NA 8/5/15 Presso Club La Collinare Riunione di Rinascita Artistica Partenopea e commemorazione Giuseppe Carullo

0

Venerdi 8 Maggio u.s, presso il Club La Collinare il presidente dell’Associazione Culturale Rinascita Artistica Partenopea,  Lino Cavallaro, ha organizzato una riunione in cui è stata inserita la commemorazione del poeta Giuseppe Carullo, presente la figlia Antonella Carullo.

L’introduzione è stata di Lino Cavallaro che dopo il saluto ai numerosi ospiti ha dato il via alla recitazione di versi dei poeti presenti. Al termine, delle declamazioni, Cavallaro ha descritto alcuni tratti della sua amicizia con il poeta Carullo passando poi la parola al prof. Giulio Mendozza che con la sua tradizionale voce cadenzata, ha tracciato un profilo del poeta, illustrando anche alcuni aneddoti circa la sua amicizia con “don Carù”. Le descrizioni di Mendozza sono state intervallate da alcune poesie di Carullo che sono state recitate da Bruno Basurto, Anna Maria Forte, dallo stesso Giulio Mendozza e dall’ascolto di due canzoni scritte da Carullo.  

Il micro è stato poi passato al sottoscritto da Lino Cavallaro. Nel mio breve intervento, oltre a congratularmi con Antonella Carullo per l’opera compiuta con la pubblicazione del libro “Le stagioni del poeta”. in cui sono stati raccolti i piu’ significativi versi del poeta, ho sintetizzato la mia conoscenza con Giuseppe Carullo, collaborazione nei giornali Ribalta,  6&22 e la stretta amicizia con “don Carù”. Poi a sorpresa, ho mostrato un libretto che mi fu donato dallo stesso Giuseppe Carullo con la dedica: “Ad Alberto Del Grosso Amico mio Carissimo, Giuseppe Carullo, Marzo 2002”. Il volumetto, intitolato “Dietro le Quinte,”  “Fatti e foto che quasi nessuno sa” Edizione Ribalta,  è composto di 48 pagine oltre la copertina. In apertura una prefazione di Enzo Fasciglione. Dall’opera che  costituisce una rarità perché ne esiste solo qualche copia, ho letto alcuni aneddoti umoristici che Carullo, ha riportato nel libro.

La parola è passata poi ad Antonella Carullo, che ha descritto i rapporti con il papà e come ha sviluppato l’idea di raccogliere le poesie del genitore e pubblicarle nel volume “Le stagioni del poeta”. Antonella in chiusura, ha voluto ringraziare quanti erano al tavolo della presidenza per aver contribuito a riportare alla “Ribalta” il nome del padre e Lino Cavallaro per aver organizzato l’incontro per la diffusione del libro.

La serata è proseguita poi con alcune canzoni cantate da alcuni artisti presenti che sono state applaudite dalla platea.

L’evento è stato chiuso con i ringraziamenti di Lino Cavallaro e con l’arrivederci all’incontro di Maggio nello stesso luogo ed al 23 Giugno per il 9° Incontro di poesia all’Eremo dei Camaldoli.

Colgo l’occasione per ringraziare Lino Cavallaro per avermi invitato all’evento, ospitandomi al tavolo della presidenza e il poeta Fausto Marseglia per avermi inviato alcune foto della serata pubblicate nel presente articolo.

Alberto Del Grosso

Giornalista Garante dei Lettori

del giornale Positanonews

 

 

 

 

Venerdi 8 Maggio u.s, presso il Club La Collinare il presidente dell’Associazione Culturale Rinascita Artistica Partenopea,  Lino Cavallaro, ha organizzato una riunione in cui è stata inserita la commemorazione del poeta Giuseppe Carullo, presente la figlia Antonella Carullo.

L’introduzione è stata di Lino Cavallaro che dopo il saluto ai numerosi ospiti ha dato il via alla recitazione di versi dei poeti presenti. Al termine, delle declamazioni, Cavallaro ha descritto alcuni tratti della sua amicizia con il poeta Carullo passando poi la parola al prof. Giulio Mendozza che con la sua tradizionale voce cadenzata, ha tracciato un profilo del poeta, illustrando anche alcuni aneddoti circa la sua amicizia con “don Carù”. Le descrizioni di Mendozza sono state intervallate da alcune poesie di Carullo che sono state recitate da Bruno Basurto, Anna Maria Forte, dallo stesso Giulio Mendozza e dall’ascolto di due canzoni scritte da Carullo.  

Il micro è stato poi passato al sottoscritto da Lino Cavallaro. Nel mio breve intervento, oltre a congratularmi con Antonella Carullo per l’opera compiuta con la pubblicazione del libro “Le stagioni del poeta”. in cui sono stati raccolti i piu’ significativi versi del poeta, ho sintetizzato la mia conoscenza con Giuseppe Carullo, collaborazione nei giornali Ribalta,  6&22 e la stretta amicizia con “don Carù”. Poi a sorpresa, ho mostrato un libretto che mi fu donato dallo stesso Giuseppe Carullo con la dedica: “Ad Alberto Del Grosso Amico mio Carissimo, Giuseppe Carullo, Marzo 2002”. Il volumetto, intitolato “Dietro le Quinte,”  “Fatti e foto che quasi nessuno sa” Edizione Ribalta,  è composto di 48 pagine oltre la copertina. In apertura una prefazione di Enzo Fasciglione. Dall’opera che  costituisce una rarità perché ne esiste solo qualche copia, ho letto alcuni aneddoti umoristici che Carullo, ha riportato nel libro.

La parola è passata poi ad Antonella Carullo, che ha descritto i rapporti con il papà e come ha sviluppato l’idea di raccogliere le poesie del genitore e pubblicarle nel volume “Le stagioni del poeta”. Antonella in chiusura, ha voluto ringraziare quanti erano al tavolo della presidenza per aver contribuito a riportare alla “Ribalta” il nome del padre e Lino Cavallaro per aver organizzato l’incontro per la diffusione del libro.

La serata è proseguita poi con alcune canzoni cantate da alcuni artisti presenti che sono state applaudite dalla platea.

L’evento è stato chiuso con i ringraziamenti di Lino Cavallaro e con l’arrivederci all’incontro di Maggio nello stesso luogo ed al 23 Giugno per il 9° Incontro di poesia all’Eremo dei Camaldoli.

Colgo l’occasione per ringraziare Lino Cavallaro per avermi invitato all’evento, ospitandomi al tavolo della presidenza e il poeta Fausto Marseglia per avermi inviato alcune foto della serata pubblicate nel presente articolo.

Alberto Del Grosso

Giornalista Garante dei Lettori

del giornale Positanonews

 

 

 

 

Lascia una risposta