SORRENTO. LA THOMSON DREAM IN RADA TRA LE VELE. video e foto

0

La magia della notte ha sostituito il Royal Clipper con la Thomson Dream, infatti il grande veliero dopo aver illuminato il golfo, all’alba di stamane è partito per Amalfi dandosi  il cambio con la bianca nave di 247 metri per 30 di larghezza. Dire Thomson Dream, non dice nulla ai marittimi sorrentini, ma dire Costa Europa, tra i suoi nomi precedenti,perchè questa nave è stata proprietà Costa dal 2002 al 2010, quando un incidente a Sharm -el Sheik, la fece assurgere alle cronache non solo marittime. http://www.vip.it/costa-crociere-la-bbc-e-il-misterioso-incidente-in-egitto-della-costa-europa-e-il-registro-navale-italiano/  e allora gli italiani a bordo erano parecchi, sia ufficiali che passeggeri.Alle 12.00 la nave si è vista circondata dalle vele provenienti da Capri per trofeo della “SETTIMANA DELLA VELA”.

Ad Amalfi il Royal Clipper con i suoi 180  croceristi starà per tutta la giornata di martedi con la SEABOURN SOJOUR.

 1:53SORRENTO THOMSON DREAM

di Positanonews TV 

 4:48

SETTIMANA DELLA VELA TAPPA A SORENTO

 

 

 

 

La magia della notte ha sostituito il Royal Clipper con la Thomson Dream, infatti il grande veliero dopo aver illuminato il golfo, all'alba di stamane è partito per Amalfi dandosi  il cambio con la bianca nave di 247 metri per 30 di larghezza. Dire Thomson Dream, non dice nulla ai marittimi sorrentini, ma dire Costa Europa, tra i suoi nomi precedenti,perchè questa nave è stata proprietà Costa dal 2002 al 2010, quando un incidente a Sharm -el Sheik, la fece assurgere alle cronache non solo marittime. http://www.vip.it/costa-crociere-la-bbc-e-il-misterioso-incidente-in-egitto-della-costa-europa-e-il-registro-navale-italiano/  e allora gli italiani a bordo erano parecchi, sia ufficiali che passeggeri.Alle 12.00 la nave si è vista circondata dalle vele provenienti da Capri per trofeo della "SETTIMANA DELLA VELA".

Ad Amalfi il Royal Clipper con i suoi 180  croceristi starà per tutta la giornata di martedi con la SEABOURN SOJOUR.

 4:48