Attentato in Tunisia. Attaccato albergo a Susa. Almeno 27 morti, ci sono turisti stranieri

0

A poco più di tre mesi dalla strage del Bardo a Tunisi – dove sono morte 23 persone – un altro attentato colpisce la Tunisia. Almeno 27 persone – tra cui numerosi turisti inglesi e tedeschi – sono state uccise e sei sono rimaste ferite nel corso di un attacco terroristico in un albergo a Susa, a 140 chilometri a sud di Tunisi. Le vittime sono state freddate da un commando “di due persone” a colpi di kalashikov sulla spiaggia del resort Imperial Marhaba Hotel, poi sono entrate nell’albergo. Ed è ancora in corso “una sparatoria” tra forze di sicurezza tunisine e “terroristi”. A riferirlo il portavoce del ministero dell’Interno di Tunisi, Mohamed Ali Aroui, che ha comunicato anche il numero delle vittime. “Non possiamo non partire da ciò che sta avvenendo in Tunisia – ha commentato il presidente del Consiglio Matteo Renzi, aprendo la conferenza stampa conclusiva del Consiglio Ue – Ciò che è avvenuto oggi, dopo ciò che già era successo al museo del Bardo non può che farci provare un sentimento di dolore e di vicinanza al popolo tunisino, al quale esprimo le nostre condoglianze. Ho espresso solidarietà – ha aggiunto – anche al presidente della Repubblica francese Hollande”. “Solidarietà e vicinanza alla Francia per attentato Lione e alla Tunisia per attacco a Sousse”, anche da parte della ministra della Difesa Roberta Pinotti su Twitter. L’unità di crisi della Farnesina è in contatto con l’ambasciata d’Italia a Tunisi per le verifiche di rito in modo da accertare l’eventuale coinvolgimento di italiani nell’attentato. Secondo il corrispondente dell’agenzia di stampa di Stato tunisina Tap, che cita fonti di sicurezza, l’attacco è stato compiuto da due attentatori. Inizialmente invece la radio locale Mosaique FM aveva parlato di un solo attentatore, dicendo che un uomo armato di kalashnikov, era entrato nell’albergo aprendo il fuoco sui turisti. (Il Fatto Quotidiano)

A poco più di tre mesi dalla strage del Bardo a Tunisi – dove sono morte 23 persone – un altro attentato colpisce la Tunisia. Almeno 27 persone – tra cui numerosi turisti inglesi e tedeschi – sono state uccise e sei sono rimaste ferite nel corso di un attacco terroristico in un albergo a Susa, a 140 chilometri a sud di Tunisi. Le vittime sono state freddate da un commando “di due persone” a colpi di kalashikov sulla spiaggia del resort Imperial Marhaba Hotel, poi sono entrate nell’albergo. Ed è ancora in corso “una sparatoria” tra forze di sicurezza tunisine e “terroristi”. A riferirlo il portavoce del ministero dell’Interno di Tunisi, Mohamed Ali Aroui, che ha comunicato anche il numero delle vittime. “Non possiamo non partire da ciò che sta avvenendo in Tunisia – ha commentato il presidente del Consiglio Matteo Renzi, aprendo la conferenza stampa conclusiva del Consiglio Ue – Ciò che è avvenuto oggi, dopo ciò che già era successo al museo del Bardo non può che farci provare un sentimento di dolore e di vicinanza al popolo tunisino, al quale esprimo le nostre condoglianze. Ho espresso solidarietà – ha aggiunto – anche al presidente della Repubblica francese Hollande”. “Solidarietà e vicinanza alla Francia per attentato Lione e alla Tunisia per attacco a Sousse”, anche da parte della ministra della Difesa Roberta Pinotti su Twitter. L’unità di crisi della Farnesina è in contatto con l’ambasciata d’Italia a Tunisi per le verifiche di rito in modo da accertare l’eventuale coinvolgimento di italiani nell’attentato. Secondo il corrispondente dell’agenzia di stampa di Stato tunisina Tap, che cita fonti di sicurezza, l’attacco è stato compiuto da due attentatori. Inizialmente invece la radio locale Mosaique FM aveva parlato di un solo attentatore, dicendo che un uomo armato di kalashnikov, era entrato nell’albergo aprendo il fuoco sui turisti. (Il Fatto Quotidiano)

Lascia una risposta