San Vito Positano, Grande Serata ieri per una “Grande Famiglia” per una Grande Vittoria e per un Grande Brindisi

0

Per ogni fan che si rispetti del San Vito Positano sarebbe stato davvero uno spettacolo vedere tutta la societa’, la squadra, i giocatori i dirigenti sponsor nonche’ il mitico Presidente Raffaele Casola condividere tutti insieme una tavola imbandita di tutto per fino una grande bottiglia di Dom Perignon all’ uopo immancabile per festeggiare l’ epilogo di un campionato 2015 giocato come mai forse si e’ visto nella storia di Positano, sezione sport, professione calcio. Uno scenario ben diverso da quello dell’usuale campo da gioco complice un’ atmosfera di grande serenita’, festeggiamento, acclamazioni, cori infiniti e brindisi. I risultati li conoscono tutti ormai le news del SanVito Positano in vetta al campionato sono riportate da ogni fonte giornalistica, e la notizia piu’ recente e’ che l’ ultima sfida di domenica ha per l’ ennesima volta visto i nostri vincere sul Calpazio per 3-2 consacrandosi in eccellenza. Ma quello che forse tutti non conoscono e’ il grande senso di gruppo, appartenenza affiatamento e cio’ non solo tra giocatori ma anche tra giocatori e mister, dirigenti e lo stesso Presidente. “Una grande famiglia” cosi’ definiscono il SanVito Positano piu’ di uno tra gli stessi giocatori dirigenti e soci. Tra ovazioni, urla applausi tutti I protagonisti di questa “grande famiglia” si succedono al microfono all’ uopo predisposto a fine serata per pronunciare poche sintetiche parole e per sentirli esprimere impressioni, ringraziamento e riconoscenza per il lavoro svolto dai rispettivi colleghi. Il tutto sempre con la giusta dose di modestia immancabile qualita’ dei veri campioni. Per la prima volta abbiamo l’ opportunita’ di ascoltare la voce di alcuni tra gli eroi sul campo di questo campionato nomi come De Riso, Cifani, Porzio, Macarone.. Ma poi e’ il momento del mister Antonio Guarracino, grande figura carismatica e di assoluto impatto sull’ intera societa’, parla per ben 12 minuti : “Era una sera del 13 agosto dell’ anno scorso in cui io credo di aver fatto una scelta giusta per la vita anche professionale…il calcio e’ soprattutto programmazione, non era solo una questione di abbattere i costi ma soprattutto di programmazione… il tutto puntando sui giovani e il mio lavoro e’ quello di costruire, di costruire un qualcosa poi e’ vero qualcuno subentra vede quello che qualcun altro ha lasciato quindi chi subentra puo’ lavorare su una base, nel mio ruolo uno e’ tenuto a costruire facendo in modo che ai ragazzi arrivi il meno possibile … quanto a tutte le polemiche di costruzione ho sperato sempre di blindare la mia squadra perche cosi’ va fatto.” Sono tre le vittorie “Una grande vittoria e’ stata quella di portare da 58 a novantadue i giovanissimi la seconda vittoria e’ quella di aver creato la base per un settore giovanile, l’ anno prossimo chiunque ci sia ci sarebbe a disposizione anche un categoria allievi.” Eppoi “la ciliegina l’ abbiamo fatta con la juniores che e’ figlia del progetto prima squadra in quanto ci sono qui dodici elementi che hanno vinto il campionato juniores” Poi e’ il momento dei ringraziamenti per il lavoro svolto dai suoi colleghi “In primis va detto che abbiamo avuto grande impatto con Alessandro Cecchi Paone un punto di riferimento su cui abbiamo potuto contare, partendo da li non ce l’ ha nessun altro, poi ho lavorato fianco a fianco con una persona speciale come uomo e imprenditore Raffaele casola un uomo speciale e siccome lavorano in simbiosi subito c’e’ dietro Lucio Paone” Ma il piu’ grande ringraziamento va ai ragazzi I principali protagonisti sul campo di questo campionato da leoni per i quali anzi Antonio il loro mister auspica un regalo da parte della Societa’ come compenso per il trattamento non molto felice degli anni passati” Infine la parola va a Raffaele Casola il Presidente del SanVito Positano “Per me oggi e’ una giornata meravigliosa ho concluso un sogno un campionato bellissimo con delle persone un gruppo veramente unico serio e voglio ringraziare immensamente Antonio Guarracino anche se non lo accetterebbe mai, sicuramente e’ lui l’ artefice non solo delle vittorie, della vittoria di oggi, ma anche del risultato con juniores Scuola Calcio con tutto quell’ amore che e’ riuscito a risvegliare nei positanesi, voglio ringraziare Alex Cecchi Paone che ha dato quello stimolo alla societa’ di ripartire da capo di crederci eppoi ad uno ad uno tutti gli amici e dirigenti partendo da Lucio Paone, Raffo Giovanni di Palma, Francesco Fusco tutti un grande grazie Positano se lo meritava e noi ci credevamo grazie”N.Albertoni

Per ogni fan che si rispetti del San Vito Positano sarebbe stato davvero uno spettacolo vedere tutta la societa’, la squadra, i giocatori i dirigenti sponsor nonche’ il mitico Presidente Raffaele Casola condividere tutti insieme una tavola imbandita di tutto per fino una grande bottiglia di Dom Perignon all’ uopo immancabile per festeggiare l’ epilogo di un campionato 2015 giocato come mai forse si e’ visto nella storia di Positano, sezione sport, professione calcio. Uno scenario ben diverso da quello dell’usuale campo da gioco complice un’ atmosfera di grande serenita’, festeggiamento, acclamazioni, cori infiniti e brindisi. I risultati li conoscono tutti ormai le news del SanVito Positano in vetta al campionato sono riportate da ogni fonte giornalistica, e la notizia piu’ recente e’ che l’ ultima sfida di domenica ha per l’ ennesima volta visto i nostri vincere sul Calpazio per 3-2 consacrandosi in eccellenza. Ma quello che forse tutti non conoscono e’ il grande senso di gruppo, appartenenza affiatamento e cio’ non solo tra giocatori ma anche tra giocatori e mister, dirigenti e lo stesso Presidente. “Una grande famiglia” cosi’ definiscono il SanVito Positano piu’ di uno tra gli stessi giocatori dirigenti e soci. Tra ovazioni, urla applausi tutti I protagonisti di questa “grande famiglia” si succedono al microfono all’ uopo predisposto a fine serata per pronunciare poche sintetiche parole e per sentirli esprimere impressioni, ringraziamento e riconoscenza per il lavoro svolto dai rispettivi colleghi. Il tutto sempre con la giusta dose di modestia immancabile qualita’ dei veri campioni. Per la prima volta abbiamo l’ opportunita’ di ascoltare la voce di alcuni tra gli eroi sul campo di questo campionato nomi come De Riso, Cifani, Porzio, Macarone.. Ma poi e’ il momento del mister Antonio Guarracino, grande figura carismatica e di assoluto impatto sull’ intera societa’, parla per ben 12 minuti : “Era una sera del 13 agosto dell’ anno scorso in cui io credo di aver fatto una scelta giusta per la vita anche professionale…il calcio e’ soprattutto programmazione, non era solo una questione di abbattere i costi ma soprattutto di programmazione… il tutto puntando sui giovani e il mio lavoro e’ quello di costruire, di costruire un qualcosa poi e’ vero qualcuno subentra vede quello che qualcun altro ha lasciato quindi chi subentra puo’ lavorare su una base, nel mio ruolo uno e’ tenuto a costruire facendo in modo che ai ragazzi arrivi il meno possibile … quanto a tutte le polemiche di costruzione ho sperato sempre di blindare la mia squadra perche cosi’ va fatto.” Sono tre le vittorie “Una grande vittoria e’ stata quella di portare da 58 a novantadue i giovanissimi la seconda vittoria e’ quella di aver creato la base per un settore giovanile, l’ anno prossimo chiunque ci sia ci sarebbe a disposizione anche un categoria allievi.” Eppoi “la ciliegina l’ abbiamo fatta con la juniores che e’ figlia del progetto prima squadra in quanto ci sono qui dodici elementi che hanno vinto il campionato juniores” Poi e’ il momento dei ringraziamenti per il lavoro svolto dai suoi colleghi “In primis va detto che abbiamo avuto grande impatto con Alessandro Cecchi Paone un punto di riferimento su cui abbiamo potuto contare, partendo da li non ce l’ ha nessun altro, poi ho lavorato fianco a fianco con una persona speciale come uomo e imprenditore Raffaele casola un uomo speciale e siccome lavorano in simbiosi subito c’e’ dietro Lucio Paone” Ma il piu’ grande ringraziamento va ai ragazzi I principali protagonisti sul campo di questo campionato da leoni per i quali anzi Antonio il loro mister auspica un regalo da parte della Societa’ come compenso per il trattamento non molto felice degli anni passati” Infine la parola va a Raffaele Casola il Presidente del SanVito Positano “Per me oggi e’ una giornata meravigliosa ho concluso un sogno un campionato bellissimo con delle persone un gruppo veramente unico serio e voglio ringraziare immensamente Antonio Guarracino anche se non lo accetterebbe mai, sicuramente e’ lui l’ artefice non solo delle vittorie, della vittoria di oggi, ma anche del risultato con juniores Scuola Calcio con tutto quell’ amore che e’ riuscito a risvegliare nei positanesi, voglio ringraziare Alex Cecchi Paone che ha dato quello stimolo alla societa’ di ripartire da capo di crederci eppoi ad uno ad uno tutti gli amici e dirigenti partendo da Lucio Paone, Raffo Giovanni di Palma, Francesco Fusco tutti un grande grazie Positano se lo meritava e noi ci credevamo grazie”N.Albertoni