Napoli. Terme di Agnano. Chimera. La favola di Amore e Psiche negli occhi di Dino Campana.

0

Domenica 5 luglio 2015,  h. 20,30
TERME DI AGNANO
via Agnano Astroni, 24, 80125 Napoli
CHIMERA
LA FAVOLA DI AMORE E PSICHE NEGLI OCCHI DI DINO CAMPANA
con
Valerio Gargiulo
(AMORE)
Livia Bertè
(PSICHE )
Fiorella Zullo
 (VENERE)
 Serena Pisa
 (I SORELLA)
Lucia Rocco
(II SORELLA)
Salvatore Veneruso
(INFERI)
Giacomo Privitera
(GABBIANO)
e con
Roberta Cerrone e   Martina Russo

MUSICHE INEDITE SCRITTE DA Gianluca Rovinello
ARPA Gianluca Rovinello
VIOLINO Stella Manfred

direzione artistica
Ilaria Vitale

Regia
LIVIA BERTE’

Nella splendida location delle terme di Agnano si svolgerà il 5 Luglio 2015, alle ore 20,30, la messa in scena dello spettacolo “CHIMERA, LA FAVOLA DI AMORE E PSICHE negli occhi di Dino Campana – Omaggio a Carmelo Bene. Per la Regia di Livia Bertè, la direzione artistica di Ilaria Vitale, con le musiche inedite di Gianluca Rovinello.
 
Lo spettacolo nasce nell’Aprile 2012 dall’idea di celebrare il grande artista Carmelo Bene nel decennale della sua morte, per questo al suo interno la storia viene arricchita da versi liberamente tratti dai Canti Orfici, cavallo di battaglia dell’attore.
I versi di Dino Campana vengono dunque inseriti all’interno della “Favola di Amore e Psiche”, vero fulcro dello spettacolo per creare continue e speciali suggestioni attraverso l’uso di sovrapposizioni e tecniche vocali talvolta ai limiti della sperimentazione.
Questa lieve novità in campo  teatrale si sposa egregiamente con una delle più antiche e carezzevoli Fiabe del passato. La storia infatti richiama i topoi tipici dei racconti della tradizione: due amanti, divisi da un personaggio cattivo, che in questo caso si sdoppia nella presenza di due serpentine sorelle, una dolorosa ricerca della verità e del proprio io in luoghi lontani e pericolosi, indispensabile per i due protagonisti, ed infine un deus ex machina, Giove, che riporta la situazione alla normalità e benedice il loro amore in eterno.
A creare le suggestioni indispensabili per far calare lo spettatore in questo mondo fiabesco sono le immagini. Il paesaggio esterno, naturale conferisce forza e sincerità alla vicenda. La minimale ed incantevole chiave scenografica dello spettacolo, composta per lo più da luci non artificiali, fiaccole, bracieri riporta in un mondo passato e perduto. Il candore dei vestiti bianchi richiama quell’idea di purezza e dolcezza tipica della favola a lieto fine.
Infine a condurre in un’altra dimensione è la musica inedita, composta appositamente per questo spettacolo da Gianluca Rovinello, eseguita dal vivo.

Costo biglietto € 15,00
Info e Prenotazioni: +39 339 8191605
HERMES COMUNICAZIONE
Gianmarco Cesario (3804932026)
Antonio Mocciola (3920368048)

 

Domenica 5 luglio 2015,  h. 20,30
TERME DI AGNANO
via Agnano Astroni, 24, 80125 Napoli
CHIMERA
LA FAVOLA DI AMORE E PSICHE NEGLI OCCHI DI DINO CAMPANA
con
Valerio Gargiulo
(AMORE)
Livia Bertè
(PSICHE )
Fiorella Zullo
 (VENERE)
 Serena Pisa
 (I SORELLA)
Lucia Rocco
(II SORELLA)
Salvatore Veneruso
(INFERI)
Giacomo Privitera
(GABBIANO)
e con
Roberta Cerrone e   Martina Russo

MUSICHE INEDITE SCRITTE DA Gianluca Rovinello
ARPA Gianluca Rovinello
VIOLINO Stella Manfred

direzione artistica
Ilaria Vitale

Regia
LIVIA BERTE'

Nella splendida location delle terme di Agnano si svolgerà il 5 Luglio 2015, alle ore 20,30, la messa in scena dello spettacolo "CHIMERA, LA FAVOLA DI AMORE E PSICHE negli occhi di Dino Campana – Omaggio a Carmelo Bene. Per la Regia di Livia Bertè, la direzione artistica di Ilaria Vitale, con le musiche inedite di Gianluca Rovinello.
 
Lo spettacolo nasce nell'Aprile 2012 dall'idea di celebrare il grande artista Carmelo Bene nel decennale della sua morte, per questo al suo interno la storia viene arricchita da versi liberamente tratti dai Canti Orfici, cavallo di battaglia dell'attore.
I versi di Dino Campana vengono dunque inseriti all'interno della "Favola di Amore e Psiche", vero fulcro dello spettacolo per creare continue e speciali suggestioni attraverso l'uso di sovrapposizioni e tecniche vocali talvolta ai limiti della sperimentazione.
Questa lieve novità in campo  teatrale si sposa egregiamente con una delle più antiche e carezzevoli Fiabe del passato. La storia infatti richiama i topoi tipici dei racconti della tradizione: due amanti, divisi da un personaggio cattivo, che in questo caso si sdoppia nella presenza di due serpentine sorelle, una dolorosa ricerca della verità e del proprio io in luoghi lontani e pericolosi, indispensabile per i due protagonisti, ed infine un deus ex machina, Giove, che riporta la situazione alla normalità e benedice il loro amore in eterno.
A creare le suggestioni indispensabili per far calare lo spettatore in questo mondo fiabesco sono le immagini. Il paesaggio esterno, naturale conferisce forza e sincerità alla vicenda. La minimale ed incantevole chiave scenografica dello spettacolo, composta per lo più da luci non artificiali, fiaccole, bracieri riporta in un mondo passato e perduto. Il candore dei vestiti bianchi richiama quell'idea di purezza e dolcezza tipica della favola a lieto fine.
Infine a condurre in un'altra dimensione è la musica inedita, composta appositamente per questo spettacolo da Gianluca Rovinello, eseguita dal vivo.

Costo biglietto € 15,00
Info e Prenotazioni: +39 339 8191605
HERMES COMUNICAZIONE
Gianmarco Cesario (3804932026)
Antonio Mocciola (3920368048)

 

Lascia una risposta