Massa Lubrense Lello Staiano leader a tutto campo “Un futuro concreto contro bugie promesse da incompetenti”

0

Ci siamo. E’ stata una campagna elettorale lunga e intensa.
Sento innanzitutto il dovere di dire che i cittadini meritano più rispetto.
Tanti, troppi cittadini sono stati “tormentati” da alcuni candidati in questa campagna elettorale. A tutti questi cittadini voglio esprimere la mia vicinanza e voglio anche dire che da parte mia c’è stato l’impegno e la richiesta costante di avere rispetto per gli elettori.
Capisco che in campagna elettorale bisogna alzare i toni, ma tutto ha un limite. Non riesco a comprendere come sia possibile dire alcune cose e come sia possibile prometterne altre completamente fuori dalla realtà. Non c’è rispetto per i cittadini.

Ci fai qualche esempio.
Fanno solo promesse irrealizzabili. In tutta la mia vita in cui credo e spero di essere stato un buon cristiano, ho seguito un principio: mai, mai, mai speculare sui sogni e sui bisogni delle persone. Non c’è cosa più vergognosa! Perché quando qualcuno sogna qualcosa o ha bisogno di qualcosa, promettergliela, sapendo di non poter mantenere quell’impegno, è un delitto inaccettabile perché è compiuto con l’aggravante di carpire la fiducia di una persona più debole, perché in difficoltà o perché aggrappata ad una speranza.
Parliamo della pagina vergognosa del palazzetto dello sport a Monticchio.
Voglio sorvolare sull’aspetto che è identico a quello realizzato nella città francese di Tours. Anche se avrei preferito che i cittadini lo sapessero al momento della presentazione in Piazza a Monticchio e non solo dopo che qualcuno lo ha scoperto. Ma ripeto, sorvoliamo su questo aspetto. Quello che trovo ancora più inaccettabile è la presa in giro ai cittadini. 1 – Come si fa a dire che c’è un progetto pronto (vedi locandina e comunicato stampa del Patto) quando, invece, un progetto non c’è? Peggio ancora la toppa che hanno messo, quando hanno smentito loro stessi con un altro comunicato in cui sostenevano che non avevamo mai detto che c’era il progetto.
2- Come si fa ad avere la spudoratezza di dire in una piazza a cittadini e giovani onesti e speranzosi che si regala un progetto già elaborato quando invece non esiste nulla se non delle foto prese da internet di un’opera che sta in Francia?
3 – Come si fa a dire che si realizzerà un’opera così importante di cui poi hanno ammesso di non avere nemmeno ancora il progetto in 5 anni? In Francia ci sono voluti 6 anni solo per i lavori e qui mancano ancora progetti, autorizzazioni ed espropri dei terreni.
4 – Come si fa a dire che si realizza qualcosa in 5 anni, senza dire nemmeno una parola sui costi e su dove reperire le risorse per la realizzazione?
Tutti questi interrogativi hanno una sola risposta: totale mancanza di rispetto per l’intelligenza dei cittadini massesi e nel caso specifico dei giovani massesi.

Davvero sconcertante. Facci altri esempi?
Il ricorso alla promessa irrealizzabile, all’illusione e alle bugie è una costante. E ripeto è grave perché il cittadino che ha delle difficoltà è un cittadino che va aiutato e non preso in giro! Ci sono aziende che in questi ultimi anni hanno avuto difficoltà e, però, magicamente dicono che assumeranno decine di persone nelle prossime settimane.
Oppure ci sono promesse su opere pubbliche incredibili, senza considerare, come per il palazzetto dello sport, nessun tipo di aspetto. O ancora, si promettono svolte in tema di condono edilizio quando la parola sul famoso terzo condono spetta soltanto al Parlamento.
Inoltre, c’è il ricorso alla mistificazione della realtà, come le bufale raccontate sulla convocazione del Consiglio comunale che si terrà il 30 e che praticamente tutti i Comuni che vanno al voto faranno (vedi Sorrento). Oppure sull’accisa Enel o ancora sulle strade dove si sostiene la menzogna che solo per le elezioni si stanno asfaltando, quando, invece, è noto che era necessario prima terminare i lavori di metanizzazione.

A proposito di parlamento, hai organizzato un convegno con parlamentari, giudici e professori universitari. Una manifestazione così non si era mai vista a Massa Lubrense.
In questi anni ho lavorato tantissimo per riuscire a costruire buoni rapporti in tutti gli enti sovracomunali. Questi rapporti li ho sempre messi a disposizione di Massa Lubrense. Ho sempre cercato di avere rapporti sia a destra che a sinistra perché per me la priorità è il bene di Massa Lubrense. Ci sono state tante occasioni in cui avere interlocuzioni a livello di Provincia, Regione e Parlamento hanno permesso al nostro territorio di risolvere problemi, vedi caso Sita/Regione, vedi velocizzazione iter Punta Campanella, vedi ripascimento spiagge, vedi Ipab, solo per citarne alcuni.
Costituirò un’associazione che chiamerò “Amici di Massa Lubrense” dove ho già invitato ad aderire politici, industriali, grandi manager, giornalisti, accademici ed esperti di settori come pesca e agricoltura. Questa associazione avrà lo scopo di promuovere Massa Lubrense in tutti i modi possibili.

A proposito di giovani. Parlaci dell’iniziativa Start up e Imprenditoria Giovanile
I giovani devono diventare i protagonisti di Massa Lubrense a cominciare dal lavoro.
In questi anni parlando con tanti giovani massesi, ho potuto constatare quante idee e iniziative di grande qualità ci sono sul nostro territorio e quante ce ne potrebbero essere in più, se l’accesso al credito bancario fosse più aperto a tutti.
Il Progetto “Start Up e Imprenditoria Giovanile” si pone l’obiettivo di sostenere le nuove Start up e lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile, contribuendo alla nascita di nuove imprese, nonché allo sviluppo di quelle già esistenti.
Sono convinto che questo progetto potrà dar vita a tanti sogni imprenditoriali dei nostri giovani, stimolando la creazione di nuove imprese o sostenendo quelle già faticosamente avviate.

Se chiedo al cittadino Lello di guardare dall’esterno gli amministratori comunali tutti, cosa ha visto in questi cinque anni?
Innanzitutto ho visto in maniera chiara due cose: la presenza e l’assenza.
La presenza della maggioranza. Gli amministratori uscenti hanno lavorato tantissimo. Non c’è giorno in cui gli amministratori di Insieme per Massa Lubrense non abbiamo varcato la soglia del Comune per lavorare col massimo impegno al servizio della cittadinanza massese.
Poi ho visto l’assenza di Patto con la Città. Hanno completamente rinunciato a fare l’opposizione. Molti di loro hanno abbandonato la loro funzione di rappresentanza, addirittura in alcuni casi non presentandosi nemmeno ai Consigli comunali. Adesso vanno in Piazza, ma perché non dicono ai cittadini cosa hanno fatti in questi anni e in quelli passati dove avevano responsabilità dirette di amministrazione. La risposta è: niente di niente! Adesso a pochi mesi dalle elezioni si agitano e si spacciano per nuovo. Altra incredibile bugia. L’altra lista è composta da gente che amministra chi da 20 anni, chi da 15 e chi da 10 senza considerare che padri e padrini di tanti candidati hanno amministrato negli ultimi 30 anni. Insomma sempre le stesse persone, sempre le stesse famiglie da 30 anni. Questo vi sembra il cambiamento?
Inoltre, hanno ripetutamente dichiarato in pubblico che non si sarebbero candidati perché non andavano d’accordo o perché nutrivano ambizioni personali di leadership. Poi magicamente arrivano manovratori fuori e dentro il Comune e li obbligano a sedersi allo stesso tavolo. La cosa grave è che questi manovratori sono tutti NON candidati. E allora mi chiedo e chiedo ai cittadini: ma chi è che ha deciso gli accordi? Cosa avranno in cambio? Per quanto riguarda uno dei tre, anzi dei quattro, la risposta è nota: in cambio è stato messo sul piatto l’assessorato all’urbanistica. Ma per gli altri? Cosa c’è? Tutto questo è molto grave perché non è trasparente. In un Comune sano chi vuole avere un ruolo in amministrazione si deve candidare, ci deve mettere la faccia, DEVE CHIEDERE IL PERMESSO AGLI ELETTORI.

Dove sta Massa Lubrense oggi?
Massa Lubrense oggi è un comune conosciuto in Italia e nel mondo come un comune virtuoso, ben amministrato e con un turismo che fa invidia a tanti.
Massa Lubrense oggi è la perla della penisola sorrentina e questo risultato è stato possibile grazie alla collaborazione tra i cittadini massesi e l’amministrazione che ha potuto così vincere sfide importanti. L’amministrazione ha saputo fare il proprio compito. Lo dico sempre anche ai parlamentari: Massa Lubrense è un esempio per tutta l’Italia. Prendiamo la raccolta differenziata. L’amministrazione comunale ha fatto un lavoro straordinario, ma senza la collaborazione attiva dei massesi e del loro senso civico non avremmo potuto ottenere quel risultato straordinario che ci colloca tra le realtà più virtuose d’Italia.
Parliamo di Turismo. Tanti purtroppo ne parlano a vuoto. Innanzitutto mi viene da chiedere: ma nell’altra lista chi ha davvero competenze nel Turismo?
Per incrementare il nostro settore turistico è stato necessario in questi anni compiere un’opera di tutela, sviluppo e promozione del territorio. La promozione dei nostri meravigliosi luoghi passa anche attraverso i riconoscimenti nazionali ed internazionali. Pensiamo a tutto il lavoro fatto per l’ambiente che ci ha portato per 8 anni consecutivi all’ottenimento della Bandiera Blu. Tutti i media hanno dato tanta visibilità a questo riconoscimento e di conseguenza le presenze turistiche sono aumentate. Ricordiamoci inoltre delle tante trasmissioni televisive che abbiamo fatto. Poi c’è lo sviluppo della sentieristica, il ripascimento delle spiagge, già fatto in passato e che sarà replicato a Nerano nella zona del Venione come mi hanno già assicurato in Provincia (oggi città metropolitana) e Regione.
Un’intervista non è sufficiente per poter raccontare tutto, ma è importante anche ricordare che abbiamo le aliquote d’imposta più basse di tutta la penisola sorrentina.

Che pensiero senti di condividere con gli elettori di Massa Lubrense.
Domenica si decide il futuro di questa terra, della terra di noi tutti e delle generazioni che verranno.
Riflettete scrupolosamente e valutate con attenzione le due squadre in campo.
Il nostro è un Gruppo di giovani, donne di qualità ed uomini di esperienza che amano il proprio Paese. Un gruppo di persone che stanno insieme per convinzione e NON per convenienza.
In campagna elettorale è facile spacciarsi per quello che non si è, o non si è stati nel corso della propria vita. Le nostre storie e i nostri valori parlano per noi.
E’ SOLO INSIEME A VOI CHE POSSIAMO FARCELA!
Ed è con VOI che vogliamo andare avanti: INSIEME.
INSIEME PER MASSA LUBRENSE!Ci siamo. E’ stata una campagna elettorale lunga e intensa.
Sento innanzitutto il dovere di dire che i cittadini meritano più rispetto.
Tanti, troppi cittadini sono stati “tormentati” da alcuni candidati in questa campagna elettorale. A tutti questi cittadini voglio esprimere la mia vicinanza e voglio anche dire che da parte mia c’è stato l’impegno e la richiesta costante di avere rispetto per gli elettori.
Capisco che in campagna elettorale bisogna alzare i toni, ma tutto ha un limite. Non riesco a comprendere come sia possibile dire alcune cose e come sia possibile prometterne altre completamente fuori dalla realtà. Non c’è rispetto per i cittadini.

Ci fai qualche esempio.
Fanno solo promesse irrealizzabili. In tutta la mia vita in cui credo e spero di essere stato un buon cristiano, ho seguito un principio: mai, mai, mai speculare sui sogni e sui bisogni delle persone. Non c’è cosa più vergognosa! Perché quando qualcuno sogna qualcosa o ha bisogno di qualcosa, promettergliela, sapendo di non poter mantenere quell’impegno, è un delitto inaccettabile perché è compiuto con l’aggravante di carpire la fiducia di una persona più debole, perché in difficoltà o perché aggrappata ad una speranza.
Parliamo della pagina vergognosa del palazzetto dello sport a Monticchio.
Voglio sorvolare sull’aspetto che è identico a quello realizzato nella città francese di Tours. Anche se avrei preferito che i cittadini lo sapessero al momento della presentazione in Piazza a Monticchio e non solo dopo che qualcuno lo ha scoperto. Ma ripeto, sorvoliamo su questo aspetto. Quello che trovo ancora più inaccettabile è la presa in giro ai cittadini. 1 – Come si fa a dire che c’è un progetto pronto (vedi locandina e comunicato stampa del Patto) quando, invece, un progetto non c’è? Peggio ancora la toppa che hanno messo, quando hanno smentito loro stessi con un altro comunicato in cui sostenevano che non avevamo mai detto che c’era il progetto.
2- Come si fa ad avere la spudoratezza di dire in una piazza a cittadini e giovani onesti e speranzosi che si regala un progetto già elaborato quando invece non esiste nulla se non delle foto prese da internet di un’opera che sta in Francia?
3 – Come si fa a dire che si realizzerà un’opera così importante di cui poi hanno ammesso di non avere nemmeno ancora il progetto in 5 anni? In Francia ci sono voluti 6 anni solo per i lavori e qui mancano ancora progetti, autorizzazioni ed espropri dei terreni.
4 – Come si fa a dire che si realizza qualcosa in 5 anni, senza dire nemmeno una parola sui costi e su dove reperire le risorse per la realizzazione?
Tutti questi interrogativi hanno una sola risposta: totale mancanza di rispetto per l’intelligenza dei cittadini massesi e nel caso specifico dei giovani massesi.

Davvero sconcertante. Facci altri esempi?
Il ricorso alla promessa irrealizzabile, all’illusione e alle bugie è una costante. E ripeto è grave perché il cittadino che ha delle difficoltà è un cittadino che va aiutato e non preso in giro! Ci sono aziende che in questi ultimi anni hanno avuto difficoltà e, però, magicamente dicono che assumeranno decine di persone nelle prossime settimane.
Oppure ci sono promesse su opere pubbliche incredibili, senza considerare, come per il palazzetto dello sport, nessun tipo di aspetto. O ancora, si promettono svolte in tema di condono edilizio quando la parola sul famoso terzo condono spetta soltanto al Parlamento.
Inoltre, c’è il ricorso alla mistificazione della realtà, come le bufale raccontate sulla convocazione del Consiglio comunale che si terrà il 30 e che praticamente tutti i Comuni che vanno al voto faranno (vedi Sorrento). Oppure sull’accisa Enel o ancora sulle strade dove si sostiene la menzogna che solo per le elezioni si stanno asfaltando, quando, invece, è noto che era necessario prima terminare i lavori di metanizzazione.

A proposito di parlamento, hai organizzato un convegno con parlamentari, giudici e professori universitari. Una manifestazione così non si era mai vista a Massa Lubrense.
In questi anni ho lavorato tantissimo per riuscire a costruire buoni rapporti in tutti gli enti sovracomunali. Questi rapporti li ho sempre messi a disposizione di Massa Lubrense. Ho sempre cercato di avere rapporti sia a destra che a sinistra perché per me la priorità è il bene di Massa Lubrense. Ci sono state tante occasioni in cui avere interlocuzioni a livello di Provincia, Regione e Parlamento hanno permesso al nostro territorio di risolvere problemi, vedi caso Sita/Regione, vedi velocizzazione iter Punta Campanella, vedi ripascimento spiagge, vedi Ipab, solo per citarne alcuni.
Costituirò un’associazione che chiamerò “Amici di Massa Lubrense” dove ho già invitato ad aderire politici, industriali, grandi manager, giornalisti, accademici ed esperti di settori come pesca e agricoltura. Questa associazione avrà lo scopo di promuovere Massa Lubrense in tutti i modi possibili.

A proposito di giovani. Parlaci dell’iniziativa Start up e Imprenditoria Giovanile
I giovani devono diventare i protagonisti di Massa Lubrense a cominciare dal lavoro.
In questi anni parlando con tanti giovani massesi, ho potuto constatare quante idee e iniziative di grande qualità ci sono sul nostro territorio e quante ce ne potrebbero essere in più, se l’accesso al credito bancario fosse più aperto a tutti.
Il Progetto “Start Up e Imprenditoria Giovanile” si pone l’obiettivo di sostenere le nuove Start up e lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile, contribuendo alla nascita di nuove imprese, nonché allo sviluppo di quelle già esistenti.
Sono convinto che questo progetto potrà dar vita a tanti sogni imprenditoriali dei nostri giovani, stimolando la creazione di nuove imprese o sostenendo quelle già faticosamente avviate.

Se chiedo al cittadino Lello di guardare dall’esterno gli amministratori comunali tutti, cosa ha visto in questi cinque anni?
Innanzitutto ho visto in maniera chiara due cose: la presenza e l’assenza.
La presenza della maggioranza. Gli amministratori uscenti hanno lavorato tantissimo. Non c’è giorno in cui gli amministratori di Insieme per Massa Lubrense non abbiamo varcato la soglia del Comune per lavorare col massimo impegno al servizio della cittadinanza massese.
Poi ho visto l’assenza di Patto con la Città. Hanno completamente rinunciato a fare l’opposizione. Molti di loro hanno abbandonato la loro funzione di rappresentanza, addirittura in alcuni casi non presentandosi nemmeno ai Consigli comunali. Adesso vanno in Piazza, ma perché non dicono ai cittadini cosa hanno fatti in questi anni e in quelli passati dove avevano responsabilità dirette di amministrazione. La risposta è: niente di niente! Adesso a pochi mesi dalle elezioni si agitano e si spacciano per nuovo. Altra incredibile bugia. L’altra lista è composta da gente che amministra chi da 20 anni, chi da 15 e chi da 10 senza considerare che padri e padrini di tanti candidati hanno amministrato negli ultimi 30 anni. Insomma sempre le stesse persone, sempre le stesse famiglie da 30 anni. Questo vi sembra il cambiamento?
Inoltre, hanno ripetutamente dichiarato in pubblico che non si sarebbero candidati perché non andavano d’accordo o perché nutrivano ambizioni personali di leadership. Poi magicamente arrivano manovratori fuori e dentro il Comune e li obbligano a sedersi allo stesso tavolo. La cosa grave è che questi manovratori sono tutti NON candidati. E allora mi chiedo e chiedo ai cittadini: ma chi è che ha deciso gli accordi? Cosa avranno in cambio? Per quanto riguarda uno dei tre, anzi dei quattro, la risposta è nota: in cambio è stato messo sul piatto l’assessorato all’urbanistica. Ma per gli altri? Cosa c’è? Tutto questo è molto grave perché non è trasparente. In un Comune sano chi vuole avere un ruolo in amministrazione si deve candidare, ci deve mettere la faccia, DEVE CHIEDERE IL PERMESSO AGLI ELETTORI.

Dove sta Massa Lubrense oggi?
Massa Lubrense oggi è un comune conosciuto in Italia e nel mondo come un comune virtuoso, ben amministrato e con un turismo che fa invidia a tanti.
Massa Lubrense oggi è la perla della penisola sorrentina e questo risultato è stato possibile grazie alla collaborazione tra i cittadini massesi e l’amministrazione che ha potuto così vincere sfide importanti. L’amministrazione ha saputo fare il proprio compito. Lo dico sempre anche ai parlamentari: Massa Lubrense è un esempio per tutta l’Italia. Prendiamo la raccolta differenziata. L’amministrazione comunale ha fatto un lavoro straordinario, ma senza la collaborazione attiva dei massesi e del loro senso civico non avremmo potuto ottenere quel risultato straordinario che ci colloca tra le realtà più virtuose d’Italia.
Parliamo di Turismo. Tanti purtroppo ne parlano a vuoto. Innanzitutto mi viene da chiedere: ma nell’altra lista chi ha davvero competenze nel Turismo?
Per incrementare il nostro settore turistico è stato necessario in questi anni compiere un’opera di tutela, sviluppo e promozione del territorio. La promozione dei nostri meravigliosi luoghi passa anche attraverso i riconoscimenti nazionali ed internazionali. Pensiamo a tutto il lavoro fatto per l’ambiente che ci ha portato per 8 anni consecutivi all’ottenimento della Bandiera Blu. Tutti i media hanno dato tanta visibilità a questo riconoscimento e di conseguenza le presenze turistiche sono aumentate. Ricordiamoci inoltre delle tante trasmissioni televisive che abbiamo fatto. Poi c’è lo sviluppo della sentieristica, il ripascimento delle spiagge, già fatto in passato e che sarà replicato a Nerano nella zona del Venione come mi hanno già assicurato in Provincia (oggi città metropolitana) e Regione.
Un’intervista non è sufficiente per poter raccontare tutto, ma è importante anche ricordare che abbiamo le aliquote d’imposta più basse di tutta la penisola sorrentina.

Che pensiero senti di condividere con gli elettori di Massa Lubrense.
Domenica si decide il futuro di questa terra, della terra di noi tutti e delle generazioni che verranno.
Riflettete scrupolosamente e valutate con attenzione le due squadre in campo.
Il nostro è un Gruppo di giovani, donne di qualità ed uomini di esperienza che amano il proprio Paese. Un gruppo di persone che stanno insieme per convinzione e NON per convenienza.
In campagna elettorale è facile spacciarsi per quello che non si è, o non si è stati nel corso della propria vita. Le nostre storie e i nostri valori parlano per noi.
E’ SOLO INSIEME A VOI CHE POSSIAMO FARCELA!
Ed è con VOI che vogliamo andare avanti: INSIEME.
INSIEME PER MASSA LUBRENSE!