Comune di Minori: 1° appuntamento dell’estate 2015, Tony Speranza e gli ultimi a morire venerdì 31 luglio ore 21:00

0

 

VENERDÍ 31 LUGLIO ORE 21.00

 

Primo appuntamento dell’Estate 2015 sul pontile di Minori con lo spettacolo:

TONY SPERANZA E GLI ULTIMI A MORIRE

Viaggio in musica ed altre note…circostanze!

Sulle note di alcune tra le più belle canzoni del Jazz americano comincia la storia di Tony Speranza.
Una storia di migrazione al contrario: Tony parte dall’America per cercare la sua fortuna e la trova in Italia, nel sud Italia! Perché, come afferma Tony nello spettacolo: “se nasci al Sud, nasci prima al Sud e poi in Italia”. Essere del Sud vuol dire essere legato a filo doppio alla propria terra e alle proprie tradizioni; anche se non le hai mai vissute!
Attraverso un percorso musicale che parte dall’America per arrivare allo Swing italiano, Tony è alla ricerca di una moglie per poter accontentare la nonna, ormai in punto di morte, che vorrebbe vederlo “sistemato”.

Ritornano nella sua vita tante storie del passato che gli consentiranno di capire che l’America non è solo un luogo geografico ma l’opportunità di vivere una vita migliore pur lontano dalla gloria e dalla ribalta. Sinatra, Concato, Gaber, Dorelli, Togni, Buscaglione, Arbore, Capossela, sono solo alcuni degli artisti di riferimento per la scelta musicale di uno spettacolo a ritmo di Swing dal gusto vintage ma ironico, spensierato e riflessivo allo stesso tempo.

Spettacolo teatrale scritto da Fabio Pisano
con Antonio Speranza

Sax: Angelo Galietta
Pianoforte: Daniela Somma
Basso: Enzo Senatore
Batteria: Gianfranco Manna

Supervisione artistica: Ernesto Lama
Arrangiamenti: Daniela Somma 
Movimenti coreografici: Francesco Boccia
Costumi: Gina Oliva
Vocal coach: Salvatore Cardone
Grafica: Michele Bosco

Regia: Antonio Speranza

 

VENERDÍ 31 LUGLIO ORE 21.00

 

Primo appuntamento dell'Estate 2015 sul pontile di Minori con lo spettacolo:

TONY SPERANZA E GLI ULTIMI A MORIRE

Viaggio in musica ed altre note…circostanze!

Sulle note di alcune tra le più belle canzoni del Jazz americano comincia la storia di Tony Speranza.
Una storia di migrazione al contrario: Tony parte dall’America per cercare la sua fortuna e la trova in Italia, nel sud Italia! Perché, come afferma Tony nello spettacolo: “se nasci al Sud, nasci prima al Sud e poi in Italia”. Essere del Sud vuol dire essere legato a filo doppio alla propria terra e alle proprie tradizioni; anche se non le hai mai vissute!
Attraverso un percorso musicale che parte dall’America per arrivare allo Swing italiano, Tony è alla ricerca di una moglie per poter accontentare la nonna, ormai in punto di morte, che vorrebbe vederlo “sistemato”.

Ritornano nella sua vita tante storie del passato che gli consentiranno di capire che l’America non è solo un luogo geografico ma l’opportunità di vivere una vita migliore pur lontano dalla gloria e dalla ribalta. Sinatra, Concato, Gaber, Dorelli, Togni, Buscaglione, Arbore, Capossela, sono solo alcuni degli artisti di riferimento per la scelta musicale di uno spettacolo a ritmo di Swing dal gusto vintage ma ironico, spensierato e riflessivo allo stesso tempo.

Spettacolo teatrale scritto da Fabio Pisano
con Antonio Speranza

Sax: Angelo Galietta
Pianoforte: Daniela Somma
Basso: Enzo Senatore
Batteria: Gianfranco Manna

Supervisione artistica: Ernesto Lama
Arrangiamenti: Daniela Somma 
Movimenti coreografici: Francesco Boccia
Costumi: Gina Oliva
Vocal coach: Salvatore Cardone
Grafica: Michele Bosco

Regia: Antonio Speranza