Massa Lubrense , Sant’Agata piange Michele lo scarparo amico di tutti

0

Massa Lubrense , Sant’Agata piange Michele lo scarparo amico di tutti . Così lo ricorda Lello Acone . Ciao Michele 
“Addio Michele, te ne sei andato zitto zitto da quella botteguccia di fronte al tuo negozio di scarpe, là dove avevi voluto continuare a fare il tuo mestiere… E lo facevi da “vero maestro” aggiustare, inchiodare, cucire e rimettere a nuovo vecchie scarpe.. Ci piaceva fermarci in quella bottega a fare due chiacchiere mentre tu, pur non trascurando il tuo lavoro, sapevi ascoltare e dire la tua sui fatti del nostro paese che hai tanto amato e che tanto ti ha voluto bene. Non dimenticheremo la tua bonaria allegria e quella tua filosofia di vita che molte cose ci ha insegnato. Addio Michele”.

Appena tornato a casa dovevo per forza aggiornare queste pagine dando il mio saluto e scrivendo della mia partecipazione all’immane dolore che ha colpito la famiglia De Simone di Sant’Agata ed in particolare gli amici da sempre Bruno e Tonino de Simone alla quale vi aggiungerete di certo tutti Voi per la scomparsa di un’altra icona della frazione, di un altro pezzo di storia che se n’è andato per sempre e sto parlando del simpatico e sempre cordiale ciabattino per antonomasia di Sant’Agata, Michele de Simone. E grande è stata la sorpresa quando ho trovato nella casella di posta un messaggio dedicato al grande Michele da parte di una signora di Sant’Agata, che saputo della notizia, ha voluto lasciare questo messaggio a tutti noi attraverso queste pagine. Bello bello bello, da condividere, ed io onorato della Sua attenzione l’ho pubblicato.
Grazie Cara Signora, come non condividere le Sue sentite parole, ed io dal mio canto, certo che ormai Michele avrà in paradiso il posto che il Signore gli ha preparato accanto alla Sua Maria ed ai Suoi fratelli, dopo una vita intera dedicata alla famiglia ed al lavoro, voglio solo aggiungere che era sempre un piacere quando, in passato più spesso, Bruno ricordi quando si studiava insieme per il concorso di capo Netturbino, di recente un po’ meno frequentemente, ci si fermava a chiacchierare con Michele, memoria storica di Sant’Agata, che mi raccontava di tante cose e di come erano cambiati i tempi, sempre continuando a lavorare su quel Suo sgabello con martello, mastice e forbici e facendo tornar nuove le scarpe da noi maltrattate.Sarà dura poggiar la vista nella Tua bottega e non vederti più al solito posto Michele, ci allevierà solo la certezza che Ti trovia desso non esistono più lacrime e dolori ma dove, come si suol dire, scorre latte e miele. E dopo le tante lacrime versate al capezzale di Tua moglie adesso stai con Lei e continuerai aproteggere i Tuoi cari come hai fatto sempre quaggiù. Ciao Michele, stasera la mia preghiera è per Te!!

Massa Lubrense , Sant'Agata piange Michele lo scarparo amico di tutti . Così lo ricorda Lello Acone . Ciao Michele 
"Addio Michele, te ne sei andato zitto zitto da quella botteguccia di fronte al tuo negozio di scarpe, là dove avevi voluto continuare a fare il tuo mestiere… E lo facevi da "vero maestro" aggiustare, inchiodare, cucire e rimettere a nuovo vecchie scarpe.. Ci piaceva fermarci in quella bottega a fare due chiacchiere mentre tu, pur non trascurando il tuo lavoro, sapevi ascoltare e dire la tua sui fatti del nostro paese che hai tanto amato e che tanto ti ha voluto bene. Non dimenticheremo la tua bonaria allegria e quella tua filosofia di vita che molte cose ci ha insegnato. Addio Michele".

Appena tornato a casa dovevo per forza aggiornare queste pagine dando il mio saluto e scrivendo della mia partecipazione all'immane dolore che ha colpito la famiglia De Simone di Sant'Agata ed in particolare gli amici da sempre Bruno e Tonino de Simone alla quale vi aggiungerete di certo tutti Voi per la scomparsa di un'altra icona della frazione, di un altro pezzo di storia che se n'è andato per sempre e sto parlando del simpatico e sempre cordiale ciabattino per antonomasia di Sant'Agata, Michele de Simone. E grande è stata la sorpresa quando ho trovato nella casella di posta un messaggio dedicato al grande Michele da parte di una signora di Sant'Agata, che saputo della notizia, ha voluto lasciare questo messaggio a tutti noi attraverso queste pagine. Bello bello bello, da condividere, ed io onorato della Sua attenzione l'ho pubblicato.
Grazie Cara Signora, come non condividere le Sue sentite parole, ed io dal mio canto, certo che ormai Michele avrà in paradiso il posto che il Signore gli ha preparato accanto alla Sua Maria ed ai Suoi fratelli, dopo una vita intera dedicata alla famiglia ed al lavoro, voglio solo aggiungere che era sempre un piacere quando, in passato più spesso, Bruno ricordi quando si studiava insieme per il concorso di capo Netturbino, di recente un po' meno frequentemente, ci si fermava a chiacchierare con Michele, memoria storica di Sant'Agata, che mi raccontava di tante cose e di come erano cambiati i tempi, sempre continuando a lavorare su quel Suo sgabello con martello, mastice e forbici e facendo tornar nuove le scarpe da noi maltrattate.Sarà dura poggiar la vista nella Tua bottega e non vederti più al solito posto Michele, ci allevierà solo la certezza che Ti trovia desso non esistono più lacrime e dolori ma dove, come si suol dire, scorre latte e miele. E dopo le tante lacrime versate al capezzale di Tua moglie adesso stai con Lei e continuerai aproteggere i Tuoi cari come hai fatto sempre quaggiù. Ciao Michele, stasera la mia preghiera è per Te!!