Napoli, si barrica in casa con il figlio dopo una rapina

0

NAPOLI. Barricato in casa dopo una rapina, insieme al figlio si scaglia contro i poliziotti che arrestano entrambi: è successo a Napoli, protagonisti Mario Nurcaro, di 47anni, e il figlio Vincenzo, di 25, che hanno messo mobili e suppellettili dietro la porta di casa per impedire ai poliziotti di entrare. Quando gli agenti ci sono riusciti, coaudiuvati dai Vigili del fuoco, i due li hanno aggrediti ferendone due in maniera lieve.
Mario Nurcaro è accusato di resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale in concorso con il figlio, oltre che di rapina. L’uomo – secondo la ricostruzione della Polizia – , con un complice, aveva minacciato con un coltello e poi rapinato di 310 euro un uomo nella zona di Piazza Garibaldi. Gli agenti, dopo averlo identificato, sono andati a casa per arrestarlo ma lui si è barricato nella sua abitazione. All’arrivo dei Vigili del Fuoco,
pronti ad azionare una grossa motosega, ha aperto la porta accennando a una resa, che invece non c’è stata perché prima il figlio, poi lui stesso, si sono scagliati contro i poliziotti. Sono stati bloccati subito dopo. In casa la Polizia ha trovato due coltelli, di cui uno a serramanico.LA CITTANAPOLI. Barricato in casa dopo una rapina, insieme al figlio si scaglia contro i poliziotti che arrestano entrambi: è successo a Napoli, protagonisti Mario Nurcaro, di 47anni, e il figlio Vincenzo, di 25, che hanno messo mobili e suppellettili dietro la porta di casa per impedire ai poliziotti di entrare. Quando gli agenti ci sono riusciti, coaudiuvati dai Vigili del fuoco, i due li hanno aggrediti ferendone due in maniera lieve.
Mario Nurcaro è accusato di resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale in concorso con il figlio, oltre che di rapina. L’uomo – secondo la ricostruzione della Polizia – , con un complice, aveva minacciato con un coltello e poi rapinato di 310 euro un uomo nella zona di Piazza Garibaldi. Gli agenti, dopo averlo identificato, sono andati a casa per arrestarlo ma lui si è barricato nella sua abitazione. All’arrivo dei Vigili del Fuoco,
pronti ad azionare una grossa motosega, ha aperto la porta accennando a una resa, che invece non c’è stata perché prima il figlio, poi lui stesso, si sono scagliati contro i poliziotti. Sono stati bloccati subito dopo. In casa la Polizia ha trovato due coltelli, di cui uno a serramanico.LA CITTA