MINORI (costa d’Amalfi) – Ritrovato fungo allucinogeno agli scavi della Villa Romana marittima (VIDEO)

0

MINORI (COSTA D’AMALFI) Importantissima scoperta scientifica a Minori.

Negli ambienti dell’antica villa Romana marittima, sito archeologico risalente al I secolo d.C., sono stati rinvenuti alcuni esemplari del “Psilocybe semilanceata chiazzato”, fungo dai potentissimi effetti allucinogeni che gli studiosi di tutto il mondo ritenevano si fosse estinto da almeno due secoli. E’ stato il famoso biologo inglese Brad Storm (due volte vincitore del British biology award) in vacanza a Minori ad effettuare l’incredibile ritrovamento, per puro caso, visitando alcuni ambienti di solito chiusi al pubblico e notando la presenza dei funghi a causa del forte odore che emanavano.

Si tratta di una scoperta che, se confermata, potrà avere una serie di conseguenze impreviste, in quanto il fungo scoperto è in grado di diffondere nell’aria delle sostanze che potrebbero essere responsabili di una serie di effetti, che alterano l’attività psicologica e mentale degli esseri umani.

In paese il ritrovamento del fungo non ha destato molto stupore in quanto questo spiegherebbe i casi di comportamenti ritenuti inconsueti, che negli ultimi tempi sono in rapido aumento.

IN ESCLUSIVA IL VIDEO CON LE PAROLE DEL BIOLOGO STORM

A cura dell’Assessorato al NullaMINORI (COSTA D’AMALFI) Importantissima scoperta scientifica a Minori.

Negli ambienti dell’antica villa Romana marittima, sito archeologico risalente al I secolo d.C., sono stati rinvenuti alcuni esemplari del “Psilocybe semilanceata chiazzato”, fungo dai potentissimi effetti allucinogeni che gli studiosi di tutto il mondo ritenevano si fosse estinto da almeno due secoli. E’ stato il famoso biologo inglese Brad Storm (due volte vincitore del British biology award) in vacanza a Minori ad effettuare l’incredibile ritrovamento, per puro caso, visitando alcuni ambienti di solito chiusi al pubblico e notando la presenza dei funghi a causa del forte odore che emanavano.

Si tratta di una scoperta che, se confermata, potrà avere una serie di conseguenze impreviste, in quanto il fungo scoperto è in grado di diffondere nell’aria delle sostanze che potrebbero essere responsabili di una serie di effetti, che alterano l’attività psicologica e mentale degli esseri umani.

In paese il ritrovamento del fungo non ha destato molto stupore in quanto questo spiegherebbe i casi di comportamenti ritenuti inconsueti, che negli ultimi tempi sono in rapido aumento.

IN ESCLUSIVA IL VIDEO CON LE PAROLE DEL BIOLOGO STORM

A cura dell’Assessorato al Nulla