Capri no alla TASI sulle prime Case

0

 Capri no alla TASI sulle prime Case  comunicato: “Ricorderete che lo scorso anno, per coprire anche spese già impegnate dalla precedente amministrazione che aveva spostato il problema al dopo-elezioni, siamo stati costretti ad imporre un’aliquota minima sulle prime case dei soggetti al di sopra di un certo indice Isee. Successivamente – continua l’amministrazione – siamo riusciti a restituire parte di questo gettito ad alcune categorie in virtù di un incasso superiore al previsto. Per quest’anno, annunciamo con soddisfazione che l’indicazione della Giunta deliberata venerdì scorso in vista del Consiglio Comunale odierno è stata per l’esenzione della Tasi per l’abitazione principale, escluse le categorie cd. di lusso (abitazioni signorili, ville, castelli, etc.). Precisiamo – continua la nota – che il minor gettito che deriverà da questa esenzione rispetto allo scorso anno non sarà caricato con aumenti sulle altre tipologie di immobili, per cui si tratta di una diminuzione di tasse reale a beneficio dei cittadini su un bene patrimoniale che sappiamo essere spesso frutto di sacrifici. Riteniamo che questo sia frutto della nostra programmazione di bilancio, portata con serietà e rigore anche grazie al lavoro del nostro Vincenzo Ruggiero, senza proclami ed impegni presi ‘in bianco’ quando non si poteva, alla luce delle possibilità create da risparmi di spesa, da una politica seria in materia di entrate che consente flussi di cassa regolari. Crediamo – conclude la nota dell’amministrazione – che questo rappresenti la dimostrazione chiara della nostra volontà di cercare sempre di venire incontro, secondo responsabilità, alle esigenze dei cittadini”.

 Capri no alla TASI sulle prime Case  comunicato: "Ricorderete che lo scorso anno, per coprire anche spese già impegnate dalla precedente amministrazione che aveva spostato il problema al dopo-elezioni, siamo stati costretti ad imporre un'aliquota minima sulle prime case dei soggetti al di sopra di un certo indice Isee. Successivamente – continua l’amministrazione – siamo riusciti a restituire parte di questo gettito ad alcune categorie in virtù di un incasso superiore al previsto. Per quest'anno, annunciamo con soddisfazione che l'indicazione della Giunta deliberata venerdì scorso in vista del Consiglio Comunale odierno è stata per l'esenzione della Tasi per l'abitazione principale, escluse le categorie cd. di lusso (abitazioni signorili, ville, castelli, etc.). Precisiamo – continua la nota – che il minor gettito che deriverà da questa esenzione rispetto allo scorso anno non sarà caricato con aumenti sulle altre tipologie di immobili, per cui si tratta di una diminuzione di tasse reale a beneficio dei cittadini su un bene patrimoniale che sappiamo essere spesso frutto di sacrifici. Riteniamo che questo sia frutto della nostra programmazione di bilancio, portata con serietà e rigore anche grazie al lavoro del nostro Vincenzo Ruggiero, senza proclami ed impegni presi ‘in bianco’ quando non si poteva, alla luce delle possibilità create da risparmi di spesa, da una politica seria in materia di entrate che consente flussi di cassa regolari. Crediamo – conclude la nota dell’amministrazione – che questo rappresenti la dimostrazione chiara della nostra volontà di cercare sempre di venire incontro, secondo responsabilità, alle esigenze dei cittadini”.