Presidenza della Repubblica,Santa Sede,Città del Vaticano e Regione Campania intervengano per il Cav. De Lisa

0

A.S.L. Salerno e Provincia di Salerno – Papa Francesco – Città del Vaticano – Santa Romana Chiesa – Diocesi di Roma – Diocesi di Napoli – Conferenza Episcopale Italiana (CEI) – Prefettura della Casa Pontificia – Chiesa Cattolica – Sergio Mattarella – Governo Italiano – Vincenzo De Luca – Stefano Caldoro – Antonio Squillante – Enrico Coscioni nuovo Consigliere della Sanità Campana – Giunta e Consiglio Regionale Campania – Provincia di Salerno – Ordine dei Medici di Salerno – Prefettura di Salerno – Procura di Lagonegro-Vallo della Lucania-Salerno – Napoli e Card. Crescenzio Sepe – Corte Costituzionale – CSM – Arma dei Carabinieri – Polizia di Stato – Esercito Italiano – Guardia di Finanza-Forestale e Costiera – Sindacati Nazionale (CISL-CGIL-UIL-UGL-FIALS-CISAL,ecc.)

Tutto deriva dall’illegalità che il Cav. Attilio De Lisa di Sanza (originario di San Rufo nel Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni) della Diocesi di Teggiano-Policastro appartenente sia all’Ordine Equestre Pontificio di San Silvestro Papa che a quello dei Cavalieri Templari “Ugone dei Pagani”,a livello locale e da molto tempo sta subendo nella Sanità e quindi al P.O. di Sapri dell’A.S.L. Salerno in veste di Referente del Governo delle Agende dello stesso P.O. presso la Direzione Sanitaria e all’Ufficio gestione delle Attività ambulatoriali che è legalizzato a livello centrale e non riesce ancora a capire come mai un Ufficio fruttifero per l’Azienda che viene gestito da chi è contro gli sprechi al rispetto dell’Azienda non viene rispettato con tutto ciò.
Comunque resta fermo sulle sue posizioni morali e pratiche giuste verso l’Utenza e Direzioni Centrali e va avanti con la Fede di Gesù Cristo e della Madre Chiesa Cattolica che lo tiene sempre verso il Bene della Collettività in ogni ambito della vita quotidiana (anche verso la Scuola ed Istruzione dove come Istituzione è sempre stato impegnato in rappresentanza dei Genitori sia nel Consiglio d’Istituto e di Classe che nella Giunta Esecutiva e Commissione elettorale al riguardo i figli Rocco e Vincenzo).
Infine continuano a dare sempre fastidio al Cav. De Lisa che non ne può più e insieme Dirigenza e Politica faccia il suo dovere a sostegno di chi fa il suo dovere come il Sottoscritto prendendo provvedimento e con controlli.A.S.L. Salerno e Provincia di Salerno – Papa Francesco – Città del Vaticano – Santa Romana Chiesa – Diocesi di Roma – Diocesi di Napoli – Conferenza Episcopale Italiana (CEI) – Prefettura della Casa Pontificia – Chiesa Cattolica – Sergio Mattarella – Governo Italiano – Vincenzo De Luca – Stefano Caldoro – Antonio Squillante – Enrico Coscioni nuovo Consigliere della Sanità Campana – Giunta e Consiglio Regionale Campania – Provincia di Salerno – Ordine dei Medici di Salerno – Prefettura di Salerno – Procura di Lagonegro-Vallo della Lucania-Salerno – Napoli e Card. Crescenzio Sepe – Corte Costituzionale – CSM – Arma dei Carabinieri – Polizia di Stato – Esercito Italiano – Guardia di Finanza-Forestale e Costiera – Sindacati Nazionale (CISL-CGIL-UIL-UGL-FIALS-CISAL,ecc.)

Tutto deriva dall’illegalità che il Cav. Attilio De Lisa di Sanza (originario di San Rufo nel Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni) della Diocesi di Teggiano-Policastro appartenente sia all’Ordine Equestre Pontificio di San Silvestro Papa che a quello dei Cavalieri Templari “Ugone dei Pagani”,a livello locale e da molto tempo sta subendo nella Sanità e quindi al P.O. di Sapri dell’A.S.L. Salerno in veste di Referente del Governo delle Agende dello stesso P.O. presso la Direzione Sanitaria e all’Ufficio gestione delle Attività ambulatoriali che è legalizzato a livello centrale e non riesce ancora a capire come mai un Ufficio fruttifero per l’Azienda che viene gestito da chi è contro gli sprechi al rispetto dell’Azienda non viene rispettato con tutto ciò.
Comunque resta fermo sulle sue posizioni morali e pratiche giuste verso l’Utenza e Direzioni Centrali e va avanti con la Fede di Gesù Cristo e della Madre Chiesa Cattolica che lo tiene sempre verso il Bene della Collettività in ogni ambito della vita quotidiana (anche verso la Scuola ed Istruzione dove come Istituzione è sempre stato impegnato in rappresentanza dei Genitori sia nel Consiglio d’Istituto e di Classe che nella Giunta Esecutiva e Commissione elettorale al riguardo i figli Rocco e Vincenzo).
Infine continuano a dare sempre fastidio al Cav. De Lisa che non ne può più e insieme Dirigenza e Politica faccia il suo dovere a sostegno di chi fa il suo dovere come il Sottoscritto prendendo provvedimento e con controlli.

Lascia una risposta