Ciao Francesco, simbolo della vela agonistica sorrentina.

0

Ci ha lasciato Francesco Massaro. La bandiera della vela della penisola sorrentina abbruna il proprio vessillo, per la perdita improvvisa per quanto difficile da credere, di Francesco Massaro. Un grande amico, un gran signore, un vero navigatore d’altura, di grande valore, determinato, di quelli che portavano in giro per il mondo la bandiera Italiana e della LNI di Sorrento. Francesco era un vincente, lo è stato nella vita lavorativa e nello sport, ma non per questo si era mai vantato tale era autentico gentlman dello yathing d’altri tempi ma attualissimo competitore sui campi di regata. Era il miglior regatante della penisola sorrentina e certamente fra i più validi della Campania. Come per uno strano filo del destino la sera prima della sua improvvisa scomparsa aveva conseguito la premiazione al primo posto del campionato primaverile d’altura, purtroppo tradito da quel cuore tenace che gli ha consentito di superare mille avversità sui mari di tutto il mondo. E’ impossibile tuttavia che Francesco non sarà sempre presente fra tutti quelli che lo hanno amato, ammirato e condiviso la sua passione per l’avventura e per il mare, tanto è forte la sua impronta che lascia. Ti saremo sempre tutti grati. Gigione Maresca

Ci ha lasciato Francesco Massaro. La bandiera della vela della penisola sorrentina abbruna il proprio vessillo, per la perdita improvvisa per quanto difficile da credere, di Francesco Massaro. Un grande amico, un gran signore, un vero navigatore d'altura, di grande valore, determinato, di quelli che portavano in giro per il mondo la bandiera Italiana e della LNI di Sorrento. Francesco era un vincente, lo è stato nella vita lavorativa e nello sport, ma non per questo si era mai vantato tale era autentico gentlman dello yathing d’altri tempi ma attualissimo competitore sui campi di regata. Era il miglior regatante della penisola sorrentina e certamente fra i più validi della Campania. Come per uno strano filo del destino la sera prima della sua improvvisa scomparsa aveva conseguito la premiazione al primo posto del campionato primaverile d’altura, purtroppo tradito da quel cuore tenace che gli ha consentito di superare mille avversità sui mari di tutto il mondo. E’ impossibile tuttavia che Francesco non sarà sempre presente fra tutti quelli che lo hanno amato, ammirato e condiviso la sua passione per l’avventura e per il mare, tanto è forte la sua impronta che lascia. Ti saremo sempre tutti grati. Gigione Maresca