Sequestrati dalla Guardia di Finanza a Capri quasi mille capi e accessori recanti i falsi

0

910 capi di abbigliamento e accessori contraffatti sono stati scoperti e sequestrati ieri sera dai finanzieri della Tenenza di Capri, nell’ambito di una operazione finalizzata alla tutela dei marchi e diritti d’autore in genere. Nel corso di uno specifico servizio di controllo che ha riguardato diversi esercizi commerciali di Capri, i militari delle Fiamme Gialle hanno effettuato una perquisizione all’interno di un negozio nel pieno centro rinvenendo capi ed accessori recanti marchi contraffatti tra i quali Chanel, Gucci e Moschino che, se immessi sul mercato, avrebbero fruttato un ingente ricavo, alterando il regolare funzionamento dell’economia ingannando anche i consumatori finali dei beni, soprattutto quelli meno attenti. Gli uomini della Guardia di Finanza, oltre a procedere al sequestro dei beni illeciti, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Napoli la titolare dell’esercizio commerciale per commercio di prodotti contraffatti e ricettazione. Il servizio portato a termine nei giorni scorsi dalle Fiamme Gialle “si inserisce – fa sapere la Guardia di Finanza – tra gli interventi mirati a contrasto della criminalità economico-finanziaria. L’abusivismo, la contraffazione ed il commercio di prodotti insicuri danneggiano il mercato, sottraggono opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole e possono mettere in pericolo la salute dei consumatori”.

910 capi di abbigliamento e accessori contraffatti sono stati scoperti e sequestrati ieri sera dai finanzieri della Tenenza di Capri, nell’ambito di una operazione finalizzata alla tutela dei marchi e diritti d’autore in genere. Nel corso di uno specifico servizio di controllo che ha riguardato diversi esercizi commerciali di Capri, i militari delle Fiamme Gialle hanno effettuato una perquisizione all’interno di un negozio nel pieno centro rinvenendo capi ed accessori recanti marchi contraffatti tra i quali Chanel, Gucci e Moschino che, se immessi sul mercato, avrebbero fruttato un ingente ricavo, alterando il regolare funzionamento dell’economia ingannando anche i consumatori finali dei beni, soprattutto quelli meno attenti. Gli uomini della Guardia di Finanza, oltre a procedere al sequestro dei beni illeciti, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Napoli la titolare dell’esercizio commerciale per commercio di prodotti contraffatti e ricettazione. Il servizio portato a termine nei giorni scorsi dalle Fiamme Gialle “si inserisce – fa sapere la Guardia di Finanza – tra gli interventi mirati a contrasto della criminalità economico-finanziaria. L'abusivismo, la contraffazione ed il commercio di prodotti insicuri danneggiano il mercato, sottraggono opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole e possono mettere in pericolo la salute dei consumatori”.

Lascia una risposta