Positano. Si rinnova la magia della Festa del pesce. Il 25 settembre la XIX edizione

0

Positano costiera amalfitana Settembre è arrivato e come sempre ci porterà la fine dell’estate, l’inizio della scuola, la vendemmia e la “festa del pesce”. Siamo arrivati alla sua XIX edizione e possiamo dire che ormai questa manifestazione è diventata un evento naturale, tanto che la gente non chiede più se si farà, ma semplicemente quando si farà. Quest’anno, come da tradizione consolidata, l’appuntamento è per l’ultimo sabato del mese, ovvero il 25 settembre, e come sempre nella magica cornice della spiaggia di Fornillo a Positano. L’organizzazione procede spedita, anche se non è accompagnata da una grande cassa di risonanza, ma questo è dovuto ad  una scelta precisa, evitare  che arrivi più gente di quella che fisiologicamente la spiaggia di Fornillo e le forze in campo riescano ad accogliere nel migliore dei modi.

Questa festa ha visto una crescita costante dell’affluenza e questo, se da un lato è motivo di soddisfazione, perché è il miglior termometro per misurarne l’indice di gradimento, dall’altro fa nascere la legittima preoccupazione di una sua problematica gestione. Tutto il lavoro pesa sulle spalle di un gruppo di volontari che, anche se motivatissimi, sono comunque sempre pochi per affrontare una massa di oltre 4.000 persone, che vengono per divertirsi e rilassarsi e non certo per fare  interminabili code alle casse o agli stands.

I punti fermi della festa sono tutti confermati. L’obiettivo principale resta quello di valorizzare la spiaggia di Fornillo, uno degli angoli più affascinanti di Positano, ma certamente meno noto e celebrato della spiaggia grande. Confermato è anche il fine benefico della festa i cui proventi verranno distribuiti ad alcune associazioni presenti sul nostro territorio, in primis la “volontari per Positano onlus“ che opera a supporto della Croce Rossa.

Diverso è invece il tema generale della festa. L’anno scorso l’accento fu posto sulla “positaneria”, ovvero il giusto orgoglio di sentirci tutti parte di una comunità sana, attiva, unita ed ospitale. A tal proposito fu organizzata una mostra di giovani artisti di Positano, e i momenti di intrattenimento furono affidati ai Murattori e ai Tammore, ambedue composti quasi per intero da positanesi. Fu un momento di grande coesione, un abbraccio di ottimismo, di speranza e di incoraggiamento, come quello degli atleti prima di una gara importante.

Quest’anno, invece, si vuole spostare l’attenzione su di un altro piano: quello dell’ospitalità e della vocazione multietnica, che ha reso Positano famosa nel mondo e che ora ne sta modificando anche il tessuto sociale. Il mondo diventa sempre più piccolo ed anche comunità a volte isolate dai grossi cambiamenti sociali come la nostra, ne subiscono le conseguenze. Questo non va interpretato come una minaccia ma, a nostro parere, come un arricchimento. L’incontro e il confronto tra culture diverse, se fatto nel reciproco rispetto, fa solo crescere. Basta guardarsi intorno per rendersi conto che Positano non è più solo la meta di tanti turisti che qui vengono da tutto il mondo, lasciandoci magari il cuore, per poi ritornarsene però nei loro Paesi, ma anche la nuova casa di tante brasiliane, egiziani, ucraine, polacche, rumene, tailandesi, cubani, ecc. che si sono integrati alla perfezione e in alcuni casi sembrano più positanesi di noi.

E’ in quest’ottica che quest’anno alla festa del pesce si esibirà il gruppo di musica popolare “Trio Tarantae” con la partecipazione di un ospite d’eccezione: il musicista tunisino Marzouk Mejri, grande interprete della tradizione musicale del suo Paese e virtuoso interprete della darbuka e del bendir.

Siamo tutti curiosi di farci accompagnare nella scoperta dei suoni e delle atmosfere della sua terra, convinti che ne resteremo piacevolmente sorpresi e che alla fine del suo concerto avremo messo un altro piccolo tassello nella costruzione del lunghissimo ponte che, si spera, un giorno possa avvicinare la cultura araba a quella europea.

Un ringraziamento va poi a Positanonews per l’attenzione che ha sempre avuto verso la “Festa del pesce”. Vi informeremo costantemente attraverso queste pagine sul progresso dei nostri “lavori in corso”, per il momento appuntatevi questo post-it:  25 settembre 2010 – XIX FESTA DEL PESCE -POSITANO – SPIAGGIA DI FORNILLO.