Nocera Inferiore. Blitz negli esercizi pubblici, 52 denunciati. Trasmesse partite di calcio con abbonamenti familiari

0

Nocera Inferiore. Controlli a tappeto degli esercizi pubblici nell’Agro nocerino sarnese effettuati dai carabinieri della Compagnia di Nocera Inferiore con la partecipazione del personale ispettivo delle società “Sky” e “Mediaset Premium”. Sono risultati, infatti, ventotto gli esercizi commerciali che utilizzavano, per la diffusione in pubblico di partite di calcio trasmesse dalle emittenti tv “a pagamento”, i contratti stipulati ad uso familiare/residenziale anziché quelli prescritti per finalità commerciali. I controlli sono stati effettuati durante il mese di maggio in occasione degli incontri sportivi del campionato di calcio di serie “A” presso bar, ristoranti, pizzerie e circoli ricreativi. Si tratta di una violazione delle norme sul diritto d’autore che vieta la diffusione a scopo di lucro di trasmissioni criptate se non in presenza di contratti specifici. Denunciate all’Autorità giudiziaria cinquantadue persone, tra gestori di esercizi commerciali e titolari delle smart card, sorpresi a diffondere in pubblico le immagini di incontri di calcio per uso domestico in luogo di quelle per uso commerciale, sottoponendo a sequestro altrettanti decoder e schede per pay-tv. (La Città di Salerno)

Nocera Inferiore. Controlli a tappeto degli esercizi pubblici nell'Agro nocerino sarnese effettuati dai carabinieri della Compagnia di Nocera Inferiore con la partecipazione del personale ispettivo delle società “Sky” e “Mediaset Premium”. Sono risultati, infatti, ventotto gli esercizi commerciali che utilizzavano, per la diffusione in pubblico di partite di calcio trasmesse dalle emittenti tv “a pagamento”, i contratti stipulati ad uso familiare/residenziale anziché quelli prescritti per finalità commerciali. I controlli sono stati effettuati durante il mese di maggio in occasione degli incontri sportivi del campionato di calcio di serie “A” presso bar, ristoranti, pizzerie e circoli ricreativi. Si tratta di una violazione delle norme sul diritto d’autore che vieta la diffusione a scopo di lucro di trasmissioni criptate se non in presenza di contratti specifici. Denunciate all’Autorità giudiziaria cinquantadue persone, tra gestori di esercizi commerciali e titolari delle smart card, sorpresi a diffondere in pubblico le immagini di incontri di calcio per uso domestico in luogo di quelle per uso commerciale, sottoponendo a sequestro altrettanti decoder e schede per pay-tv. (La Città di Salerno)