Precipita dal balcone mentre monta un’antenna a 40 anni

0

CELLE DI BULGHERIA Precipita dal balcone mentre monta un’antenna. Una caduta fatalea Roberto Sarno, quarantenne di Celle di Bulgheria, morto all’ospedale di Vallo della Lucania qualche ora dopo l’incidente. L’uomo, dopo la caduta, è stato immediatamente trasportato al nosocomio cilentano dai sanitari del 118, intervenuti non appena è stato dato l’allarme. Ma a Vallo, malgrado le cure dei medici, Roberto Sarno è morto per le gravi ferite conseguenze riportate. Ex guardia giurata proprio all’ospedale di Vallo della Lucania, la vittima era attualmente disoccupata: lascia la compagna e la loro figlioletta. L’incidente è avvenuto in località Pantana, alla periferia del paese, dove Roberto Sarno si era recato a casa di un amico per installare l’antenna. La caduta è avvenuta intorno alle 17 di ieri. Sarebbe stata la perdita improvvisa di equilibrio, forse dovuta un capogiro, a determinare la caduta del quarantenne. Un volo di circa di circa due metri e mezzo prima del violento impatto col suolo, quando l’uomo ha battuto la testa. Le sue condizioni sono apparse subito gravi ai soccorritori del 118. E la conferma è arrivata dai medici, subito dopo l’arrivo al “San Luca” di Vallo della Lucania. Malgrado tutti gli sforzi di tenerlo in vita, Roberto Sarno si è purtroppo spento intorno alle 22. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per accertare la dinamica dell’incidente. La morte di Roberto Sarno, conosciuto e benvoluto da tutti in paese, ha destato dolore e sconcerto a Celle, dove viveva con la compagna e la loro bambina. Ma anche a Vallo della Lucania, dove l’uomo aveva lavorato come guardia giurata proprio all’ospedale “San Luca”, quando in in serata si è sparsa la voce. Roberto Sarno è definito da tutti come una persona sempre disponibile, che cercava di arrangiarsi dopo aver perso il lavoro. Purtroppo, non è la prima volta che episodi del genere finiscono in tragedia. Nel 2012 un’analoga vicenda si verificò a Sarno. Una donna di 31 anni, di nazionalità rumena, perse la vita precipitando dal secondo piano di una palazzina in via Sarno-Palma. La vittima era intenta a lavare i vetri delle finestre dell’appartamento quando perse l’equilibrio cadendo nel vuoto e battendo violentemente la testa al suolo. Una morte assurda, che scosse la piccola frazione di Foce. La Citta di Salerno

CELLE DI BULGHERIA Precipita dal balcone mentre monta un’antenna. Una caduta fatalea Roberto Sarno, quarantenne di Celle di Bulgheria, morto all’ospedale di Vallo della Lucania qualche ora dopo l’incidente. L’uomo, dopo la caduta, è stato immediatamente trasportato al nosocomio cilentano dai sanitari del 118, intervenuti non appena è stato dato l’allarme. Ma a Vallo, malgrado le cure dei medici, Roberto Sarno è morto per le gravi ferite conseguenze riportate. Ex guardia giurata proprio all’ospedale di Vallo della Lucania, la vittima era attualmente disoccupata: lascia la compagna e la loro figlioletta. L’incidente è avvenuto in località Pantana, alla periferia del paese, dove Roberto Sarno si era recato a casa di un amico per installare l’antenna. La caduta è avvenuta intorno alle 17 di ieri. Sarebbe stata la perdita improvvisa di equilibrio, forse dovuta un capogiro, a determinare la caduta del quarantenne. Un volo di circa di circa due metri e mezzo prima del violento impatto col suolo, quando l’uomo ha battuto la testa. Le sue condizioni sono apparse subito gravi ai soccorritori del 118. E la conferma è arrivata dai medici, subito dopo l’arrivo al “San Luca” di Vallo della Lucania. Malgrado tutti gli sforzi di tenerlo in vita, Roberto Sarno si è purtroppo spento intorno alle 22. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per accertare la dinamica dell’incidente. La morte di Roberto Sarno, conosciuto e benvoluto da tutti in paese, ha destato dolore e sconcerto a Celle, dove viveva con la compagna e la loro bambina. Ma anche a Vallo della Lucania, dove l’uomo aveva lavorato come guardia giurata proprio all’ospedale “San Luca”, quando in in serata si è sparsa la voce. Roberto Sarno è definito da tutti come una persona sempre disponibile, che cercava di arrangiarsi dopo aver perso il lavoro. Purtroppo, non è la prima volta che episodi del genere finiscono in tragedia. Nel 2012 un’analoga vicenda si verificò a Sarno. Una donna di 31 anni, di nazionalità rumena, perse la vita precipitando dal secondo piano di una palazzina in via Sarno-Palma. La vittima era intenta a lavare i vetri delle finestre dell’appartamento quando perse l’equilibrio cadendo nel vuoto e battendo violentemente la testa al suolo. Una morte assurda, che scosse la piccola frazione di Foce. La Citta di Salerno