Atissou Loko – Ritmi Haitiani Vudu per la Luna Piena

0

Notte di luna piena e tamburi Vudù, che altro desiderare ?

Venerdi 31 Luglio nel “Teatro dell’Ailanto” in occasione di Food&Moon 2015, eccezionale serata con l’artista Atissou Loko e la musica tradizionale haitiana.

Dopo aver rappresentato Haiti all’Expo 2015 di Milano, ATISSOU LOKO, fondatore del gruppo ADJABEL, noto percussionista haitiano maestro dei ritmi tradizionali VUDU, fa tappa il 31 Luglio ai GIARDINI DI SORRENTO per un concerto a cielo aperto nel Teatro Naturale dell’Ailanto. Atissou presenterà il suo ultimo album “Toujou la” ed eseguirà specialmente per l’occasione ritmi tradizionali haitiani dedicati alla Luna Piena e al Lavoro della Terra.

L’appuntamento per il pubblico è alle ore 20:30 nel parcheggio dell’azienda, ci si sposterà per poche decine di metri per raggiungere il suggestivo piccolo teatro immerso nella vegetazione. Al termine dello spettacolo, nel cortile adiacente è prevista una cena a base di prodotti coltivati a km0.

Il prezzo è di 20 euros a persona compreso di spettacolo, cena e bevande.

I posti sono limitati a 35 pertanto è INDISPENSABILE PRENOTARSI entro Giovedi 30 Luglio:
– Per telefono (368 76 77 393)
– Oppure per mail (igiardinidisorrento@libero.it)

Fotos del Teatro dell’Ailanto:
http://www.igiardinidisorrento.it/Gallery%20food%20&%20moon.html

Concerto Atissou Loko “Toujou La” il 18 Luglio 2015 in Toscana:

Concerto Atissou Loko in Portogallo in 2008:

BIOGRAFIA dell’artista: Atissou Loko è nato e vissuto ad Haïti fino all’adolescenza, e vi è tornato, dopo un periodo di studi a Parigi, per unirsi al fenomeno musicale “Racine” (Radici) degli anni ‘70-’80. “Racine” è un movimento costituito da gruppi di giovani musicisti che decidono di ritirarsi nelle campagne della “plaine des Gonaïves” per studiare i ritmi e i canti trasmessi oralmente dai contadini preti Vaudou durante rituali sacri destinati agli antenati, alle divinità, alla fraternità e al lavoro della terra. Nel suo percorso formativo Atissou incontra i più grandi maestri haitiani, in particolare Pierre Chériza Fénélus, discendente di quinta generazione di una famiglia di preti Vaudou, e viene presto riconosciuto come uno dei migliori percussionisti di Haiti. E’ noto per la sua incredibile energia nel suonare simultaneamente i 3 tamburi Vaudou tradizionali: Manman (il sole), Second (la luna), Kata (l’acqua). Consapevole del valore unico di questo patrimonio culturale, Atissou ha deciso di diffondere nel mondo la conoscenza degli antichi ritmi haitiani accompagnandoli con strumenti musicali moderni.

Trasferitosi a Parigi nel 2000, Atissou fonda il gruppo Adjabel (“Adja”, terra del Benin / “Label”, dea haitiana dell’amore), composto da musicisti di origini diverse. Il gruppo Adjabel produce 6 albums dove jazz, rock, funk, electro, canzoni in creolo e francese vengono ritmati dalla pulsazione haitiana. Simbolo della riunione tra Africa, Caraibi ed Europa, questo gruppo musicale ibrido prende ispirazione da artisti come John Coltrane, Fela Kuti, Ti Prosper, Léo Ferré e si esibisce in centinaia di concerti, sperimentando il desiderio di comunicazione tra stili, suoni e popoli.

In parallelo, Atissou rappresenta Haiti all’Expo 2015 di Milano, si produce da solista con il Ballet di Tokyo al Bunka Kaïkan, con l’Opéra National di Bordeaux, con il Ballet del CNSM, all’Unesco e Museo del Quai Branly di Parigi, al British Museum, nelle ambasciate haitiane di Tokyo, Berlino, Washington e Bruxelles, accompagna autori ed attori come Frankétienne, Jenny Alpha, Michaël Lonsdale, crea con Lucienne Deschamps un spettacolo di poesia in musica per bambini al Printemps des poètes, rappresentazioni di conti haïtiani con Jude Joseph, stages di danza con Karine Label.Notte di luna piena e tamburi Vudù, che altro desiderare ?

Venerdi 31 Luglio nel “Teatro dell’Ailanto” in occasione di Food&Moon 2015, eccezionale serata con l’artista Atissou Loko e la musica tradizionale haitiana.

Dopo aver rappresentato Haiti all’Expo 2015 di Milano, ATISSOU LOKO, fondatore del gruppo ADJABEL, noto percussionista haitiano maestro dei ritmi tradizionali VUDU, fa tappa il 31 Luglio ai GIARDINI DI SORRENTO per un concerto a cielo aperto nel Teatro Naturale dell’Ailanto. Atissou presenterà il suo ultimo album “Toujou la” ed eseguirà specialmente per l’occasione ritmi tradizionali haitiani dedicati alla Luna Piena e al Lavoro della Terra.

L’appuntamento per il pubblico è alle ore 20:30 nel parcheggio dell’azienda, ci si sposterà per poche decine di metri per raggiungere il suggestivo piccolo teatro immerso nella vegetazione. Al termine dello spettacolo, nel cortile adiacente è prevista una cena a base di prodotti coltivati a km0.

Il prezzo è di 20 euros a persona compreso di spettacolo, cena e bevande.

I posti sono limitati a 35 pertanto è INDISPENSABILE PRENOTARSI entro Giovedi 30 Luglio:
– Per telefono (368 76 77 393)
– Oppure per mail (igiardinidisorrento@libero.it)

Fotos del Teatro dell’Ailanto:
http://www.igiardinidisorrento.it/Gallery%20food%20&%20moon.html

Concerto Atissou Loko “Toujou La” il 18 Luglio 2015 in Toscana:

Concerto Atissou Loko in Portogallo in 2008:

BIOGRAFIA dell’artista: Atissou Loko è nato e vissuto ad Haïti fino all’adolescenza, e vi è tornato, dopo un periodo di studi a Parigi, per unirsi al fenomeno musicale “Racine” (Radici) degli anni ‘70-’80. “Racine” è un movimento costituito da gruppi di giovani musicisti che decidono di ritirarsi nelle campagne della “plaine des Gonaïves” per studiare i ritmi e i canti trasmessi oralmente dai contadini preti Vaudou durante rituali sacri destinati agli antenati, alle divinità, alla fraternità e al lavoro della terra. Nel suo percorso formativo Atissou incontra i più grandi maestri haitiani, in particolare Pierre Chériza Fénélus, discendente di quinta generazione di una famiglia di preti Vaudou, e viene presto riconosciuto come uno dei migliori percussionisti di Haiti. E’ noto per la sua incredibile energia nel suonare simultaneamente i 3 tamburi Vaudou tradizionali: Manman (il sole), Second (la luna), Kata (l’acqua). Consapevole del valore unico di questo patrimonio culturale, Atissou ha deciso di diffondere nel mondo la conoscenza degli antichi ritmi haitiani accompagnandoli con strumenti musicali moderni.

Trasferitosi a Parigi nel 2000, Atissou fonda il gruppo Adjabel (“Adja”, terra del Benin / “Label”, dea haitiana dell’amore), composto da musicisti di origini diverse. Il gruppo Adjabel produce 6 albums dove jazz, rock, funk, electro, canzoni in creolo e francese vengono ritmati dalla pulsazione haitiana. Simbolo della riunione tra Africa, Caraibi ed Europa, questo gruppo musicale ibrido prende ispirazione da artisti come John Coltrane, Fela Kuti, Ti Prosper, Léo Ferré e si esibisce in centinaia di concerti, sperimentando il desiderio di comunicazione tra stili, suoni e popoli.

In parallelo, Atissou rappresenta Haiti all’Expo 2015 di Milano, si produce da solista con il Ballet di Tokyo al Bunka Kaïkan, con l’Opéra National di Bordeaux, con il Ballet del CNSM, all’Unesco e Museo del Quai Branly di Parigi, al British Museum, nelle ambasciate haitiane di Tokyo, Berlino, Washington e Bruxelles, accompagna autori ed attori come Frankétienne, Jenny Alpha, Michaël Lonsdale, crea con Lucienne Deschamps un spettacolo di poesia in musica per bambini al Printemps des poètes, rappresentazioni di conti haïtiani con Jude Joseph, stages di danza con Karine Label.