REGATA TORRI SARACENE 2015 #lospecchio Gigione Maresca

0

Vela, mare e sport… chiacchierata con avv. Gino Esposito. Prossima alla premiazione finale che si terrà al “Karama club “ di Puolo , la regata delle Torri saracene, ormai giunta alla sua X^ edizione, e nata dalla intuizione di Mario Muscari Tamajoli , presidente della omonima associazione , chirurgo ed appassionato velista. La regata , nata quasi per gioco 10 anni fa e che vide all’epoca solo una decina di barche partecipanti , è oggi cresciuta al punto che è assurta agli onori di evento di portata nazionale , tanto da essere valida per il campionato italiano off shore . Eppure , questa regata di altura nel vero senso della parola ( si snoda per tratte anche di 100 miglia ) , dimostra che gli equipaggi e la loro valentia marinaresca fanno la vera differenza al punto che anche vecchie barche resistino ai primi posti. Ed è proprio così! Alla prova valida per il campionato italiano , cioè la Sorrento – Sapri ( 100 miglia) , ha trionfato Joshua II , una barca, uno Ziggurat 995, di oltre trent’anni condotta magnificamente da un equipaggio siciliano , e così non di meno Mahatma , uno Stag 32 di trent’anni con vele di bassa tecnologia ma con equipaggio di marinai sorrentini ,che è finita al 3° posto , in linea con la sua sempre presente conferma alla regata (che vinse tutto alla prima edizione ) . Globulo Rosso dei gaetani ed omipresenti a tutte le importanti manifestazioni e sempre in prima pagina , è giunto secondo alla prima tratta. Fra tutti va invece segnalato “Duffy” un Dofuor 34 da regata , ormai ampiamente conosciuto a livello nazionale ed internazionale , e che ha partecipato finanche alla inglese “fastnet” , e si appropingua a partecipare alla transoceanianica Arc 2015. Duffy, è vincitrice del trofeo (almeno secondo la classifica provvisoria generale).Vela, mare e sport… chiacchierata con avv. Gino Esposito. Prossima alla premiazione finale che si terrà al “Karama club “ di Puolo , la regata delle Torri saracene, ormai giunta alla sua X^ edizione, e nata dalla intuizione di Mario Muscari Tamajoli , presidente della omonima associazione , chirurgo ed appassionato velista. La regata , nata quasi per gioco 10 anni fa e che vide all’epoca solo una decina di barche partecipanti , è oggi cresciuta al punto che è assurta agli onori di evento di portata nazionale , tanto da essere valida per il campionato italiano off shore . Eppure , questa regata di altura nel vero senso della parola ( si snoda per tratte anche di 100 miglia ) , dimostra che gli equipaggi e la loro valentia marinaresca fanno la vera differenza al punto che anche vecchie barche resistino ai primi posti. Ed è proprio così! Alla prova valida per il campionato italiano , cioè la Sorrento – Sapri ( 100 miglia) , ha trionfato Joshua II , una barca, uno Ziggurat 995, di oltre trent’anni condotta magnificamente da un equipaggio siciliano , e così non di meno Mahatma , uno Stag 32 di trent’anni con vele di bassa tecnologia ma con equipaggio di marinai sorrentini ,che è finita al 3° posto , in linea con la sua sempre presente conferma alla regata (che vinse tutto alla prima edizione ) . Globulo Rosso dei gaetani ed omipresenti a tutte le importanti manifestazioni e sempre in prima pagina , è giunto secondo alla prima tratta. Fra tutti va invece segnalato “Duffy” un Dofuor 34 da regata , ormai ampiamente conosciuto a livello nazionale ed internazionale , e che ha partecipato finanche alla inglese “fastnet” , e si appropingua a partecipare alla transoceanianica Arc 2015. Duffy, è vincitrice del trofeo (almeno secondo la classifica provvisoria generale).