Agerola bufera giudiziaria sul comune, sotto inchiesta mezzo ufficio tecnico avrebbero coperto abusi edilizi

0

Agerola bufera giudiziaria sul comune, sotto inchiesta mezzo ufficio tecnico perche’ avrebbero coperto abusi edilizi ritenuti tali dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Un brutto colpo per l’amministrazione di Luca Mascolo , sindaco e componente della Citta’ Metropolitana di Napoli,  risalente ad episodi di anni fa, che si trova a gestire questa situazione durante la campagna elettorale per la Regione Campania.  Il paese dei Monti Lattari che si affaccia sulla Costiera amalfitana, l’ufficio tecnico, guidato da Giovanni Milano,  e’ finito sotto i riflettori per alcune vicende di abusi edilizi che sarebbero stati in qualche modo coperti e per un permesso rilasciato ad una collega di ufficio , Angela Gentile, che, secondo la Procura, non si sarebbe potuto rilasciare.  Il pubblico ministero Emilio Prisco ha cheisto il rinvio a giudizio per la Gentile ed il dirigente Milano, il geometra Beniamino Buonocore , e  membri della commissione edilizia con il direttore dei lavori Pasquale Fusco , Alfonso Fusco, Pietro Cuomo , titolare della ditta, Salvatore De Rosa, Antonio Esposito, Salvatore Iorio e Michele Iovieno. Il utto riguarda una ristrutturazione edilizia con incremento di volumetria di undici metri cubi e non di manutenzione straordinaria.

Agerola bufera giudiziaria sul comune, sotto inchiesta mezzo ufficio tecnico perche' avrebbero coperto abusi edilizi ritenuti tali dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Un brutto colpo per l'amministrazione di Luca Mascolo , sindaco e componente della Citta' Metropolitana di Napoli,  risalente ad episodi di anni fa, che si trova a gestire questa situazione durante la campagna elettorale per la Regione Campania.  Il paese dei Monti Lattari che si affaccia sulla Costiera amalfitana, l'ufficio tecnico, guidato da Giovanni Milano,  e' finito sotto i riflettori per alcune vicende di abusi edilizi che sarebbero stati in qualche modo coperti e per un permesso rilasciato ad una collega di ufficio , Angela Gentile, che, secondo la Procura, non si sarebbe potuto rilasciare.  Il pubblico ministero Emilio Prisco ha cheisto il rinvio a giudizio per la Gentile ed il dirigente Milano, il geometra Beniamino Buonocore , e  membri della commissione edilizia con il direttore dei lavori Pasquale Fusco , Alfonso Fusco, Pietro Cuomo , titolare della ditta, Salvatore De Rosa, Antonio Esposito, Salvatore Iorio e Michele Iovieno. Il utto riguarda una ristrutturazione edilizia con incremento di volumetria di undici metri cubi e non di manutenzione straordinaria.