CINEMA E GASTRONOMIA A SANT’AGNELLO CON PATROCINIO COMUNE

0

“Cine- cibo Sant’Agnello festival” I edizione 2015 è la rassegna che si realizzerà in collaborazione con i Ristoranti di Sant’Agnello.

Un viaggio alla riscoperta dei sapori e delle immagini di ieri e di oggi della nostra Costiera, raccontati attraverso i film e la cucina tradizionale della nostra terra.

Con il Patrocinio del Comune di sant’Agnello Assessorato alla cultura e l’Organizzazione del
Circolo Endas Associnema Penisola sorrentina onlus con la straordinaria partecipazione di Antonino De Angelis autore del volume Sorrento Movies edizioni La Conchiglia collana Haliotis.

“Il libro di Antonino de Angelis – dichiara il direttore artistico Antonio Volpe – ci introduce nel vero e proprio universo cinematografico legato a Sorrento sia attraverso le numerosissime pellicole che hanno avuto come set la cittadina e le vicine località della penisola, sia attraverso i registi, gli attori e le comparse di questi film, sia, infine, attraverso la storia della nascita dei “luoghi” del cinema e degli eventi legati a questo mondo.
Dunque questo libro sarà un po’ il fil rouge, il filo d’arianna che ci condurrà in un meraviglioso tour enogastronomico cinematografico per i rioni e le frazioni di Sant’Agnello allietando le nostre estati santanellesi”.

“Il circolo Endas attivo sul territorio dal 1983 -ha dichiarato la Presidente Adele Paturzo- seguendo il canovaccio tracciato dal libro di de Angelis ha abbinato la presentazione di alcuni film girati in penisola sorrentina, e a sant’Agnello in particolare, con una divertente avanspettacolo a cura di un gruppo di talentuosi cabarettisti – i Murattori , per la prima volta ad esibirsi in penisola sorrentina- e le gustose pietanze di alcuni ristoranti santanellesi che hanno aderito con entusiasmo all’originale iniziativa che si ripromette di diventare un cult anche delle future calde estati santanellesi”.

“Cine-cibo dunque un binomio vincente – ha dichiarato Carlo Alfaro Responsabile eventi dello stesso Circolo Endas e conduttore della rassegna- saranno 6 serate all’insegna del buon gusto, del divertimento, del cinema d’autore e di qualità ma anche di quello nazional-popolare con pellicole che hanno fatto la storia del cinema italiano”.

“Raccomandiamo di telefonare ai rispettivi ristoranti per prenotare il posto”, aggiunge premurosa la Presidente del Circolo Endas Adele Paturzo. Entusiasti della proposta il sindaco di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani e la Consigliera delegata alla Cultura Susetta De Martino che da subito hanno inteso sponsorizzare ed incoraggiare la rassegna. Il service sarà curato con immutata professionalità da Salvatore Caputo Tecno sound.

Ed ecco il Programma delle serate:

Mercoledi 5 agosto ore21

Ristorante “Ciao Totò” Corso Marion Crawford, 8(Rione Angri) Telefono: 081 8772689

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Antipasto Ciao Totò: grigliata di verdure, insalata di mare, prosciutto crudo, treccia.

Misto di carne con patate al forno.

Torta caprese con gelato.

Film:

Love is all you need (Ger-Dan-Fra-Ita-Sve , 2012) con Pierce Brosnan, Trine Dyrholm, Molly Blixt Egelind, Sebastian Jessen, Paprika Steen, Kim Bodnia, Ciro Petrone, Christiane Muller

Regia Susanne Bier

Genere:Commedia durata:116’

Philip, un uomo di mezza età, vedovo e amante della solitudine, vive in Danimarca nonostante le sue origini inglesi. Ida, parrucchiera danese, ha appena finito di curarsi con la chemioterapia per il cancro, quando scopre che suo marito la tradisce con una donna più giovane. I destini di queste due anime ferite stanno per intrecciarsi quando si imbarcano per l’Italia per assistere al matrimonio dei figli, Patrick e Astrid che si svolgerà in una villa a S.Agnello.

Mercoledì 12 agosto ore 21

Ristorante “Il capanno “Corso Marion Crawford, 58 (Rione Cappuccini)Telefono: 081 8782453

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Frittura all’italiana: crocchè, arancini, fiorilli, pizzette calde

Assaggi di pizza(tre gusti)

Film:

Luna rossa (Ita, 1951)con Aldo Bufi Landi, Beniamino Maggio, Leda Gloria, Maria Frau, Barbara Florian, Renato Baldini, Natale Montillo, Gina Mascetti, Ugo D’Alessio, Diana Lante, Emilio Petacci Regia Armando Fizzarotti .

Genere Drammatico Durata:85’

Paolo, macchinista a bordo d’un piroscafo mercantile, è promesso ad una bella ragazza napoletana, Maria. Un giorno, dopo una breve sosta a Napoli, Paolo è costretto improvvisamente a ripartire e non ha il tempo di congedarsi da Maria: incarica quindi l’amico Beniamino di portarle i suoi saluti. Durante l’assenza di Paolo, Maria ha conosciuto Carlo Sorrentino, un giovane dongiovanni, che dopo aver corteggiato e compromesso Lucia, la sorella di Paolo, s’è messo ora a far la corte a Maria, favorito dalla madre adottiva della ragazza. Costei infatti spinge la figliola ad accettare gl’inviti dell’intraprendente giovanotto. Resosi conto di quanto sta succedendo, Beniamino ritiene doveroso d’avvertire, con una lettera, Paolo. La madre di Maria induce allora la figliola ad allontanarsi dalla città, recandosi per qualche giorno in un alberghetto di campagna con Carlo, il quale ignora la reale situazione. Sbarcato a Napoli, Paolo non trova Maria, né la madre ed apprende per caso da un giornale del tentato suicidio di Lucia. Carlo, pentito, invoca il perdono della fanciulla: tra Carlo e Paolo, che non si conoscevano, avviene una spiegazione. Indignato per il contegno di Maria, Paolo, recatosi all’albergo l’uccide, senza lasciarle il tempo di scolparsi.

Mercoledì 19 agosto ore 21

Ristorante “Moonlight” Via Cappuccini 68/A (Rione Cappuccini) Telefono: 081 8772234

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Insalata caprese

Gnocchi alla sorrentina

Macedonia

Film:

The white sister

(Usa, 1923)con Ronald Colman, Lillian Gish

Regia Henry King (muto)

Genere:Drammatico sentimentale Durata:143’

Basato sul romanzo” The White Sister”

di Francis Marion Crawford.

Erede di una grande proprietà, Angela Chiaramonte, dopo la morte del padre, perde tutto per le trame della sorellastra, la marchesa di Mola, che distrugge il testamento del principe. Giovanni Severini, il fidanzato di Angela, parte per la guerra in Africa, promettendole di sposarla al suo ritorno. Poco tempo dopo, però, in Italia giunge la notizia della morte di Severini e Angela entra in convento. In realtà, Giovanni non è morto, ma è stato fatto prigioniero. Riuscito a fuggire, ritorna in patria e ritrova la fidanzata. Ma lei, alla sua richiesta di lasciare il convento, decide di non rinunciare ai voti. Lui troverà la morte aiutando la popolazione durante un’eruzione del Vesuvio.

Mercoledì 26 agosto ore 21

Ristorante “Da Peppino” Via A. Balsamo,77 Telefono: 081 8074072

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Antipasto “Da Peppino”: crocchette, arancini, mozzarella, prosciutto crudo, verdura grigliata

Pizza(due varietà)

Pollo con patate

Film:

La lepre e la tartaruga

(Ita,1962) con Monica Vitti

Regia Alessandro Blasetti

Genere:Commedia durata:25’

(4° episodio de ‘Le quattro verità (Fra-Spa-Ita,1962) Preceduto da ‘Le vie del twist’ – Notiziario Settimana Incom e dallo spot Tv pubblicità Twingo

Da un’idea di Frederic Grendel e Hervé Bromberger ispirati da quattro favole di Jean De La Fontaine .Il film ebbe la regia generale di Renè Clair. Quattro episodi: nel primo un povero e sfortunato suonatore ambulante rinuncia al suicidio per l’interessamento di due estranei; nel secondo un uomo e una donna, chiusi in casa da una serratura difettosa, si innamorano reciprocamente; nel terzo un marito geloso diventa socio di un rivale; nell’ultimo una moglie riconquista in modo rocambolesco il marito infedele. DAVID DI DONATELLO 1963 A MONICA VITTI PER L’EPISODIO “LA LEPRE E LA TARTARUGA”.-Ultimo di quattro episodi ispirati alle favole di Jean de La Fontaine, racconta della storia di una donna Maddalena (Monica Vitti), una moglie tradita, che riconquista il marito irretito dall’amante, gareggiando con lei in frivolezze e flirt improvvisati.

Mercoledì 2 settembre ore 21

Ristorante “Taverna Rossa” Via Cappuccini,43 Telefono: 081 3622208

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Antipasto: crocchette, arancino, frittelle di alghe.

Pennette alla Nerano

Parmigiana di melanzane

Cornucopia con crema chantilly

Limoncello

Film:

Carosello napoletano

(Ita,1954) con Con Paolo Stoppa, Sophia Loren, Giacomo Rondinella,Dolores Palumbo, Carlo Mazzarella, Tina Pica, Antonio Cifariello, Maria Fiore, Nunzio Gallo, Aldo Giuffré, Tino Buazzelli, Vittorio Caprioli, Achille Millo, Léonide Massine Regia Ettore Giannini Genere:Commedia Musicale, Durata 129’.

Dal carrettino di un cantastorie(Paolo Stoppa) si staccano i fogli degli spartiti, che vengono trasportati dal vento. Sullo schermo si susseguono una serie di episodi che prendono spunto da varie vicende ambientate in secoli diversi.Rievocazione in chiave musicale della tormentata storia della città attraverso i secoli, dalle dominazioni francesi e spagnole, a quelle inglesi e americane.

Prix International al Festival di Cannes 1954. Versione cinematografica dell’opera teatrale Carosello napoletano scritta dallo stesso Giannini, presentata per la prima volta, a Firenze il 14 aprile 1950 al Teatro La Pergola, successivamente al Teatro Quirino di Roma, e portata anche all’estero con notevole successo. Il film è stato selezionato tra i 100 film italiani da salvare.

Mercoledì 9 settembre ore 21

Ristorante “Stelluccia” Via Nastro azzurro,19 (Fraz.Colli di Fontanelle) Telefono: 081 8083525

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Bruschette con pomodoro fresco e basilico

Primo piatto “Stelluccia”

Secondo piatto “Stelluccia”

Film:

Alla fine della notte(Ita,2003)con Ennio Fantastichini, Ida Di Benedetto, Elena Sofia Ricci, Ricky Tognazzi, Stefania Orsola Garello,Anna Ammirati, Tina Femiano

Regia Salvatore Piscicelli Genere:Drammatico Durata:95’

Bruno, quarantanove anni, deve combattere il suo demone peggiore: la depressione. Per farlo deve ricomporre un puzzle esistenziale complesso. Orfano di una zia prostituta, marito di Fiamma, che ormai non lo ama più, amante di una trentenne, Bruno si lascia alle spalle tutte le etichette e intraprende un lungo viaggio alla ricerca del padre. È’ un percorso interiore, il viaggio in un’anima inquieta, il ritratto di una condizione. Quella del regista cinematografico interpretato da Ennio Fantastichini, impegnato nel corpo a corpo con il proprio “demone” che, giunto egli al centro anagrafico e professionale della vita, non gli dà pace.”Cine- cibo Sant’Agnello festival” I edizione 2015 è la rassegna che si realizzerà in collaborazione con i Ristoranti di Sant’Agnello.

Un viaggio alla riscoperta dei sapori e delle immagini di ieri e di oggi della nostra Costiera, raccontati attraverso i film e la cucina tradizionale della nostra terra.

Con il Patrocinio del Comune di sant’Agnello Assessorato alla cultura e l’Organizzazione del
Circolo Endas Associnema Penisola sorrentina onlus con la straordinaria partecipazione di Antonino De Angelis autore del volume Sorrento Movies edizioni La Conchiglia collana Haliotis.

“Il libro di Antonino de Angelis – dichiara il direttore artistico Antonio Volpe – ci introduce nel vero e proprio universo cinematografico legato a Sorrento sia attraverso le numerosissime pellicole che hanno avuto come set la cittadina e le vicine località della penisola, sia attraverso i registi, gli attori e le comparse di questi film, sia, infine, attraverso la storia della nascita dei “luoghi” del cinema e degli eventi legati a questo mondo.
Dunque questo libro sarà un po’ il fil rouge, il filo d’arianna che ci condurrà in un meraviglioso tour enogastronomico cinematografico per i rioni e le frazioni di Sant’Agnello allietando le nostre estati santanellesi”.

“Il circolo Endas attivo sul territorio dal 1983 -ha dichiarato la Presidente Adele Paturzo- seguendo il canovaccio tracciato dal libro di de Angelis ha abbinato la presentazione di alcuni film girati in penisola sorrentina, e a sant’Agnello in particolare, con una divertente avanspettacolo a cura di un gruppo di talentuosi cabarettisti – i Murattori , per la prima volta ad esibirsi in penisola sorrentina- e le gustose pietanze di alcuni ristoranti santanellesi che hanno aderito con entusiasmo all’originale iniziativa che si ripromette di diventare un cult anche delle future calde estati santanellesi”.

“Cine-cibo dunque un binomio vincente – ha dichiarato Carlo Alfaro Responsabile eventi dello stesso Circolo Endas e conduttore della rassegna- saranno 6 serate all’insegna del buon gusto, del divertimento, del cinema d’autore e di qualità ma anche di quello nazional-popolare con pellicole che hanno fatto la storia del cinema italiano”.

“Raccomandiamo di telefonare ai rispettivi ristoranti per prenotare il posto”, aggiunge premurosa la Presidente del Circolo Endas Adele Paturzo. Entusiasti della proposta il sindaco di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani e la Consigliera delegata alla Cultura Susetta De Martino che da subito hanno inteso sponsorizzare ed incoraggiare la rassegna. Il service sarà curato con immutata professionalità da Salvatore Caputo Tecno sound.

Ed ecco il Programma delle serate:

Mercoledi 5 agosto ore21

Ristorante “Ciao Totò” Corso Marion Crawford, 8(Rione Angri) Telefono: 081 8772689

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Antipasto Ciao Totò: grigliata di verdure, insalata di mare, prosciutto crudo, treccia.

Misto di carne con patate al forno.

Torta caprese con gelato.

Film:

Love is all you need (Ger-Dan-Fra-Ita-Sve , 2012) con Pierce Brosnan, Trine Dyrholm, Molly Blixt Egelind, Sebastian Jessen, Paprika Steen, Kim Bodnia, Ciro Petrone, Christiane Muller

Regia Susanne Bier

Genere:Commedia durata:116’

Philip, un uomo di mezza età, vedovo e amante della solitudine, vive in Danimarca nonostante le sue origini inglesi. Ida, parrucchiera danese, ha appena finito di curarsi con la chemioterapia per il cancro, quando scopre che suo marito la tradisce con una donna più giovane. I destini di queste due anime ferite stanno per intrecciarsi quando si imbarcano per l’Italia per assistere al matrimonio dei figli, Patrick e Astrid che si svolgerà in una villa a S.Agnello.

Mercoledì 12 agosto ore 21

Ristorante “Il capanno “Corso Marion Crawford, 58 (Rione Cappuccini)Telefono: 081 8782453

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Frittura all’italiana: crocchè, arancini, fiorilli, pizzette calde

Assaggi di pizza(tre gusti)

Film:

Luna rossa (Ita, 1951)con Aldo Bufi Landi, Beniamino Maggio, Leda Gloria, Maria Frau, Barbara Florian, Renato Baldini, Natale Montillo, Gina Mascetti, Ugo D’Alessio, Diana Lante, Emilio Petacci Regia Armando Fizzarotti .

Genere Drammatico Durata:85’

Paolo, macchinista a bordo d’un piroscafo mercantile, è promesso ad una bella ragazza napoletana, Maria. Un giorno, dopo una breve sosta a Napoli, Paolo è costretto improvvisamente a ripartire e non ha il tempo di congedarsi da Maria: incarica quindi l’amico Beniamino di portarle i suoi saluti. Durante l’assenza di Paolo, Maria ha conosciuto Carlo Sorrentino, un giovane dongiovanni, che dopo aver corteggiato e compromesso Lucia, la sorella di Paolo, s’è messo ora a far la corte a Maria, favorito dalla madre adottiva della ragazza. Costei infatti spinge la figliola ad accettare gl’inviti dell’intraprendente giovanotto. Resosi conto di quanto sta succedendo, Beniamino ritiene doveroso d’avvertire, con una lettera, Paolo. La madre di Maria induce allora la figliola ad allontanarsi dalla città, recandosi per qualche giorno in un alberghetto di campagna con Carlo, il quale ignora la reale situazione. Sbarcato a Napoli, Paolo non trova Maria, né la madre ed apprende per caso da un giornale del tentato suicidio di Lucia. Carlo, pentito, invoca il perdono della fanciulla: tra Carlo e Paolo, che non si conoscevano, avviene una spiegazione. Indignato per il contegno di Maria, Paolo, recatosi all’albergo l’uccide, senza lasciarle il tempo di scolparsi.

Mercoledì 19 agosto ore 21

Ristorante “Moonlight” Via Cappuccini 68/A (Rione Cappuccini) Telefono: 081 8772234

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Insalata caprese

Gnocchi alla sorrentina

Macedonia

Film:

The white sister

(Usa, 1923)con Ronald Colman, Lillian Gish

Regia Henry King (muto)

Genere:Drammatico sentimentale Durata:143’

Basato sul romanzo” The White Sister”

di Francis Marion Crawford.

Erede di una grande proprietà, Angela Chiaramonte, dopo la morte del padre, perde tutto per le trame della sorellastra, la marchesa di Mola, che distrugge il testamento del principe. Giovanni Severini, il fidanzato di Angela, parte per la guerra in Africa, promettendole di sposarla al suo ritorno. Poco tempo dopo, però, in Italia giunge la notizia della morte di Severini e Angela entra in convento. In realtà, Giovanni non è morto, ma è stato fatto prigioniero. Riuscito a fuggire, ritorna in patria e ritrova la fidanzata. Ma lei, alla sua richiesta di lasciare il convento, decide di non rinunciare ai voti. Lui troverà la morte aiutando la popolazione durante un’eruzione del Vesuvio.

Mercoledì 26 agosto ore 21

Ristorante “Da Peppino” Via A. Balsamo,77 Telefono: 081 8074072

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Antipasto “Da Peppino”: crocchette, arancini, mozzarella, prosciutto crudo, verdura grigliata

Pizza(due varietà)

Pollo con patate

Film:

La lepre e la tartaruga

(Ita,1962) con Monica Vitti

Regia Alessandro Blasetti

Genere:Commedia durata:25’

(4° episodio de ‘Le quattro verità (Fra-Spa-Ita,1962) Preceduto da ‘Le vie del twist’ – Notiziario Settimana Incom e dallo spot Tv pubblicità Twingo

Da un’idea di Frederic Grendel e Hervé Bromberger ispirati da quattro favole di Jean De La Fontaine .Il film ebbe la regia generale di Renè Clair. Quattro episodi: nel primo un povero e sfortunato suonatore ambulante rinuncia al suicidio per l’interessamento di due estranei; nel secondo un uomo e una donna, chiusi in casa da una serratura difettosa, si innamorano reciprocamente; nel terzo un marito geloso diventa socio di un rivale; nell’ultimo una moglie riconquista in modo rocambolesco il marito infedele. DAVID DI DONATELLO 1963 A MONICA VITTI PER L’EPISODIO “LA LEPRE E LA TARTARUGA”.-Ultimo di quattro episodi ispirati alle favole di Jean de La Fontaine, racconta della storia di una donna Maddalena (Monica Vitti), una moglie tradita, che riconquista il marito irretito dall’amante, gareggiando con lei in frivolezze e flirt improvvisati.

Mercoledì 2 settembre ore 21

Ristorante “Taverna Rossa” Via Cappuccini,43 Telefono: 081 3622208

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Antipasto: crocchette, arancino, frittelle di alghe.

Pennette alla Nerano

Parmigiana di melanzane

Cornucopia con crema chantilly

Limoncello

Film:

Carosello napoletano

(Ita,1954) con Con Paolo Stoppa, Sophia Loren, Giacomo Rondinella,Dolores Palumbo, Carlo Mazzarella, Tina Pica, Antonio Cifariello, Maria Fiore, Nunzio Gallo, Aldo Giuffré, Tino Buazzelli, Vittorio Caprioli, Achille Millo, Léonide Massine Regia Ettore Giannini Genere:Commedia Musicale, Durata 129’.

Dal carrettino di un cantastorie(Paolo Stoppa) si staccano i fogli degli spartiti, che vengono trasportati dal vento. Sullo schermo si susseguono una serie di episodi che prendono spunto da varie vicende ambientate in secoli diversi.Rievocazione in chiave musicale della tormentata storia della città attraverso i secoli, dalle dominazioni francesi e spagnole, a quelle inglesi e americane.

Prix International al Festival di Cannes 1954. Versione cinematografica dell’opera teatrale Carosello napoletano scritta dallo stesso Giannini, presentata per la prima volta, a Firenze il 14 aprile 1950 al Teatro La Pergola, successivamente al Teatro Quirino di Roma, e portata anche all’estero con notevole successo. Il film è stato selezionato tra i 100 film italiani da salvare.

Mercoledì 9 settembre ore 21

Ristorante “Stelluccia” Via Nastro azzurro,19 (Fraz.Colli di Fontanelle) Telefono: 081 8083525

Avanspettacolo con i “Murattori”

Menu:

Bruschette con pomodoro fresco e basilico

Primo piatto “Stelluccia”

Secondo piatto “Stelluccia”

Film:

Alla fine della notte(Ita,2003)con Ennio Fantastichini, Ida Di Benedetto, Elena Sofia Ricci, Ricky Tognazzi, Stefania Orsola Garello,Anna Ammirati, Tina Femiano

Regia Salvatore Piscicelli Genere:Drammatico Durata:95’

Bruno, quarantanove anni, deve combattere il suo demone peggiore: la depressione. Per farlo deve ricomporre un puzzle esistenziale complesso. Orfano di una zia prostituta, marito di Fiamma, che ormai non lo ama più, amante di una trentenne, Bruno si lascia alle spalle tutte le etichette e intraprende un lungo viaggio alla ricerca del padre. È’ un percorso interiore, il viaggio in un’anima inquieta, il ritratto di una condizione. Quella del regista cinematografico interpretato da Ennio Fantastichini, impegnato nel corpo a corpo con il proprio “demone” che, giunto egli al centro anagrafico e professionale della vita, non gli dà pace.