Piano di Sorrento al via il censimento degli alberi, il sindaco attacca il WWF. Ma è loro merito se si fa

0

Piano di Sorrento , pubblichiamo con sorpresa un comunicato del sindaco Giovanni Ruggiero che da una parte fa un atto meritevole di rilievo come il censimento degli alberi, che dovrebbero fare tutti i comuni, dall’altra se la piglia con il WWF Penisola Sorrentina , sconcertante perchè è solo grazie al WWF e al suo iperattivo presidente Claudio d’ Esposito , al quale forse va addebitato un eccesso di difesa ambientalista ma non che ostacoli la stessa, che sono salvi molti alberi , evidentemente la convenzione forse non li ha convinti … Con Determinazione n.473 del 07/08/2015 il Comune ha approvato l’avviso pubblico per la presentazione di preventivi/offerte di professionisti in possesso delle necessarie e specifiche competenze e conoscenze per il rilevamento degli esemplari arborei classificabili come Alberi monumentali. Non essendo pervenute ulteriori schede di segnalazione da parte di privati cittadini ed associazioni, come richiesto con apposito avviso affisso anche all’albo pretorio dal 24 giugno al 10 luglio, il Comune fa riferimento ai soggetti arborei inseriti nella pubblicazione del Corpo Forestale dello Stato, Regione Campania e LIPU “Gli alberi secolari in Campania” in attesa di conoscere ulteriori esemplari che possano rivestire il carattere di monumentalità secondo la Legge n.10 del 14/01/2013. A Piano di Sorrento sono ad oggi classificati come alberi monumentali la roverella, il tiglio nostrale e il tasso situati nell’antico Parco del Principe sulle pendici del Monte Vicalvano in via Cermenna; il rovere su via Meta Amalfi, Vallone di San Giuseppe/sorgenti d’acqua di via Creta; e il leccio di Villa Fondi. Il termine per la presentazione di preventivi/offerte è fissato per le ore 12.00 del 24 agosto 2015. Tale provvedimento segue l’informativa inviata alla Regione Campania in cui il Comune di Piano di Sorrento richiede proroga rispetto all’indicazione di consegna del 31 luglio per completare l’espletamento delle attività di redazione delle schede di identificazione degli alberi monumentali, attività per la quale era stata richiesta la collaborazione del Wwf Penisola sorrentina tramite «contatti, avvenuti per le vie brevi – si legge nella nota – già avviati a partire da giugno 2015» e vista anche la richiesta di attivazione di una convenzione formale di supporto del Wwf locale per la gestione del Verde pubblico di proprietà comunale e per il censimento degli alberi monumentali, a cui però l’associazione non ha dato seguito. «Prendendo atto del comportamento poco collaborativo del Wwf Penisola sorrentina – si legge ancora nel documento – che tante critiche distruttive muove quotidianamente, ma al momento di avviare collaborazioni costruttive pare non mostrare lo stesso zelo che ha nel presentare denunce ed esprimere critiche, il Comune assicura che le attività poste a carico di questo Ente saranno comunque compiute e completate»  

Piano di Sorrento , pubblichiamo con sorpresa un comunicato del sindaco Giovanni Ruggiero che da una parte fa un atto meritevole di rilievo come il censimento degli alberi, che dovrebbero fare tutti i comuni, dall'altra se la piglia con il WWF Penisola Sorrentina , sconcertante perchè è solo grazie al WWF e al suo iperattivo presidente Claudio d' Esposito , al quale forse va addebitato un eccesso di difesa ambientalista ma non che ostacoli la stessa, che sono salvi molti alberi , evidentemente la convenzione forse non li ha convinti … Con Determinazione n.473 del 07/08/2015 il Comune ha approvato l'avviso pubblico per la presentazione di preventivi/offerte di professionisti in possesso delle necessarie e specifiche competenze e conoscenze per il rilevamento degli esemplari arborei classificabili come Alberi monumentali. Non essendo pervenute ulteriori schede di segnalazione da parte di privati cittadini ed associazioni, come richiesto con apposito avviso affisso anche all'albo pretorio dal 24 giugno al 10 luglio, il Comune fa riferimento ai soggetti arborei inseriti nella pubblicazione del Corpo Forestale dello Stato, Regione Campania e LIPU “Gli alberi secolari in Campania” in attesa di conoscere ulteriori esemplari che possano rivestire il carattere di monumentalità secondo la Legge n.10 del 14/01/2013. A Piano di Sorrento sono ad oggi classificati come alberi monumentali la roverella, il tiglio nostrale e il tasso situati nell'antico Parco del Principe sulle pendici del Monte Vicalvano in via Cermenna; il rovere su via Meta Amalfi, Vallone di San Giuseppe/sorgenti d'acqua di via Creta; e il leccio di Villa Fondi. Il termine per la presentazione di preventivi/offerte è fissato per le ore 12.00 del 24 agosto 2015. Tale provvedimento segue l'informativa inviata alla Regione Campania in cui il Comune di Piano di Sorrento richiede proroga rispetto all'indicazione di consegna del 31 luglio per completare l'espletamento delle attività di redazione delle schede di identificazione degli alberi monumentali, attività per la quale era stata richiesta la collaborazione del Wwf Penisola sorrentina tramite «contatti, avvenuti per le vie brevi – si legge nella nota – già avviati a partire da giugno 2015» e vista anche la richiesta di attivazione di una convenzione formale di supporto del Wwf locale per la gestione del Verde pubblico di proprietà comunale e per il censimento degli alberi monumentali, a cui però l'associazione non ha dato seguito. «Prendendo atto del comportamento poco collaborativo del Wwf Penisola sorrentina – si legge ancora nel documento – che tante critiche distruttive muove quotidianamente, ma al momento di avviare collaborazioni costruttive pare non mostrare lo stesso zelo che ha nel presentare denunce ed esprimere critiche, il Comune assicura che le attività poste a carico di questo Ente saranno comunque compiute e completate»  

Lascia una risposta