando si era felici, ritorna in voga nel 1° Palio delle Carrettelle a Sant’Agata sui due Golfi.

Il ricordo torna indietro nel tempo, quando in strada c’erano pochi veicoli ed i ragazzi, ma anche i bambini, giocavano non solo a calcio, ma anche con le cosiddette ‘carrettelle’, che erano dei veicoli semplici ma efficaci per chi non aveva con che cosa giocare.

Costituiti da tavolette di legno e con le ruote fatte da cuscinetti a sfera, con lo spago che si teneva tra le mani che muoveva in asse di legno, o di altro materiale, che faceva ruotare le cosiddette ‘ruote’ per far girare la carrettella nelle curve o per girarla semplicemente.

E quanti ne hanno costruite o se le sono fatte costruire per giocarci, o per farci, come spesse volte accadeva, delle corse, specie nelle strade in discesa, e così quando si scaravoltava la ‘carrettella’ si ritornava a casa con le ginocchia sbucciate ed i rimproveri dei genitori erano all’ordine del giorno, ma nonostante ciò si era felici ed il giorno dopo si riprendeva lo stesso.

Ed allora grazie ai giovani dell’Associazione Giovanile  361°, con la collaborazione dell’amministrazione comunale, le Carrettelle Racing Team e delle Parrocchie in solido di Sant’Agata, che le faranno rivivere lunedì 17 agosto alle ore 21,00, in concomitanza con i festeggiamenti santagatesi della Madonna Assunta, nel  1° Palio delle Carrettelle.

Il percorso si di gara si snoderà tra via Deserto e Piazza Sant’Agata e saranno tre le categorie previste: bambini, femmine e maschi da 11 anni in su.

 

GIUSEPPE SPASIANO

Rivive un vecchio gioco andato in naftalina

 

Massa Lubrense – Il vecchio gioco della carrettelle che ricorda il tempo più bello di quando si era felici, ritorna in voga nel 1° Palio delle Carrettelle a Sant’Agata sui due Golfi.

Il ricordo torna indietro nel tempo, quando in strada c’erano pochi veicoli ed i ragazzi, ma anche i bambini, giocavano non solo a calcio, ma anche con le cosiddette ‘carrettelle’, che erano dei veicoli semplici ma efficaci per chi non aveva con che cosa giocare.

Costituiti da tavolette di legno e con le ruote fatte da cuscinetti a sfera, con lo spago che si teneva tra le mani che muoveva in asse di legno, o di altro materiale, che faceva ruotare le cosiddette ‘ruote’ per far girare la carrettella nelle curve o per girarla semplicemente.

E quanti ne hanno costruite o se le sono fatte costruire per giocarci, o per farci, come spesse volte accadeva, delle corse, specie nelle strade in discesa, e così quando si scaravoltava la ‘carrettella’ si ritornava a casa con le ginocchia sbucciate ed i rimproveri dei genitori erano all’ordine del giorno, ma nonostante ciò si era felici ed il giorno dopo si riprendeva lo stesso.

Ed allora grazie ai giovani dell'Associazione Giovanile  361°, con la collaborazione dell’amministrazione comunale, le Carrettelle Racing Team e delle Parrocchie in solido di Sant’Agata, che le faranno rivivere lunedì 17 agosto alle ore 21,00, in concomitanza con i festeggiamenti santagatesi della Madonna Assunta, nel  1° Palio delle Carrettelle.

Il percorso si di gara si snoderà tra via Deserto e Piazza Sant’Agata e saranno tre le categorie previste: bambini, femmine e maschi da 11 anni in su.

 

GIUSEPPE SPASIANO