Castellammare arrestati sei dipendenti della Fincantieri con l’accusa di estorsione a carico di ditte subappaltatrici

0

Agenti del commissariato di Castellammare di Stabia stanno eseguendo sei ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse gip su richiesta della Procura della Repubblica di Torre Annunziata a carico di altrettanti dipendenti e sindacalisti della Fincantieri di Castellammare, ritenuti responsabili del reato di estorsione. I destinatari del provvedimento sono accusati di aver taglieggiato ditte subappaltatrici dell’indotto legato all’attività industriale della Fincantieri. Già sei mesi fa, in seguito a un’indagine interna, Fincantieri licenziò tre operai indagati per lo stesso reato. Le ordinanze di custodia cautelare di ieri riguardano Antonio Vollono, Ferdinando Scarpato, Schettino Catello, Catello Scarpato, Francesco Amoroso, Nicola Tramparulo.

Agenti del commissariato di Castellammare di Stabia stanno eseguendo sei ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse gip su richiesta della Procura della Repubblica di Torre Annunziata a carico di altrettanti dipendenti e sindacalisti della Fincantieri di Castellammare, ritenuti responsabili del reato di estorsione. I destinatari del provvedimento sono accusati di aver taglieggiato ditte subappaltatrici dell'indotto legato all'attività industriale della Fincantieri. Già sei mesi fa, in seguito a un'indagine interna, Fincantieri licenziò tre operai indagati per lo stesso reato. Le ordinanze di custodia cautelare di ieri riguardano Antonio Vollono, Ferdinando Scarpato, Schettino Catello, Catello Scarpato, Francesco Amoroso, Nicola Tramparulo.