Il biglietto unico dell’EAV va reimpostato

0

Il neopresidente De Gregorio “la situazione della Vesiviana è disastrosa ma ci sono margini di miglioramento”

 

Sorrento – Il neopresidente del Consiglio di Amministrazione della società Eav, Umberto De Gregorio, è pronto abbattere i problemi legati ai trasporti in Campania.

Si sa che ormai l’EAV viaggia su binari contorti e che il suo debito conta centinaia di milioni, ma il neoeletto presidente, qualche giorno fa dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, non si perde di animo e cerca di potere dare una svolta ad una difficile e quasi irrecuperabile situazione, nonostante che “i problemi dell’azienda siano anche di natura finanziaria. L’Eav ha un piano di rientro che deve onorare, con un debito di 500 milioni di euro. Il rischio del fallimento altrimenti non è solo sulla carta”.

Poi riferendosi alla holding che aveva in mente il primo cittadino partenopeo, ribadisce che “trasformare l’Eav in una holding come la desidera De Magistris? L’Eav nasce da una mega fusione di quattro realtà aziendali, che è ancora in atto. Il modello de Magistris è diverso. L’Eav può crescere solo se i cittadini percepiscono i trasporti come un bene comune”.

Poi si parla del biglietto unico: “Il biglietto unico? Va reimpostato con nuove forme, facendo attenzione ai conti. Intendo instaurare un rapporto diretto tra l’utenza e l’azienda, ho intenzione di potenziare la comunicazione dell’Eav, l’azienda va vissuta come patrimonio dei cittadini che sono i veri azionisti dell’azienda”.

Infine la dolente nota che riguarda tutti: la Vesuviana: “La Vesuviana? Situazione disastrosa ma ci sono margini di miglioramento. Va fatto un ragionamento di continuità amministrativa. Non possiamo buttare a mare tutto quando fatto solo perché è cambiata una stagione politica. Va fatta un’operazione di verità sui conti e la qualità del servizio”.

 

GIUSEPPE SPASIANO

 

 

 

;font-family:”Times New Roman”,”serif”‘>Per chiudere la premiazione di SUMMER SPORT SORRENTO 2015, evento sportivo con 250 giovani iscritti a cura del forum dei giovani e dell’assessore alle politiche giovanili Massimo Coppola.

 

 

GIUSEPPE SPASIANO

Il neopresidente De Gregorio “la situazione della Vesiviana è disastrosa ma ci sono margini di miglioramento”

 

Sorrento – Il neopresidente del Consiglio di Amministrazione della società Eav, Umberto De Gregorio, è pronto abbattere i problemi legati ai trasporti in Campania.

Si sa che ormai l’EAV viaggia su binari contorti e che il suo debito conta centinaia di milioni, ma il neoeletto presidente, qualche giorno fa dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, non si perde di animo e cerca di potere dare una svolta ad una difficile e quasi irrecuperabile situazione, nonostante che “i problemi dell’azienda siano anche di natura finanziaria. L’Eav ha un piano di rientro che deve onorare, con un debito di 500 milioni di euro. Il rischio del fallimento altrimenti non è solo sulla carta”.

Poi riferendosi alla holding che aveva in mente il primo cittadino partenopeo, ribadisce che “trasformare l’Eav in una holding come la desidera De Magistris? L’Eav nasce da una mega fusione di quattro realtà aziendali, che è ancora in atto. Il modello de Magistris è diverso. L’Eav può crescere solo se i cittadini percepiscono i trasporti come un bene comune”.

Poi si parla del biglietto unico: “Il biglietto unico? Va reimpostato con nuove forme, facendo attenzione ai conti. Intendo instaurare un rapporto diretto tra l’utenza e l’azienda, ho intenzione di potenziare la comunicazione dell’Eav, l’azienda va vissuta come patrimonio dei cittadini che sono i veri azionisti dell’azienda”.

Infine la dolente nota che riguarda tutti: la Vesuviana: “La Vesuviana? Situazione disastrosa ma ci sono margini di miglioramento. Va fatto un ragionamento di continuità amministrativa. Non possiamo buttare a mare tutto quando fatto solo perché è cambiata una stagione politica. Va fatta un’operazione di verità sui conti e la qualità del servizio”.

 

GIUSEPPE SPASIANO

 

 

 

;font-family:"Times New Roman","serif"'>Per chiudere la premiazione di SUMMER SPORT SORRENTO 2015, evento sportivo con 250 giovani iscritti a cura del forum dei giovani e dell’assessore alle politiche giovanili Massimo Coppola.

 

 

GIUSEPPE SPASIANO