L’ARCA DEL TEMPO AD AGEROLA

0

In occasione del primo getto delle fondazioni per la struttura della Colonia Montana di Agerola, oggetto di un intervento di ristrutturazione di circa 19 milioni di euro, l’Amministrazione Comunale guidata da Luca Mascolo ha inteso celebrare il momento con un’iniziativa davvero curiosa e singolare, e dal forte impatto emotivo per la comunità virtuosa agerolese.
E’ stato praticamente seppellito sotto le fondazioni un “tesoro” da tramandare alle future generazioni, a quelle arriveranno dopo il 2215 come si legge dall’insegna in marmo apposta sopra l’Arca del Tempo. L’Arca del Tempo così è stata denominata questa iniziativa che ha visto in pratica seppellire sotto la colata di cemento una cassetta di acciaio, ben sigillata, contenente materiale sull’Agerola di oggi, gadget e souvenir, foto e calendari, libri e cd, un Rosario e una lettera indirizzata agli Agerolesi del Futuro che recita testualmente:
“E se immaginavate di trovare oro, ci siete arrivati. Guardatevi attorno, spostate lo sguardo verso il mare, abbracciate Agerola tutta: questa è la nostra ricchezza, il nostro vero tesoro.
Non ho paura del futuro, perchè oggi, nel nostro presente, nel passato che voi dovete difendere, noi ce la stiamo mettendo tutta.
Custodite il nostro impegno, il nostro lavoro, i progetti ed i sogni: noi siamo l’Agerola del 2015.
Adesso tocca a voi.
?#?ilmegliodeveancoravenire?”.
Immaginiamo lo stupore di chi magari fra 200 o 500 anni ritroverà questa cassetta. Immaginiamo già il forte impatto evocativo di una leggenda tramandata nei secoli, da padre in figlio, da nonno a nipote.
Scriveranno di questa scoperta i giornali di quel tempo.In occasione del primo getto delle fondazioni per la struttura della Colonia Montana di Agerola, oggetto di un intervento di ristrutturazione di circa 19 milioni di euro, l’Amministrazione Comunale guidata da Luca Mascolo ha inteso celebrare il momento con un’iniziativa davvero curiosa e singolare, e dal forte impatto emotivo per la comunità virtuosa agerolese.
E’ stato praticamente seppellito sotto le fondazioni un “tesoro” da tramandare alle future generazioni, a quelle arriveranno dopo il 2215 come si legge dall’insegna in marmo apposta sopra l’Arca del Tempo. L’Arca del Tempo così è stata denominata questa iniziativa che ha visto in pratica seppellire sotto la colata di cemento una cassetta di acciaio, ben sigillata, contenente materiale sull’Agerola di oggi, gadget e souvenir, foto e calendari, libri e cd, un Rosario e una lettera indirizzata agli Agerolesi del Futuro che recita testualmente:
“E se immaginavate di trovare oro, ci siete arrivati. Guardatevi attorno, spostate lo sguardo verso il mare, abbracciate Agerola tutta: questa è la nostra ricchezza, il nostro vero tesoro.
Non ho paura del futuro, perchè oggi, nel nostro presente, nel passato che voi dovete difendere, noi ce la stiamo mettendo tutta.
Custodite il nostro impegno, il nostro lavoro, i progetti ed i sogni: noi siamo l’Agerola del 2015.
Adesso tocca a voi.
?#?ilmegliodeveancoravenire?”.
Immaginiamo lo stupore di chi magari fra 200 o 500 anni ritroverà questa cassetta. Immaginiamo già il forte impatto evocativo di una leggenda tramandata nei secoli, da padre in figlio, da nonno a nipote.
Scriveranno di questa scoperta i giornali di quel tempo.