Sorrento “DIRITTI AL MARE, DIRITTI DEL MARE ”

0

Sorrento – 28 Agosto 2010 ore 11.00 Sala Consiliare Comune di Sorrento

Attivo Numero Verde 800.866158 e indirizzo di posta elettronica campagna.mare@vasonlus.it per segnalare casi di inquinamento, violazioni ambientali e disservizi

 

Anche Sorrento sarà una tappa importante della quindicesima edizione della Campagna nazionale “Diritti al Mare, Diritti del Mare”, 2010. L’iniziativa promossa dall’associazione ambientalista VAS Onlus, patrocinata dal Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare, dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Sorrento e realizzata in collaborazione con: la NADD Europe Global Diving Agency agenzia didattica che forma subacquei; l’HSA Italia Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili; il Comando Generale delle Capitanerie di Porto, l’ACTItalia Federazione Nazionale Associazione Campeggiatori e Turisti d’Italia. In occasione dell’edizione 2010, “Diritti al mare, diritti del mare” ha ottenuto l’importante adesione ed il supporto organizzativo dell’UPI Università Popolare Interculturale, nonché l’adesione dell’unieda Unione italiana di educazione degli adulti, dell’UPTER Università Popolare di Roma e della Arci Pesca F.I.S.A.

L’obiettivo della Campagna “Diritti al mare, diritti del mare 2010” anche per la penisola sorrentina afferma il Responsabile VAS circolo di Sorrento è quello di continuare ad incrementare l’attenzione e le conoscenze dei cittadini ed in particolar modo coinvolgendo: Turisti, Campeggiatori, Sub, Diving, Amministrazioni ed Enti pubblici, verso la “Risorsa Mare” quale fonte di Biodiversità, diffondendo ulteriormente la cultura del rispetto per l’ambiente, l’educazione ambientale, l’adozione delle norme comportamentali per la sicurezza in mare e la tutela ambientale nonché l’importanza della salvaguardia e la tutela della Biodiversità e la promozione del territorio nell’ottica di uno sviluppo sostenibile. Tale impegno promosso e sostenuto ormai da anni , oggi trova nuove risorse e nuovi soggetti , come  la Scuola e il mondo dell’imprenditoria. In sostanza contribuire, ulteriormente alla salvaguardia ed alla promozione di una delle più importanti risorse e bellezze del nostro paese la “Risorsa mare quale fonte di biodiversità”. Consapevoli dell’importante valore educativo ed ecologico dell’habitat marino, il tutto in piena sicurezza e fruibilità anche per le persone diversamente abili. Infatti Vas Circolo di Sorrento da anni garantisce la salvaguardia dell’Oasi della Regina Giovanna sita al Capo di Sorrento, informando i visitatori circa le norme per una corretta raccolta differenziata e il rispetto del territorio, oltre alla storia che circonda tale sito sotto il profilo archeologico.

In questo contesto di attività si inserisce l’appuntamento di Sorrento, sabato 28 Agosto alle ore 11.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Sorrento si terrà la conferenza stampa dal tema Ambiente e Turismo . All’evento interverranno: Il Senatore Presidente Nazionale Vas Guido Pollice, il Coordinatore nazionale delle campagne Vas Walter Iannotti, il prof. Franco Ortolani Ordinario di Geologia Direttore del Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio Università di Napoli Federico II  – che afferma “Occorre un piano strategico pluriannuale per il restauro ambientale dei litorali attualmente non balneabili per inquinamento. Si tenga presente che 1 chilometro di spiaggia balneabile e adeguatamente attrezzata può garantire un fatturato annuo variabile da 2 a 4 milioni di euro. Considerando che attualmente circa 30 chilometri di litorale non sono balneabili, entro 5 anni il restauro ambientale e il disinquinamento potrebbero determinare l’incremento del fatturato della fascia costiera di almeno 60 milioni di euro annui.

E’ evidente che il corretto uso di una risorsa autoctona di importanza strategica come le spiagge potrebbe garantire migliaia di nuovi posti di lavoro.  Alla conferenza stampa saranno inoltre presenti: un Rappresentante della Federalberghi Città di Salerno Federico del Grosso e il Responsabile Confindustria Turismo Sorrento Raffaele Russo. L’evento di Sorrento è patrocinata e sostenuta  dall’Assessore all’Ambiente Mariano Pontecorvo – che ha dichiarato: “L’iniziativa promossa dall’associazione Vas onlus, di concerto con le categorie produttive e del mondo dell’Università , ha ricevuto subito l’assenso ed il sostegno del Comune di Sorrento, assessorato all’ambiente. La valorizzazione delle risorse ambientali del nostro territorio sono una delle condizioni indispensabili per poter puntare all’eccellenza. Non è semplice e non è facile – Ma insieme possiamo farcela”. All’incontro inoltre saranno presenti le associazioni locali che da anni sostengono tali iniziative e saranno proiettati video sulla flora e fauna marina delle nostre coste a cura del documentarista Mattia Lauro.  

 

 “Diritti al mare, Diritti del mare 2010” è diretta alla sensibilizzazione sulle tematiche di salvaguardia ambientale della risorsa mare e della sua biodiversità e alla corretta informazione sulle norme comportamentali per garantire sicurezza e coinvolgimento attivo nel monitoraggio ambientale sullo stato di salute del nostro mare e delle nostre coste con la consapevolezza di dover rendere partecipe chi si avvicina al mondo del mare attraverso immersioni e attività di snorkeling, quali subacquei ricreativi e turisti appassionati del mondo sommerso nell’ottica di un turismo ecosostenibile. Da studi recenti è stato rilevato che ogni anno in Italia più di 400.000 persone hanno avuto contatti con la subacquea di cui 250.000 possono definirsi sub praticanti e 150.000 invece sono sub attivi tutto l’anno. (Fonte NADD – HSA – CIAS confederazione italiana attività sub).

Lungo le coste italiani, mediamente, in un anno vengono effettuate oltre un milione di immersioni subacquee a cui vanno aggiunte le centinaia di migliaia di persone che praticano attività nautiche e frequentano gli ambienti acquatici marino-lacustri e con immersioni in apnea o attività in seawatching e snorkeling.

“Diritti al mare, Diritti del mare 2010”, dedicherà particolare attenzione all’azione formativa ed educativo di chi si avvicina il mondo dello sport subacqueo e degli appassionati di attività nautico ricreative nonché del mondo diportistico illustrando le azioni importanti a garantire una navigazione ed una immersione in piena sicurezza e nel rispetto dell’ambiente marino. Tali azioni comunicative coinvolgeranno tutti gli attori/operatori del settore e verranno consegnate loro gli strumenti informativi e di rilevamento appropriati.

I sub e gli appassionati di seawatching e snorkeling, formati da VAS, NADD e HSA, attraverso materiale divulgativo opportunamente creato verranno forniti di una “Guida alle norme comportamentali per la sicurezza in mare, scheda di segnalazione ecologica e registro immersioni” dove poter segnalare dopo ogni immersione i dati rilevati (presenza di rifiuti di varia natura in mare o sui fondali; casi di abusivismo o di presenza di barriere architettoniche e/o ostruzioni al libero accesso al mare; presenza di specie aliene; danno ambientate; ecc). L’assessorato all’ambiente del Comune di Sorrento, anche negli anni precedenti, con la collaborazioni di associazioni locali hanno effettuato la pulizia dei fondali marini, rimuovendo dalle nostre acque quintali di rifiuti e di materiale inquinante. Quest’anno si continuerà a garantire il rispetto delle norme per l’ambiente , pertanto VAS, attraverso l’azione di vigilanza, annuncia l’attivazione del Numero Verde nazionale 800.866158 di allerta rapido contro i crimini ambientali perpetrati in mare e lungo le coste. Il servizio sarà in funzione 24 ore su 24 con segreteria telefonica, a cui è possibile accedere da tutta Italia e lasciare segnalazioni riguardanti: casi di inquinamento della spiaggia, del mare e dei corsi d’acqua; preclusione di accessi al mare; ingombro della battigia non soggetta a concessione, che quindi deve rimanere libera ed accessibile a tutti; mancanza di accessi e strutture per disabili; incuria dei varchi tra gli stabilimenti (la pulizia è a carico del concessionario della spiaggia); tariffe improprie o obblighi di comprare “pacchetti” comprendenti servizi non richiesti oltre all’ingresso (sdraio, ombrelloni, cabine in abbonamento stagionale, ecc.); natanti a motore troppo vicini alla spiaggia; casi di abusivismo edilizio; disservizi, sopruso, casi di inquinamento e di violazione delle norme vigenti, che avvengono lungo le coste del nostro paese.

Inoltre – aggiungono gli ambientalisti – le segnalazioni oltre che al numero verde potranno arrivare anche attraverso la posta elettronica all’indirizzo e-mail: campagna.mare@vasonline.it possibilmente correlate da foto.

I dati raccolti verranno catalogati e messi a disposizione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Direzione per la Protezione della Natura, Comando Generale delle Capitanerie di Porto, Enti ed amministrazioni locali, Università e centri di ricerca.

Lascia una risposta