Che Sorrento arriverà?

0

Cosa accadrà dopo la retrocessione?

 

Sorrento – La cocente delusione della terza retrocessione consecutiva è quella che rilascerà il solco più profondo, ed il mugugno tra i tifosi è molto forte, ma nonostante il silenzio del dopo sconfitta della società, sembra che essa si stia muovendo.

Il presidente Genovese, che purtroppo non ha buon seguito tra i tifosi, stando alle sue parole, che quando venne disse che lui programmava la prossima annata già dei mesi prima, secondo delle voci in sottofondo, pare che qualcosa abbia in mente, forse la ricerca di un titolo di Serie D. Certo e che dopo tutta la bailamme che si susseguita in questa tragica annata (che non stiamo a ricordare) ed in quelle disastrate precedenti, che ha portato i colori rossoneri dalla 1^ Divisione di Lega Pro all’Eccellenza regionale, ci vorrebbe un radicale cambiamento, in tutto e per tutto, partendo da una società ben solida. L’essere spariti dopo la fatale sconfitta ed il silenzio che ne è seguito, ha messo in subbuglio un ambiente già scosso da tre morsi annuali di tarantola, ma probabilmente è stata una linea voluta e scelta. Come si potrebbe evincere, il presidente Genovese non vuole lasciare nulla di intentato. Certo che in questo periodo di crisi qualche, se non molte, società rischiano di sparire o di ripartire dalle serie minori, lasciando dei posti liberi o vendendosi i loro titoli. Ed allora perché non tentare la sorte di trovare un titolo della Serie D? Ma ora lasciando al lato le ipotesi, quello che ci vuole è che si crei una società che abbia una buona stabilità sia finanziaria che societaria, anche con dei ruoli stabiliti, che dia una forte fiducia e che sia ben vista da tutti (anche dall’amministrazione comunale) e specialmente dai tifosi. Ma il nodo che resta ne è un altro: il cospicuo debito: verrà saldato o si porteranno i libri contabili in tribunale per il fallimento? Vedremo se in questa settimana qualcosa si muoverà. Fino a questo momento le grigie nuvole temporalesche coprono la testa della società e non si vede uno spiraglio di sereno. La tenacia del presidente Genovese di continuare prevarrà o dovrà alzare bandiera bianca? La risposta la si saprà con il corso del tempo e chissà se non ci saranno delle sorprese.

 

GIUSEPPE SPASIANO

Cosa accadrà dopo la retrocessione?

 

Sorrento – La cocente delusione della terza retrocessione consecutiva è quella che rilascerà il solco più profondo, ed il mugugno tra i tifosi è molto forte, ma nonostante il silenzio del dopo sconfitta della società, sembra che essa si stia muovendo.

Il presidente Genovese, che purtroppo non ha buon seguito tra i tifosi, stando alle sue parole, che quando venne disse che lui programmava la prossima annata già dei mesi prima, secondo delle voci in sottofondo, pare che qualcosa abbia in mente, forse la ricerca di un titolo di Serie D. Certo e che dopo tutta la bailamme che si susseguita in questa tragica annata (che non stiamo a ricordare) ed in quelle disastrate precedenti, che ha portato i colori rossoneri dalla 1^ Divisione di Lega Pro all’Eccellenza regionale, ci vorrebbe un radicale cambiamento, in tutto e per tutto, partendo da una società ben solida. L’essere spariti dopo la fatale sconfitta ed il silenzio che ne è seguito, ha messo in subbuglio un ambiente già scosso da tre morsi annuali di tarantola, ma probabilmente è stata una linea voluta e scelta. Come si potrebbe evincere, il presidente Genovese non vuole lasciare nulla di intentato. Certo che in questo periodo di crisi qualche, se non molte, società rischiano di sparire o di ripartire dalle serie minori, lasciando dei posti liberi o vendendosi i loro titoli. Ed allora perché non tentare la sorte di trovare un titolo della Serie D? Ma ora lasciando al lato le ipotesi, quello che ci vuole è che si crei una società che abbia una buona stabilità sia finanziaria che societaria, anche con dei ruoli stabiliti, che dia una forte fiducia e che sia ben vista da tutti (anche dall’amministrazione comunale) e specialmente dai tifosi. Ma il nodo che resta ne è un altro: il cospicuo debito: verrà saldato o si porteranno i libri contabili in tribunale per il fallimento? Vedremo se in questa settimana qualcosa si muoverà. Fino a questo momento le grigie nuvole temporalesche coprono la testa della società e non si vede uno spiraglio di sereno. La tenacia del presidente Genovese di continuare prevarrà o dovrà alzare bandiera bianca? La risposta la si saprà con il corso del tempo e chissà se non ci saranno delle sorprese.

 

GIUSEPPE SPASIANO