Saturday 30 July 2016 | Aggiornato alle 20:22

15/05/2015

Vacanza in agriturismo: la riscoperta delle tradizioni gastronomiche e culturali della Costa d’Amalfi

Il “Turismo Verde” è sempre più in crescita in Costiera Amalfitana: migliaia sono i visitatori desiderosi di scoprire il suo tesoro di tradizioni culturali e gastronomiche e di trascorrere una vacanza alternativa, in relax e in armonia con la natura, raggiungendo in breve tempo le bellissime località e spiagge della costa.
L’offerta ricettiva in Costiera Amalfitana è molto varia e soddisfa tutte le esigenze dei visitatori.
Gli agriturismi offrono degli ottimi standard di qualità e tutti i comfort (bagno privato, Wi Fi, TV Lcd in camera, condizionatore d’aria, terrazze attrezzate) e una serie di servizi complementari e convenzioni, coniugando la convenienza al gusto della cucina tradizionale, preparata con prodotti sani e genuini, in un’atmosfera cordiale e accogliente.
Gli agriturismi svelano al turista l’altro volto della Costiera Amalfitana: quello che per secoli ha costituito un connubio inscindibile in questo luogo. Un tempo marinai d’estate e contadini d’inverno, gli abitanti dei borghi antichi che si ammirano protendersi dalla parte alta della costa fino a lambire il mare, serbano un patrimonio inestimabile di tradizioni, cultura, storia, leggende e ricette gastronomiche.
Racconti ed emozioni che dona l’Agriturismo Serafina, situato a Furore, a poca distanza dall’incantevole Amalfi, dal suggestivo Fiordo di Furore, dal meraviglioso sentiero degli Dei tra Agerola e Positano.
Tra le saporite e gustose pietanze, fra un bicchier di vino Costa d’Amalfi e un bicchierino di rosolio, sulle tavole imbandite per la prima colazione che profumano di pane appena sfornato dal forno a legna e buonissime marmellate, si rivive la storia di questo incantevole luogo.  
Ricordi indimenticabili per i visitatori che entrano a far parte della famiglia dell’Agriturismo Serafina e che rimangono impressi nella loro mente e nel corpo anche andando via:
il sapore del mare negli “spaghetti al pesce fujuto”, della profumata carne degli animali allevati nel proprio allevamento, cucinata nelle foglie di limone, alla brace oppure condita con i “pomodorini del piennolo”; gli aromi del vino di produzione propria che raccoglie nel suo bouquet tutti i profumi della macchia mediterranea, le essenze delle piante spontanee (rosmarino, salvia, origano), i contorni di verdure e ortaggi che gli ospiti possono raccogliere dall'orto, con le proprie mani. Tutto questo spettacolo di odori e sapori è ravvivato dai vivaci colori dei limoni che pendono dai pergolati e il blu splendente del mare che fanno da scenario.

Redazionale

 

Inserito da: Utente

Diventa fan di Positanonews

SERVIZI