Ravello come Positano ausiliari del traffico con i propri fondi, a giorni anche Amalfi aspettando l’Anas

0

A Positano lo hanno capito da tre anni, dell’Anas e della Provincia di Salerno non c’è da fidarsi, e per evitare il collasso non hanno aspettato i fondi, evitando la meschina figura di tutta la costiera amalfitana fatta tre anni fa quando gli ausiliari vennero assoldati a ottobre, a stagione turistica finita. Il primo a seguire l’esempio della Città Romantica è stato il sindaco di Ravello Paolo Vuilleumier , la Città della Musica, infatti, ha da oggi anche essa due ausiliari, pagati con propri fondi in attesa di quelli dell’Anas, per evitare le tragedie degli ultimi week end che hanno messo in ginocchio il turismo. A giorni faranno lo stesso Amalfi, Minori e Maiori. Per settembre – ottobre, forse, quando non serviranno più, all’Anas e alla Provincia si sveglieranno “Ancora una volta, dopo accordi presi in Conferenza dei Sindaci, ci siamo fatti carico di affidare agli ausiliari del traffico un servizio prezioso per la viabilità sulla strada amalfitana – spiega il sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier – La presenza di addetti, servirà a limitare i disagi per residenti e turisti, troppo spesso condannati a lunghe code sotto il sole per raggiungere le proprie destinazioni. Ci auguriamo che l’Anas faccia al più presto fronte ai suoi impegni, erogando i fondi promessi per la stagione 2015”.

A Positano lo hanno capito da tre anni, dell'Anas e della Provincia di Salerno non c'è da fidarsi, e per evitare il collasso non hanno aspettato i fondi, evitando la meschina figura di tutta la costiera amalfitana fatta tre anni fa quando gli ausiliari vennero assoldati a ottobre, a stagione turistica finita. Il primo a seguire l'esempio della Città Romantica è stato il sindaco di Ravello Paolo Vuilleumier , la Città della Musica, infatti, ha da oggi anche essa due ausiliari, pagati con propri fondi in attesa di quelli dell'Anas, per evitare le tragedie degli ultimi week end che hanno messo in ginocchio il turismo. A giorni faranno lo stesso Amalfi, Minori e Maiori. Per settembre – ottobre, forse, quando non serviranno più, all'Anas e alla Provincia si sveglieranno “Ancora una volta, dopo accordi presi in Conferenza dei Sindaci, ci siamo fatti carico di affidare agli ausiliari del traffico un servizio prezioso per la viabilità sulla strada amalfitana – spiega il sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier – La presenza di addetti, servirà a limitare i disagi per residenti e turisti, troppo spesso condannati a lunghe code sotto il sole per raggiungere le proprie destinazioni. Ci auguriamo che l’Anas faccia al più presto fronte ai suoi impegni, erogando i fondi promessi per la stagione 2015”.