Onore e Gloria a Gesù,Papa Francesco,Benedetto XVI,Santa Sede,Città del Vaticano,CEI e Chiesa Cattolica

0

“Per essere grandi bisogna prima di tutto saper essere piccoli. L’umiltà è la base di ogni vera grandezza.” (Papa Francesco)

Regione Campania e provincia di Salerno

Dove c’è Dio è Amore. Gesù è la Vita,la Via e la Verità da perseguire tramite la Chiesa Cattolica.

Infatti ci insegnano (insieme alla Segreteria dello Stato Vaticano e Segretario Sua Em. Rev. Card. Pietro Parolin) sempre a vivere nel Bene, nell’Amore di Cristo Gesù,nella Pace e nella Serenità,quindi a stare sulla strada giusta e veritiera,queste sono le parole del Cav. Attilio De Lisa di Sanza della Diocesi di Teggiano – Policastro da sempre vicino a questa Area di Inestimabile Valore oltre ad essere dipendente di ruolo dell’A.S.L. Salerno presso la Direzione Sanitaria all’Ufficio gestione delle Attività ambulatoriali (Agende) al rispetto della Giustizia,dello Stato e Governo Italiano compreso la Presidenza della Repubblica e Sergio Mattarella come Presidente e Garante della nostra Costituzione.

Inoltre ricorda la Sacra Bibbia e si attiene e invita a dare ascolto a Papa Francesco Vescovo della Diocesi di Roma e Pontefice della Chiesa Cattolica quando dice di tenerla sempre a portata di mano. Gesù ha riassunto i doveri dell’uomo verso Dio in questa parola: « Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza ». Questo è il grande e il primo comandamento.Essa fa immediatamente eco alla solenne esortazione: « Ascolta, Israele: il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno solo » (Dt 6,4).

Dio ha amato per primo. L’amore del Dio unico è ricordato nella prima delle « dieci parole ». I comandamenti poi esplicitano la risposta d’amore che l’uomo è chiamato a dare al suo Dio.
Il secondo, simile a questo, è: “Ama il tuo prossimo come te stesso”.
Da questi due comandamenti dipendono tutta la legge e i profeti».
Ecco i diesi Comandamennti. Io sono il Signore Dio Tuo: Non avrai altro Dio fuori di me,Non nominare il nome di Dio invano,Ricordati di santificare le feste,Onora il Padre e la Madre,Non uccidere,Non commettere atti impuri. Non rubare,Non dire falsa testimonianza,Non desiderare la donna d’altri,Non desiderare la roba d’altri.
Infine considerare il Bisognoso e la Povertà con tanta Umanità e Saggezza di buon Cattolico Cristiano praticante oltre la vicinanza alla Prefettura della Casa Pontificia e Prefetto S.E. Mons. Georg Gänswein,alla Nunziatura Apostolica in Italia e alle Diocesi Campane (compreso quella di Napoli e Sua Em. Rev. Card. Crescenzio Sepe insieme alle altre Curie Diocesane ed Arcivescovi, Vescovi, Parroci, Diaconi,Ministri della Comunione,Operatori Pastorali,Caritas, UNITALSI, ecc.), Italiane (Roma,Genova,Milano,Torino,Firenze,Palermo,Bologna,Potenza,Foggia,Bari,Venezia,
Ancona,Reggio-Calabria,Campobasso,Aosta,Cagliari,ecc.) e Mondiali.“Per essere grandi bisogna prima di tutto saper essere piccoli. L’umiltà è la base di ogni vera grandezza.” (Papa Francesco)

Regione Campania e provincia di Salerno

Dove c’è Dio è Amore. Gesù è la Vita,la Via e la Verità da perseguire tramite la Chiesa Cattolica.

Infatti ci insegnano (insieme alla Segreteria dello Stato Vaticano e Segretario Sua Em. Rev. Card. Pietro Parolin) sempre a vivere nel Bene, nell’Amore di Cristo Gesù,nella Pace e nella Serenità,quindi a stare sulla strada giusta e veritiera,queste sono le parole del Cav. Attilio De Lisa di Sanza della Diocesi di Teggiano – Policastro da sempre vicino a questa Area di Inestimabile Valore oltre ad essere dipendente di ruolo dell’A.S.L. Salerno presso la Direzione Sanitaria all’Ufficio gestione delle Attività ambulatoriali (Agende) al rispetto della Giustizia,dello Stato e Governo Italiano compreso la Presidenza della Repubblica e Sergio Mattarella come Presidente e Garante della nostra Costituzione.

Inoltre ricorda la Sacra Bibbia e si attiene e invita a dare ascolto a Papa Francesco Vescovo della Diocesi di Roma e Pontefice della Chiesa Cattolica quando dice di tenerla sempre a portata di mano. Gesù ha riassunto i doveri dell’uomo verso Dio in questa parola: « Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza ». Questo è il grande e il primo comandamento.Essa fa immediatamente eco alla solenne esortazione: « Ascolta, Israele: il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno solo » (Dt 6,4).

Dio ha amato per primo. L’amore del Dio unico è ricordato nella prima delle « dieci parole ». I comandamenti poi esplicitano la risposta d’amore che l’uomo è chiamato a dare al suo Dio.
Il secondo, simile a questo, è: “Ama il tuo prossimo come te stesso”.
Da questi due comandamenti dipendono tutta la legge e i profeti».
Ecco i diesi Comandamennti. Io sono il Signore Dio Tuo: Non avrai altro Dio fuori di me,Non nominare il nome di Dio invano,Ricordati di santificare le feste,Onora il Padre e la Madre,Non uccidere,Non commettere atti impuri. Non rubare,Non dire falsa testimonianza,Non desiderare la donna d’altri,Non desiderare la roba d’altri.
Infine considerare il Bisognoso e la Povertà con tanta Umanità e Saggezza di buon Cattolico Cristiano praticante oltre la vicinanza alla Prefettura della Casa Pontificia e Prefetto S.E. Mons. Georg Gänswein,alla Nunziatura Apostolica in Italia e alle Diocesi Campane (compreso quella di Napoli e Sua Em. Rev. Card. Crescenzio Sepe insieme alle altre Curie Diocesane ed Arcivescovi, Vescovi, Parroci, Diaconi,Ministri della Comunione,Operatori Pastorali,Caritas, UNITALSI, ecc.), Italiane (Roma,Genova,Milano,Torino,Firenze,Palermo,Bologna,Potenza,Foggia,Bari,Venezia,
Ancona,Reggio-Calabria,Campobasso,Aosta,Cagliari,ecc.) e Mondiali.

Lascia una risposta