Il calendario del Napoli -Prima al San Paolo con la Samp -Lazio alla quarta giornata – in casa all’andata tutte le grand

0

La nuova stagione – Debutto per gli azzurri contro il Sassuolo a Reggio Emilia Partenza  in salita peril Napoli E alla sesta arriva la Juventus Sarri: prime otto partite difficili, saremo ancora in rodaggio

Da ex L’Empoli alla terza giornata Il tecnico: «Un piacere tornare subito lì»

Le altre L’Inter a Fuorigrotta alla 14esima la Roma arriverà dopo due settimane

Miki De Lucia per Positanonews

Il trittico terribile: Juve, Milan eFiorentina.Tre sfide contro tre big del campionato dalla sesta all’ottava giornata: il big match con i bianconeri di Allegri il 27 settembre al San Paolo, ovviamente la sfida più attesa da tuttii tifosi,la settimana successiva la trasferta contro i rossoneri  al Meazza e poi dopo la seconda sosta per le nazionali c’è la Fiorentina a Fuorigrotta. Il mini-ciclo dellabverità, tre partite chiave che potranno dare le prime risposte indicative sulle potenzialità della squadra azzurra dopo le prime cinque giornate sulla carta già non semplici in considerazione del  fatto che il Napoli giocherà al San Paolo con Lazio e Fiorentina e avrà tre trasferte insidiose. «È un avvio tutto sommato difficile in considerazioneb del valore delle avversarie che affronteremo nelle prime 8 giornate. Non sarà semplice perché va anche valutato che noi saremo ancora in fase di rodaggio», ha spiegato Sarri sul sito del club azzurro. Una buona partenza sarebbe ovviamente importante per rafforzare il morale e Sarri punta a cambiare il suo trend non esattamente positivo nella fase d’avvio. Esordio in campionato il 23 agosto a Reggio Emilia contro il Sassuolo di Di Francesco, poi la prima al SanPaolo contro la Sampdoriae alla terza giornata il ritorno di Sarri a Empoli, ovviamente una delle sfide più sentite per il nuovo tecnico del Napoli, il 13 settembre dopo la prima sosta per le nazionali la trasferta al Castellani. «È un piacere per me tornare ad Empoli subito alla terza giornata», ha confessato il nuovo allenatore azzurro sul sito del club. La settimana successiva la prima sfida di cartello peril Napoli, tra l’altro particolarmente attesa,quella contro la Lazio,la partita che di fatto la scorsa stagione ha determinato la mancata qualificazione in Champions League;in mezzo a queste due partite la gara di esordio del Napoli in Europa League il 17 settembre. Poi,dopo la Lazio di Pioli,ecco  il turno infrasettimanale contro il Carpi.

 

A seguire una dietro l’altra Juventus,MilaneFiorentina. La particolarità è rappresentata dal fatto cheil Napoli incrocerà tutte le grandi al SanPaolo nel girone di andata: alla quattordicesima,il29 novembre,c’è il match contro l’Inter di Mancini, e il 13 dicembre la Roma.Due partite di grande cartello che si aggiungono alle sfide in precedenza che si giocheranno a Fuorigrotta contro Lazio, Juventus e Fiorentina. E dunque, una difficoltà in più, nel girone di ritorno con tutte le sfide verosimilmente più complicate da giocare in trasferta. Dopo le prime otto giornate da vivere tutto di un fiato per gli azzurri, comincia una fase sulla carta un po’ meno complicata: in calendario la trasferta contro il Chievo Verona, match della nona giornata in programma il 25 ottobre, poi il secondo turno infrasettimanale al San Paolo contro il Palermo, la partita fuori casa il primo novembre contro il Genoa di Gasperini,quindil’Udinese allo stadio San Paolo l’8 novembre. La ripresa dopo la terza sosta per gli impegni dell’Italia di Conte nelle qualificazioni europee è in trasferta contro il Verona, poi l’Inter al San Paolo, l’impegno a Bologna contro la formazione di Delio Rossi,e la Roma in casa. Il match natalizio del 20 dicembre è in programma a Bergamo,il turno della Befana a Fuorigrotta contro il Torino, chiusura contro il Frosinone di Stellone, ex attaccante del Napoli, che sperava di non incontrare gli azzurri alla prima giornata: è stato accontentato in pieno perché la partita contro il Napoli sarà addirittura l’ultima del girone di andata.

fonte:ilmattino

La nuova stagione – Debutto per gli azzurri contro il Sassuolo a Reggio Emilia Partenza  in salita peril Napoli E alla sesta arriva la Juventus Sarri: prime otto partite difficili, saremo ancora in rodaggio

Da ex L’Empoli alla terza giornata Il tecnico: «Un piacere tornare subito lì»

Le altre L’Inter a Fuorigrotta alla 14esima la Roma arriverà dopo due settimane

Miki De Lucia per Positanonews

Il trittico terribile: Juve, Milan eFiorentina.Tre sfide contro tre big del campionato dalla sesta all’ottava giornata: il big match con i bianconeri di Allegri il 27 settembre al San Paolo, ovviamente la sfida più attesa da tuttii tifosi,la settimana successiva la trasferta contro i rossoneri  al Meazza e poi dopo la seconda sosta per le nazionali c’è la Fiorentina a Fuorigrotta. Il mini-ciclo dellabverità, tre partite chiave che potranno dare le prime risposte indicative sulle potenzialità della squadra azzurra dopo le prime cinque giornate sulla carta già non semplici in considerazione del  fatto che il Napoli giocherà al San Paolo con Lazio e Fiorentina e avrà tre trasferte insidiose. «È un avvio tutto sommato difficile in considerazioneb del valore delle avversarie che affronteremo nelle prime 8 giornate. Non sarà semplice perché va anche valutato che noi saremo ancora in fase di rodaggio», ha spiegato Sarri sul sito del club azzurro. Una buona partenza sarebbe ovviamente importante per rafforzare il morale e Sarri punta a cambiare il suo trend non esattamente positivo nella fase d’avvio. Esordio in campionato il 23 agosto a Reggio Emilia contro il Sassuolo di Di Francesco, poi la prima al SanPaolo contro la Sampdoriae alla terza giornata il ritorno di Sarri a Empoli, ovviamente una delle sfide più sentite per il nuovo tecnico del Napoli, il 13 settembre dopo la prima sosta per le nazionali la trasferta al Castellani. «È un piacere per me tornare ad Empoli subito alla terza giornata», ha confessato il nuovo allenatore azzurro sul sito del club. La settimana successiva la prima sfida di cartello peril Napoli, tra l’altro particolarmente attesa,quella contro la Lazio,la partita che di fatto la scorsa stagione ha determinato la mancata qualificazione in Champions League;in mezzo a queste due partite la gara di esordio del Napoli in Europa League il 17 settembre. Poi,dopo la Lazio di Pioli,ecco  il turno infrasettimanale contro il Carpi.

 

A seguire una dietro l’altra Juventus,MilaneFiorentina. La particolarità è rappresentata dal fatto cheil Napoli incrocerà tutte le grandi al SanPaolo nel girone di andata: alla quattordicesima,il29 novembre,c’è il match contro l'Inter di Mancini, e il 13 dicembre la Roma.Due partite di grande cartello che si aggiungono alle sfide in precedenza che si giocheranno a Fuorigrotta contro Lazio, Juventus e Fiorentina. E dunque, una difficoltà in più, nel girone di ritorno con tutte le sfide verosimilmente più complicate da giocare in trasferta. Dopo le prime otto giornate da vivere tutto di un fiato per gli azzurri, comincia una fase sulla carta un po’ meno complicata: in calendario la trasferta contro il Chievo Verona, match della nona giornata in programma il 25 ottobre, poi il secondo turno infrasettimanale al San Paolo contro il Palermo, la partita fuori casa il primo novembre contro il Genoa di Gasperini,quindil'Udinese allo stadio San Paolo l'8 novembre. La ripresa dopo la terza sosta per gli impegni dell'Italia di Conte nelle qualificazioni europee è in trasferta contro il Verona, poi l'Inter al San Paolo, l'impegno a Bologna contro la formazione di Delio Rossi,e la Roma in casa. Il match natalizio del 20 dicembre è in programma a Bergamo,il turno della Befana a Fuorigrotta contro il Torino, chiusura contro il Frosinone di Stellone, ex attaccante del Napoli, che sperava di non incontrare gli azzurri alla prima giornata: è stato accontentato in pieno perché la partita contro il Napoli sarà addirittura l’ultima del girone di andata.

fonte:ilmattino