Tormentone Astori, firma rinviata. Non arrivano in tempo a Milano i documenti per il trasferimento

0

Un ennesimo stop per Astori, un altro imprevisto al momento dalla firma, una trattativa che diventa sempre più un tormentone anche se non è saltata del tutto e potrebbe oggi nuovamente riaprirsi in maniera concreta. Un altro rinvio inaspettato per il difensore che ieri era atteso in ritiro, dopo il punto d’incontro trovato con il club azzurro sui diritti d’immagine, il problema che aveva rallentato di dieci giorni una trattativa già conclusa. Un ulteriore imprevisto nell’incontro fissato ieri pomeriggio a Milano per mettere nero su bianco: il difensore, in compagnia dei suoi procuratori, sarebbe rimasto infastidito dall’arrivo in ritardo di alcuni documenti facendo rientro a Roma senza sottoscrivere il contratto. Sullo sfondo l’ombra della Fiorentina interessata da tempo al giocatore che però finora non si è mai lanciata concretamente nell’operazione. Il Cagliari è intenzionato a chiudere con il Napoli, volontà della quale il difensore è informato. L’affare si era incanalato sui binari giusti con una formula condivisa dalla società e dal giocatore per risolvere il problema relativo ai diritti d’immagine: Astori avrebbe vestito soltanto le scarpe dello sponsor personale lasciando il resto al Napoli. Una situazione delicata con un’operazione diventata improvvisamente a forte rischio ma non saltata del tutto: le parti si riaggiorneranno in giornata per ritrovare un punto d’intesa. Trattativa intricata e complessa, ma non tramontata e che oggi potrebbe nuovamente decollare per poi andare finalmente in porto. L’accordo tra le due società, Napoli e Cagliari, è stato trovato già da tempo sulla base di cinque milioni. Al difensore, l’anno scorso a Roma e nel giro della nazionale azzurra, offerto un quadriennale da circa 850mila euro a stagione. Il Napoli, intanto, pensa sempre a Romagnoli, il difensore centrale valutato 30 milioni dalla Roma e chiesto già con insistenza dal Milan. De Laurentiis non si arrende ed è pronto ad una superofferta per arrivare al difensore che garantirebbe il vero e proprio salto di qualità al reparto arretrato azzurro. L’altro obiettivo ancora in piedi è Bartra anche se il club catalano non vorrebbe privarsi del difensore centrale di 24 anni, uno dei suoi gioielli. Prosegue il discorso con Vrsaljko e gli ultimi riscontri sono estremamente positivi: il Napoli ha staccato tutti nella corsa al terzino croato strappando anche il parere favorevole del giocatore. Resta ormai solo da trovare l’intesa con il club emiliano che ha chiesto 12 milioni e non deroga da questa cifra. Il direttore sportivo Giuntoli prova ad inserire nella trattativa qualche contropartita tecnica e cioè uno tra El Kaddouri e De Guzman, due elementi in uscita dal club azzurro. Si lavora ormai da giorni e da un momento all’altro è attesa la svolta: Vrsaljko da considerare sempre più vicino al Napoli, l’elemento dal primo momento in cima alla lista di preferenze del club azzurro come terzino destro da poter alternare sulla fascia con Maggio. Salah è sempre più vicino alla Roma, discorso avviatissimo con il Chelsea, il Napoli ha fatto un sondaggio: nel discorso sarebbe potuto rientrare uno tra Callejon e Zuniga ma non c’è stato seguito anche perché l’attaccante vuole la squadra giallorossa. Capitolo cessioni, Inler vicino al Besiktas, Vargas piace al Marsiglia, per Rafael resta sempre forte l’opzione di un suo ritorno al Santos. Ghoulam resta al Napoli anche se l’Arsenal è pronto ad investire. (Roberto Ventre – Il Mattino) 

Un ennesimo stop per Astori, un altro imprevisto al momento dalla firma, una trattativa che diventa sempre più un tormentone anche se non è saltata del tutto e potrebbe oggi nuovamente riaprirsi in maniera concreta. Un altro rinvio inaspettato per il difensore che ieri era atteso in ritiro, dopo il punto d’incontro trovato con il club azzurro sui diritti d’immagine, il problema che aveva rallentato di dieci giorni una trattativa già conclusa. Un ulteriore imprevisto nell’incontro fissato ieri pomeriggio a Milano per mettere nero su bianco: il difensore, in compagnia dei suoi procuratori, sarebbe rimasto infastidito dall’arrivo in ritardo di alcuni documenti facendo rientro a Roma senza sottoscrivere il contratto. Sullo sfondo l’ombra della Fiorentina interessata da tempo al giocatore che però finora non si è mai lanciata concretamente nell’operazione. Il Cagliari è intenzionato a chiudere con il Napoli, volontà della quale il difensore è informato. L’affare si era incanalato sui binari giusti con una formula condivisa dalla società e dal giocatore per risolvere il problema relativo ai diritti d’immagine: Astori avrebbe vestito soltanto le scarpe dello sponsor personale lasciando il resto al Napoli. Una situazione delicata con un’operazione diventata improvvisamente a forte rischio ma non saltata del tutto: le parti si riaggiorneranno in giornata per ritrovare un punto d'intesa. Trattativa intricata e complessa, ma non tramontata e che oggi potrebbe nuovamente decollare per poi andare finalmente in porto. L'accordo tra le due società, Napoli e Cagliari, è stato trovato già da tempo sulla base di cinque milioni. Al difensore, l'anno scorso a Roma e nel giro della nazionale azzurra, offerto un quadriennale da circa 850mila euro a stagione. Il Napoli, intanto, pensa sempre a Romagnoli, il difensore centrale valutato 30 milioni dalla Roma e chiesto già con insistenza dal Milan. De Laurentiis non si arrende ed è pronto ad una superofferta per arrivare al difensore che garantirebbe il vero e proprio salto di qualità al reparto arretrato azzurro. L'altro obiettivo ancora in piedi è Bartra anche se il club catalano non vorrebbe privarsi del difensore centrale di 24 anni, uno dei suoi gioielli. Prosegue il discorso con Vrsaljko e gli ultimi riscontri sono estremamente positivi: il Napoli ha staccato tutti nella corsa al terzino croato strappando anche il parere favorevole del giocatore. Resta ormai solo da trovare l'intesa con il club emiliano che ha chiesto 12 milioni e non deroga da questa cifra. Il direttore sportivo Giuntoli prova ad inserire nella trattativa qualche contropartita tecnica e cioè uno tra El Kaddouri e De Guzman, due elementi in uscita dal club azzurro. Si lavora ormai da giorni e da un momento all’altro è attesa la svolta: Vrsaljko da considerare sempre più vicino al Napoli, l'elemento dal primo momento in cima alla lista di preferenze del club azzurro come terzino destro da poter alternare sulla fascia con Maggio. Salah è sempre più vicino alla Roma, discorso avviatissimo con il Chelsea, il Napoli ha fatto un sondaggio: nel discorso sarebbe potuto rientrare uno tra Callejon e Zuniga ma non c'è stato seguito anche perché l'attaccante vuole la squadra giallorossa. Capitolo cessioni, Inler vicino al Besiktas, Vargas piace al Marsiglia, per Rafael resta sempre forte l'opzione di un suo ritorno al Santos. Ghoulam resta al Napoli anche se l'Arsenal è pronto ad investire. (Roberto Ventre – Il Mattino)