LA STAGIONE DEI CANTAUTORI A RAVELLO

0

Ravello Festival 2015, 63.ma edizione   LuRus e AtMa.
La musica di grande significato sociale e politico ed i suoi creatori ed interpreti, ad essa è dedicata una particolare attenzione, quest’anno al Festival della cittadina costiera; Canto ed inCanto, temi specialI dove bene si innesta, questo breve ciclo “La stagione dei cantautori”, curato da Gianni Minà. 
Ospite di oggi pomeriggio, il famoso interprete cubano Augusto EnrÍquez, secondo della trilogia curata dal famoso giornalista televisivo, il 13 luglio scorso infatti era stata la volta di Joan Manuel Serrat e domani sera si concluderà con la cantante brasiliana Maria Gadù.
EnrÍquez sarà protagonista in serata insieme al suo gruppo, nello splendido belvedere di Villa Rufolo, della kermesse “Te doy una canciòn” un omaggio a Silvio RodrÍguez, un poeta ed artista, famosissimo in Sud America, ma quasi sconosciuto in Italia.
Naturalmente oltre ai temi della musica cubana e latinoamericana, si è parlato dei non semplici rapporti tra gli Stati Uniti e Cuba e della grande solidarietà dei popoli dei paesi Sud Americani nei confronti del popolo cubano e di come questo sia stato uno dei principali motivi, che abbiano spinto il Presidente Obama a promuovere un riavvicinamento fra i due paesi. 
Dopo la presentazione, un breve dibattito, dal quale è emersa la domanda: “In che misura, la musica cubana influenzerà quella statunitense e viceversa ?”.
Una domanda che sottintende l’altra ben più importante, sarà possibile per un popolo come quello cubano far coesistere le conquiste sociali ottenute dopo la rivoluzione, con le rigide regole del mercato globale ? Chissà, c’è lo dirà la Storia, basterà attendere.

 16:02

Ravello Festival – Gianni Minà presenta Augusto Enriquez

15 visualizzazioni
1 giorno fa

 

 

 

 

Ravello Festival 2015, 63.ma edizione   LuRus e AtMa.
La musica di grande significato sociale e politico ed i suoi creatori ed interpreti, ad essa è dedicata una particolare attenzione, quest’anno al Festival della cittadina costiera; Canto ed inCanto, temi specialI dove bene si innesta, questo breve ciclo “La stagione dei cantautori”, curato da Gianni Minà. 
Ospite di oggi pomeriggio, il famoso interprete cubano Augusto EnrÍquez, secondo della trilogia curata dal famoso giornalista televisivo, il 13 luglio scorso infatti era stata la volta di Joan Manuel Serrat e domani sera si concluderà con la cantante brasiliana Maria Gadù.
EnrÍquez sarà protagonista in serata insieme al suo gruppo, nello splendido belvedere di Villa Rufolo, della kermesse “Te doy una canciòn” un omaggio a Silvio RodrÍguez, un poeta ed artista, famosissimo in Sud America, ma quasi sconosciuto in Italia.
Naturalmente oltre ai temi della musica cubana e latinoamericana, si è parlato dei non semplici rapporti tra gli Stati Uniti e Cuba e della grande solidarietà dei popoli dei paesi Sud Americani nei confronti del popolo cubano e di come questo sia stato uno dei principali motivi, che abbiano spinto il Presidente Obama a promuovere un riavvicinamento fra i due paesi. 
Dopo la presentazione, un breve dibattito, dal quale è emersa la domanda: “In che misura, la musica cubana influenzerà quella statunitense e viceversa ?”.
Una domanda che sottintende l’altra ben più importante, sarà possibile per un popolo come quello cubano far coesistere le conquiste sociali ottenute dopo la rivoluzione, con le rigide regole del mercato globale ? Chissà, c’è lo dirà la Storia, basterà attendere.

 16:02