Nasce l’Associazione Amici dei Concerti d’Estate di Villa Guariglia

0

Le istituzioni vicine a Tonia Willburger, dalla Regione rappresentata da Enzo Maraio, al direttivo del Conservatorio “G.Martucci” di Salerno, alla Provincia con Barbara Cussino

Non “dove”, ma “come”, questo il motto che ha aperto la carrellata di immagini, che hanno concisamente illustrato il percorso compiuto dai Concerti d’Estate di Villa Guariglia, dal 1998 un matinée in villa, offerto dai due flauti Schulz, Wolfgang, la prima parte dei Wiener Philarmoniker e il figlio Mathias, amici della famiglia Willburger, al format che accompagna il luglio del pubblico campano da oltre dieci anni, tra musica, enogastronomia, educazione al gusto, attenzione al sociale, poesia, moda floricoltura, in una rassegna seconda solo al Ravello Festival. La rassegna Concerti di Villa Guariglia di Antonia Willburger è divenuta un brand, un’associazione che esporterà la sua essenza nell’intero territorio salernitano, ma per quest’anno non nella cornice abituale dove è nata. Screzi col comune ospite hanno portato ad allestire due rassegne Concerti in Villa a Vietri sul mare, un’edizione zero diretta da Luigi Avallone e fortemente voluta dal sindaco Francesco Benincasa e dal suo assessore Giovanni De Simone, che siamo certi continuerà il suo percorso e la XVIII edizione dei Concerti di Villa Guariglia che inizia un tour forzato, per la provincia, praticamente “soccorse” entrambe dal Conservatorio Statale di Musica “G.Martucci” di Salerno. Lucide le parole di Fulvio Maffia in conferenza stampa: “La politica è l’arte della mediazione, a settembre quando la calura (che le teste ed i cervelli fa stordire e fa gonfiar per dirla con Rossini n.d.r.) sarà finita ci siederemo tutti intorno ad un tavolo e studieremo di seguire una via comune, poiché in tempi di crisi le divisioni non fanno bene a nessuno”. Enzo Maraio, in rappresentanza della Regione Campania, ha elogiato il lavoro volto fino ad oggi da Tonia Willburger e ha promesso tutto il suo appoggio per la prossima edizione poiché la nostra regione guarda con attenzione ai grandi eventi. Dure le parole di Gianluca Mastrovito presidente dell’Acli Salerno, volta alla promozione di un territorio che per beghe politiche e personali, per di più in campo di produzioni culturali, ci va a perdere, mentre grande fiducia è andata all’organizzazione da parte di Angela Speranza assessore del comune di Cetara che ospita due concerti, una giovanissima amministratrice che spesso, ha rivelato, ha chiesto consiglio a Tonia Willburger per promuovere il paesino della divina. Parole di elogio sono venute anche dal presidente del CdA del nostro Conservatorio Franco Massimo Lanocita, nonché da uno dei protagonisti dell’enogastronomia Enzo Galdi, anche in rappresentanza di Salerno Accoglie che promuove i concerti dei Musicastoria in Italia e in Bielorussia a favore della formazione musicale dei 120 ospiti dell’orfanotrofio di Zhodino e dalla padrona di casa Barbara Cussino, la quale ha aperto le porte del sito archeologico di Fratte, non solo per farlo conoscere, ma anche per riqualificare socialmente una zona, oggi associata al Bronx salernitano. Intervento finale che ha fatto riflettere,  quello di un’operatrice turistica, la quale forte della presentazione dei Concerti di Villa Guariglia all’EXPO di Milano, ha venduto i pacchetti in cui erano inclusi le serate di Villa Guariglia, Vietri, la ceramica e si trova oggi, per la vista corta dell’amministrazione, a doversi scusare con i clienti. (o.c.)

Le istituzioni vicine a Tonia Willburger, dalla Regione rappresentata da Enzo Maraio, al direttivo del Conservatorio “G.Martucci” di Salerno, alla Provincia con Barbara Cussino

Non “dove”, ma “come”, questo il motto che ha aperto la carrellata di immagini, che hanno concisamente illustrato il percorso compiuto dai Concerti d’Estate di Villa Guariglia, dal 1998 un matinée in villa, offerto dai due flauti Schulz, Wolfgang, la prima parte dei Wiener Philarmoniker e il figlio Mathias, amici della famiglia Willburger, al format che accompagna il luglio del pubblico campano da oltre dieci anni, tra musica, enogastronomia, educazione al gusto, attenzione al sociale, poesia, moda floricoltura, in una rassegna seconda solo al Ravello Festival. La rassegna Concerti di Villa Guariglia di Antonia Willburger è divenuta un brand, un’associazione che esporterà la sua essenza nell’intero territorio salernitano, ma per quest’anno non nella cornice abituale dove è nata. Screzi col comune ospite hanno portato ad allestire due rassegne Concerti in Villa a Vietri sul mare, un’edizione zero diretta da Luigi Avallone e fortemente voluta dal sindaco Francesco Benincasa e dal suo assessore Giovanni De Simone, che siamo certi continuerà il suo percorso e la XVIII edizione dei Concerti di Villa Guariglia che inizia un tour forzato, per la provincia, praticamente “soccorse” entrambe dal Conservatorio Statale di Musica “G.Martucci” di Salerno. Lucide le parole di Fulvio Maffia in conferenza stampa: “La politica è l’arte della mediazione, a settembre quando la calura (che le teste ed i cervelli fa stordire e fa gonfiar per dirla con Rossini n.d.r.) sarà finita ci siederemo tutti intorno ad un tavolo e studieremo di seguire una via comune, poiché in tempi di crisi le divisioni non fanno bene a nessuno”. Enzo Maraio, in rappresentanza della Regione Campania, ha elogiato il lavoro volto fino ad oggi da Tonia Willburger e ha promesso tutto il suo appoggio per la prossima edizione poiché la nostra regione guarda con attenzione ai grandi eventi. Dure le parole di Gianluca Mastrovito presidente dell’Acli Salerno, volta alla promozione di un territorio che per beghe politiche e personali, per di più in campo di produzioni culturali, ci va a perdere, mentre grande fiducia è andata all’organizzazione da parte di Angela Speranza assessore del comune di Cetara che ospita due concerti, una giovanissima amministratrice che spesso, ha rivelato, ha chiesto consiglio a Tonia Willburger per promuovere il paesino della divina. Parole di elogio sono venute anche dal presidente del CdA del nostro Conservatorio Franco Massimo Lanocita, nonché da uno dei protagonisti dell’enogastronomia Enzo Galdi, anche in rappresentanza di Salerno Accoglie che promuove i concerti dei Musicastoria in Italia e in Bielorussia a favore della formazione musicale dei 120 ospiti dell’orfanotrofio di Zhodino e dalla padrona di casa Barbara Cussino, la quale ha aperto le porte del sito archeologico di Fratte, non solo per farlo conoscere, ma anche per riqualificare socialmente una zona, oggi associata al Bronx salernitano. Intervento finale che ha fatto riflettere,  quello di un’operatrice turistica, la quale forte della presentazione dei Concerti di Villa Guariglia all’EXPO di Milano, ha venduto i pacchetti in cui erano inclusi le serate di Villa Guariglia, Vietri, la ceramica e si trova oggi, per la vista corta dell’amministrazione, a doversi scusare con i clienti. (o.c.)