Manifesto del gruppo di opposizione consiliare minorese

0

Chi figlio e chi figliastro: privilegiare gli amici e punire o annullare i nemici, risulta tutto l’opposto dell’agire di un altro amministratore che accontentava gli avversari e tralasciava un tantino i sostenitori. Questo è l’inizio dell’ennesimo manifesto che il gruppo “Fratellanza Minorese” ha affisso negli appopsiti spazi comunali. Oramai…,dice il consigliere Antonio Cioffi , lamentandosi di un modo di agire abbastanza strano. Si lamenta anche del fatto che le strutture pubbliche vengono affidate per un uso spesso improprio a chi è più simpatico, anche se, poi, a risentire della grande confusione conseguente ad eventuali feste è tutto il tessuto urbano e buona parte dei cittadini nelle mani di vandali per intere notti, con danno all’ambiente ed alla quiete (cose di grande importanza in una località che si definisce turistica).

Noi ci uniamo alla voce di protesta del consigliere Cioffi che, certamente, scrive a nome del gruppo intero che, nonostante i tentavi esterni di disgregazione, viaggia sempre unito, sollecitando una maggiore cura della cittadina che, fatta eccezione per il grande lavoro di pulizia di tutte le strade, langue in uno stato di generale abbandono.

E nessuno si lamenta che un ‘altra stagione lavorativa turistica sta scorrendo lentamente senza che qualcuno si accorga che non esiste una programmazione di animazione turistica, almeno per quelli che, con il grande caldo, pagano di più. Ma come viene spesa oppure come si pensa di spendere la tassa di soggiorno che le aziende ricettive (tutte?) dovrebbero corrispondere al Comune, dopo averla riscossa dal
turista?

A nulla valgono i manifesti, scarsa considerazione riscuotono le note di articolisti, inascoltate risultano le indicazioni di cittadini attenti. Vuolsi così colà dove..non si sa.
C’era una simpatica e, a suo modo, acculturata persona che soleva ripetere: accussì adda ie
…………………………g.a.Chi figlio e chi figliastro: privilegiare gli amici e punire o annullare i nemici, risulta tutto l’opposto dell’agire di un altro amministratore che accontentava gli avversari e tralasciava un tantino i sostenitori. Questo è l’inizio dell’ennesimo manifesto che il gruppo “Fratellanza Minorese” ha affisso negli appopsiti spazi comunali. Oramai…,dice il consigliere Antonio Cioffi , lamentandosi di un modo di agire abbastanza strano. Si lamenta anche del fatto che le strutture pubbliche vengono affidate per un uso spesso improprio a chi è più simpatico, anche se, poi, a risentire della grande confusione conseguente ad eventuali feste è tutto il tessuto urbano e buona parte dei cittadini nelle mani di vandali per intere notti, con danno all’ambiente ed alla quiete (cose di grande importanza in una località che si definisce turistica).

Noi ci uniamo alla voce di protesta del consigliere Cioffi che, certamente, scrive a nome del gruppo intero che, nonostante i tentavi esterni di disgregazione, viaggia sempre unito, sollecitando una maggiore cura della cittadina che, fatta eccezione per il grande lavoro di pulizia di tutte le strade, langue in uno stato di generale abbandono.

E nessuno si lamenta che un ‘altra stagione lavorativa turistica sta scorrendo lentamente senza che qualcuno si accorga che non esiste una programmazione di animazione turistica, almeno per quelli che, con il grande caldo, pagano di più. Ma come viene spesa oppure come si pensa di spendere la tassa di soggiorno che le aziende ricettive (tutte?) dovrebbero corrispondere al Comune, dopo averla riscossa dal
turista?

A nulla valgono i manifesti, scarsa considerazione riscuotono le note di articolisti, inascoltate risultano le indicazioni di cittadini attenti. Vuolsi così colà dove..non si sa.
C’era una simpatica e, a suo modo, acculturata persona che soleva ripetere: accussì adda ie
…………………………g.a.