GUERRIERO LUVO ARZANO CAMPIONE REGIONALE UNDER 16

0

La squadra di Piscopo si impone nella Final Four di Agropoli. Dieci maggio da ricordare per la Guerriero Luvo Arzano. La società del presidente Lello Piscopo mette in bacheca un nuovo, prestigioso alloro regionale. Questa volta a salire sul gradino più alto del podio sono le ragazze dell’Under 16 che guidate in panchina da Antonio Piscopo e Gianpaolo Marino hanno dettato legge nella Final Four di Agropoli conquistando il titolo messo in palio dalla Fipav Campania.
Pontecagnano prima e Battipaglia poi hanno potuto fare ben poco contro la voglia di vincere di un gruppo di ragazzine impertinenti che a suon di pallonate hanno scritto per sempre il proprio nome nell’albo d’oro della competizione.
Doppio trionfo per Francesca Passante, la bella della squadra ha anche conquistato il titolo di migliore giocatrice della manifestazione. Una gioia nella gioia.
E le belle notizie non sono finite, con la vittoria del titolo regionale Under 16, la Guerriero Luvo Arzano conquista anche il diritto a rappresentare la Campania alle finali nazionali in programma a Mondovì (Cuneo) nella prima settimana del mese di giugno.
Insomma continua a mietere gioco e successi la simpatica compagine di coach Piscopo.
Della gara c’è veramente poco da raccontare. Un autentico monologo dal primo all’ultimo punto. Il Battipaglia ha cercato, per mano del suo coach Guida, di mescolare le carte in tavola ma senza grande fortuna.
Il senso unico non è mai mutato ed addirittura la Guerriero Luvo Arzano si è concessa il lusso di sprecare sei palle match prima di fare calare il sipario sulla competizione regionale.
Solo il secondo set, almeno nella prima parte, ha vissuto una parvenza di equilibrio, per il resto l’Arzano è stato l’unico padrone.
Ecco le protagoniste presentate dal coach Piscopo:
Letizia Memoli classe 1999. Alzatrice. si mette al servizio delle compagne trovando un’ottima intesa con loro. Prestito dal Pontecagnano
Ida Scibelli classe 1999. Alzatrice. Puntuale e precisa si fa trovare sempre pronta dando un grande aiuto alla squadra. Prestito dal Molinari Ponticelli
Michela Riccio classe 1999. Attaccante. Il capitano. Lei vuole sempre vincere ed in campo diventa una belva.
Gina Mautone classe 2000. Attaccante. Nonostante abbia fatto quasi 100 partite quest’anno, continua a bombardare nel campo avversario.
Valeria Piscopo classe 1999. Libero. Si muove come una pantera alla ricerca della sua preda: quel pallone che non deve assolutamente cadere.
Paola Russiello classe 1999. Opposto. Sempre presente, ordinata e precisa come un orologio svizzero. Essenziale.
Francesca Passante classe 1999. Centrale. Miglior giocatrice della final four. In campo si annebbia la vista e vuole abbattere qualsiasi avversario gli capiti di fronte.
Aurora Sessa classe 1999. Centrale. Presenza importante e grande vivacità sotto rete. A muro è difficile superarla. Prestito dal Pontecagnano.
Roberta Barile classe 2000. Centrale. Per il gruppo è fondamentale. Dal punto di vista tecnico è un centrale di sicuro avvenire. Dal punto di vista morale è la numero uno.
Marcella Maggipinto classe 2000. Libero. Entra in tutti i set a dare un aiuto alla difesa ed alla ricezione. Con lei in campo possono sparare pure con il cannone, la palla non cade.
Claudia Iorio. Classe 2001. Attaccante. In gruppo per fare esperienza. Ma quando entra non si nota la differenza di età con le altre.La squadra di Piscopo si impone nella Final Four di Agropoli. Dieci maggio da ricordare per la Guerriero Luvo Arzano. La società del presidente Lello Piscopo mette in bacheca un nuovo, prestigioso alloro regionale. Questa volta a salire sul gradino più alto del podio sono le ragazze dell’Under 16 che guidate in panchina da Antonio Piscopo e Gianpaolo Marino hanno dettato legge nella Final Four di Agropoli conquistando il titolo messo in palio dalla Fipav Campania.
Pontecagnano prima e Battipaglia poi hanno potuto fare ben poco contro la voglia di vincere di un gruppo di ragazzine impertinenti che a suon di pallonate hanno scritto per sempre il proprio nome nell’albo d’oro della competizione.
Doppio trionfo per Francesca Passante, la bella della squadra ha anche conquistato il titolo di migliore giocatrice della manifestazione. Una gioia nella gioia.
E le belle notizie non sono finite, con la vittoria del titolo regionale Under 16, la Guerriero Luvo Arzano conquista anche il diritto a rappresentare la Campania alle finali nazionali in programma a Mondovì (Cuneo) nella prima settimana del mese di giugno.
Insomma continua a mietere gioco e successi la simpatica compagine di coach Piscopo.
Della gara c’è veramente poco da raccontare. Un autentico monologo dal primo all’ultimo punto. Il Battipaglia ha cercato, per mano del suo coach Guida, di mescolare le carte in tavola ma senza grande fortuna.
Il senso unico non è mai mutato ed addirittura la Guerriero Luvo Arzano si è concessa il lusso di sprecare sei palle match prima di fare calare il sipario sulla competizione regionale.
Solo il secondo set, almeno nella prima parte, ha vissuto una parvenza di equilibrio, per il resto l’Arzano è stato l’unico padrone.
Ecco le protagoniste presentate dal coach Piscopo:
Letizia Memoli classe 1999. Alzatrice. si mette al servizio delle compagne trovando un’ottima intesa con loro. Prestito dal Pontecagnano
Ida Scibelli classe 1999. Alzatrice. Puntuale e precisa si fa trovare sempre pronta dando un grande aiuto alla squadra. Prestito dal Molinari Ponticelli
Michela Riccio classe 1999. Attaccante. Il capitano. Lei vuole sempre vincere ed in campo diventa una belva.
Gina Mautone classe 2000. Attaccante. Nonostante abbia fatto quasi 100 partite quest’anno, continua a bombardare nel campo avversario.
Valeria Piscopo classe 1999. Libero. Si muove come una pantera alla ricerca della sua preda: quel pallone che non deve assolutamente cadere.
Paola Russiello classe 1999. Opposto. Sempre presente, ordinata e precisa come un orologio svizzero. Essenziale.
Francesca Passante classe 1999. Centrale. Miglior giocatrice della final four. In campo si annebbia la vista e vuole abbattere qualsiasi avversario gli capiti di fronte.
Aurora Sessa classe 1999. Centrale. Presenza importante e grande vivacità sotto rete. A muro è difficile superarla. Prestito dal Pontecagnano.
Roberta Barile classe 2000. Centrale. Per il gruppo è fondamentale. Dal punto di vista tecnico è un centrale di sicuro avvenire. Dal punto di vista morale è la numero uno.
Marcella Maggipinto classe 2000. Libero. Entra in tutti i set a dare un aiuto alla difesa ed alla ricezione. Con lei in campo possono sparare pure con il cannone, la palla non cade.
Claudia Iorio. Classe 2001. Attaccante. In gruppo per fare esperienza. Ma quando entra non si nota la differenza di età con le altre.

Lascia una risposta