Napoli. Palazzo Reale. “Murat. A passo di carica.” Fino al 18.10.2015.

0

Articolo di Maurizio Vitiello – E’ in corso la mostra “Murat. A Passo di carica.” Fino al 18 ottobre 2015.

Al Palazzo Reale di Napoli, dimora di Giuseppe Bonaparte e poi di Gioacchino e della sua sposa Carolina, sorella di Napoleone, una mostra sulle sorti europee di Murat, grande figura militare e politica dell’Europa napoleonica, ma anche precursore dell’Unità d’Italia.

#Murat : Mostra A passo di carica
18 Maggio > 18 Ottobre 2015

Nel 1815 finiva il decennio francese di Napoli, periodo caratterizzato da una forte presenza francese e da scambi che hanno poi marcato l’entrata del sud Italia nella modernità.
L’epoca si concluse a Pizzo Calabro, dove Murat, re di Napoli , fu fucilato dopo un processo sommario.
L’Istituto francese di Napoli con il Comitato nazionale per il Bicentenario del Decennio, il Palazzo Reale di Napoli, dimora di Giuseppe Bonaparte e poi di Gioacchino e della sua sposa Carolina, sorella di Napoleone, hanno organizzato insieme una mostra sulle sorti europee di Murat, grande figura militare e politica dell’Europa napoleonica ma anche precursore dell’Unità d’Italia.
La mostra ha beneficiato dei prestiti della Fondazione Napoleone, del Musée de l’Armée di Parigi, e di numerose istituzioni pubbliche e di collezionisti privati italiani.
Quadri, gioielli, uniformi di prestigio richiamano i numerosi accadimenti del periodo franco-italiano.
Assolutamente, da vedere.

Maurizio Vitiello

 

Articolo di Maurizio Vitiello – E’ in corso la mostra “Murat. A Passo di carica.” Fino al 18 ottobre 2015.

Al Palazzo Reale di Napoli, dimora di Giuseppe Bonaparte e poi di Gioacchino e della sua sposa Carolina, sorella di Napoleone, una mostra sulle sorti europee di Murat, grande figura militare e politica dell’Europa napoleonica, ma anche precursore dell’Unità d’Italia.

#Murat : Mostra A passo di carica
18 Maggio > 18 Ottobre 2015

Nel 1815 finiva il decennio francese di Napoli, periodo caratterizzato da una forte presenza francese e da scambi che hanno poi marcato l’entrata del sud Italia nella modernità.
L’epoca si concluse a Pizzo Calabro, dove Murat, re di Napoli , fu fucilato dopo un processo sommario.
L’Istituto francese di Napoli con il Comitato nazionale per il Bicentenario del Decennio, il Palazzo Reale di Napoli, dimora di Giuseppe Bonaparte e poi di Gioacchino e della sua sposa Carolina, sorella di Napoleone, hanno organizzato insieme una mostra sulle sorti europee di Murat, grande figura militare e politica dell’Europa napoleonica ma anche precursore dell’Unità d’Italia.
La mostra ha beneficiato dei prestiti della Fondazione Napoleone, del Musée de l’Armée di Parigi, e di numerose istituzioni pubbliche e di collezionisti privati italiani.
Quadri, gioielli, uniformi di prestigio richiamano i numerosi accadimenti del periodo franco-italiano.
Assolutamente, da vedere.

Maurizio Vitiello