Fila liscio a Meta il primo weekend di fuoco

0

È entrata in vigore l’ordinanza del sindaco Tito

 

Meta – “Tutto e bene quel che finisce bene”, così si può parafrasare l’andazzo dei turisti pendolari nel primo weekend che hanno preso d’assalto le spiagge della cittadina costiera.

Dalla stazione della ex Circumvesuviana e fino alle spiagge di Meta e di Alimuri, il percorso di chi viene fuori dalla costiera sorrentina per andarsi a bagnare non ha riservato alcun disagio, anche sui treni che arrivano alla stazione.

A vigilare ed a far rispettare anche l’ordinanza del sindaco Tito sulle strade che portano dalla dall’impianto della strada ferrata ai lidi, c’erano le pattuglie sia della Polizia Locale che dei Carabinieri di Piano di Sorrento.

Il sindaco della cittadina costiera con l’avvicinarsi della stagione estiva ha emanato un’ordinanza nella quale si predisponevano tutte le misure di sicurezza da adottare con l’arrivare nei mesi estivi: provvedimenti sia di circolazione veicolare che pedonale. Nell’ordinanza, dopo aver premesso la notevole entità del turismo pendolare e di dover garantire la sicurezza nel percorso che va dalla stazione alle spiagge, ordinava sia il divieto di sosta, con rimozione forzata, lungo le strade che l’istituzione di un percorso pedonale, transennato, dove si poteva, sia con transenne che con nastro bicolore.

All’assalto dei turisti pendolari che vengono sia dalle zone vesuviane che da quelle limitrofe a Napoli, di domenica 14 giugno, grazie sia alla vigilanza assidua che alle misure adottate, tutto è filato liscio, anche sui treni che arrivavano e poi ripartivano nel pomeriggio, dalla costiera sorrentina.

E poi perché a vigilare, facendo la spola tra l’impianto della strada ferrata ed i lidi, c’era la pattuglia della Polizia Locale, coordinata dal capitano Rocco Borrelli, che teneva sotto controllo ed aveva l’occhio clinico sulle persone che camminavano lungo il tragitto. Poi a dare man forte c’erano i Carabinieri della Stazione di Piano di Sorrento, coordinati dal maresciallo maggiore Daniele De Marini, che non solo facevano anche loro la spola, ma che si sono posti ai varchi situati nella stazione anche per controllare se tutti avevano il biglietto.

Poi quando entra in vigore questa ordinanza, specie nelle domeniche o in altri giorni speciali, il traffico veicolare che deve andare verso le marine viene deviato per Via Marconi verso Via Municipio, solo quando c’è il passaggio dei bagnanti.

   Sindaco Giuseppe Tito (foto di Rosario Criscuolo)

 

GIUSEPPE SPASIANO

È entrata in vigore l’ordinanza del sindaco Tito

 

Meta“Tutto e bene quel che finisce bene”, così si può parafrasare l’andazzo dei turisti pendolari nel primo weekend che hanno preso d’assalto le spiagge della cittadina costiera.

Dalla stazione della ex Circumvesuviana e fino alle spiagge di Meta e di Alimuri, il percorso di chi viene fuori dalla costiera sorrentina per andarsi a bagnare non ha riservato alcun disagio, anche sui treni che arrivano alla stazione.

A vigilare ed a far rispettare anche l’ordinanza del sindaco Tito sulle strade che portano dalla dall’impianto della strada ferrata ai lidi, c’erano le pattuglie sia della Polizia Locale che dei Carabinieri di Piano di Sorrento.

Il sindaco della cittadina costiera con l’avvicinarsi della stagione estiva ha emanato un’ordinanza nella quale si predisponevano tutte le misure di sicurezza da adottare con l’arrivare nei mesi estivi: provvedimenti sia di circolazione veicolare che pedonale. Nell’ordinanza, dopo aver premesso la notevole entità del turismo pendolare e di dover garantire la sicurezza nel percorso che va dalla stazione alle spiagge, ordinava sia il divieto di sosta, con rimozione forzata, lungo le strade che l’istituzione di un percorso pedonale, transennato, dove si poteva, sia con transenne che con nastro bicolore.

All’assalto dei turisti pendolari che vengono sia dalle zone vesuviane che da quelle limitrofe a Napoli, di domenica 14 giugno, grazie sia alla vigilanza assidua che alle misure adottate, tutto è filato liscio, anche sui treni che arrivavano e poi ripartivano nel pomeriggio, dalla costiera sorrentina.

E poi perché a vigilare, facendo la spola tra l’impianto della strada ferrata ed i lidi, c’era la pattuglia della Polizia Locale, coordinata dal capitano Rocco Borrelli, che teneva sotto controllo ed aveva l’occhio clinico sulle persone che camminavano lungo il tragitto. Poi a dare man forte c’erano i Carabinieri della Stazione di Piano di Sorrento, coordinati dal maresciallo maggiore Daniele De Marini, che non solo facevano anche loro la spola, ma che si sono posti ai varchi situati nella stazione anche per controllare se tutti avevano il biglietto.

Poi quando entra in vigore questa ordinanza, specie nelle domeniche o in altri giorni speciali, il traffico veicolare che deve andare verso le marine viene deviato per Via Marconi verso Via Municipio, solo quando c’è il passaggio dei bagnanti.

   Sindaco Giuseppe Tito (foto di Rosario Criscuolo)

 

GIUSEPPE SPASIANO

Lascia una risposta