Positano anche quest’anno non si paga la Tasi, l’amministrazione De Lucia in controtendenza

0

L’amministrazione comunale di Positano va in controtendenza. E, mentre gli altri enti aumentano la tassazione, nella città verticale la pressione fiscale diminuisce, a riportarlo oggi sul quotidiano La Città di Salerno gruppo Repubblica – L’Espresso Gaetano De Stefano. Già, perché il bilancio di previsione approvato dal Consiglio comunale, ha sancito un presupposto: a Positano non si paga la Tasi, sia per la prima che per la seconda casa, e anche per le attività commerciali. Inoltre tutte le altre tariffe e aliquote sono rimaste praticamente invariate, mentre addirittura la Tari, per le utenze domestiche, è lievemente calata. «È un risultato eccezionale – evidenzia il sindaco Michele De Lucia analizzando quest’ultimo punto – che è stato raggiunto grazie anche alla collaborazione dei cittadini, che hanno seguito i nostri consigli sul conferimento dei rifiuti. Se si continuerà su questa strada, aumentando la percentuale di raccolta differenziata, potremo ottenere ancora maggiori riduzioni». De Lucia, inoltre, tiene a precisare come la ridotta pressione fiscale non significhi minori servizi. «Gli ottimi risultati sono stati raggiunti salvaguardando la quantità e la qualità dei servizi offerti dal nostro comune. È sotto gli occhi di tutti non solo la grande stagione di eventi, ma pure la crescita del paese tutto, in particolare delle frazioni, che stanno vivendo una rinascita, particolarmente in ambito turistico». De Lucia, altresì, ha pure nominato 11 consiglieri tecnici (Raffaele Casola, Maria Grazia Savino, Antonio Altobelli, Beatrice Cinque, Bartolo De Gennaro, Floriana Cervero, Marco Comegna, Matilde Milite, Rosario Cuomo, Italo Porpora e Ciro Guida) che forniranno supporto, a titolo gratuito, nell’attuazione del programma di mandato. «Sono felice di poter contare sull’impegno e sulla passione di nuovi validissimi collaboratori, ritengo sia importantissimo dare spazio a tutti quei cittadini che decidono di mettersi a disposizione del paese»

L’amministrazione comunale di Positano va in controtendenza. E, mentre gli altri enti aumentano la tassazione, nella città verticale la pressione fiscale diminuisce, a riportarlo oggi sul quotidiano La Città di Salerno gruppo Repubblica – L'Espresso Gaetano De Stefano. Già, perché il bilancio di previsione approvato dal Consiglio comunale, ha sancito un presupposto: a Positano non si paga la Tasi, sia per la prima che per la seconda casa, e anche per le attività commerciali. Inoltre tutte le altre tariffe e aliquote sono rimaste praticamente invariate, mentre addirittura la Tari, per le utenze domestiche, è lievemente calata. «È un risultato eccezionale – evidenzia il sindaco Michele De Lucia analizzando quest’ultimo punto – che è stato raggiunto grazie anche alla collaborazione dei cittadini, che hanno seguito i nostri consigli sul conferimento dei rifiuti. Se si continuerà su questa strada, aumentando la percentuale di raccolta differenziata, potremo ottenere ancora maggiori riduzioni». De Lucia, inoltre, tiene a precisare come la ridotta pressione fiscale non significhi minori servizi. «Gli ottimi risultati sono stati raggiunti salvaguardando la quantità e la qualità dei servizi offerti dal nostro comune. È sotto gli occhi di tutti non solo la grande stagione di eventi, ma pure la crescita del paese tutto, in particolare delle frazioni, che stanno vivendo una rinascita, particolarmente in ambito turistico». De Lucia, altresì, ha pure nominato 11 consiglieri tecnici (Raffaele Casola, Maria Grazia Savino, Antonio Altobelli, Beatrice Cinque, Bartolo De Gennaro, Floriana Cervero, Marco Comegna, Matilde Milite, Rosario Cuomo, Italo Porpora e Ciro Guida) che forniranno supporto, a titolo gratuito, nell’attuazione del programma di mandato. «Sono felice di poter contare sull’impegno e sulla passione di nuovi validissimi collaboratori, ritengo sia importantissimo dare spazio a tutti quei cittadini che decidono di mettersi a disposizione del paese»

Lascia una risposta