Positano Terrazze scuole non agibili.

0

A quanto pare il comune di Positano è molto attento alle problematiche delle terrazze delle scuole, peccato che lo sia solo per faccende extrascolastiche!
L’associazione Macchia Mediterranea notando la poca compatibilità della struttura nel nostro paesaggio e della mancanza di verde sulle sue terrazze ha pensato di migliorarne l’aspetto e la vivibilità in modo anche utile per le pratiche didattiche degli alunni, volendo donare dei vasi in ceramica da mettere lungo i parapetti dove avrebbero piantato e coltivato tipiche piante della nostra macchia e che poi avrebbero potuto ammirare dai banchi delle loro aule.
Ma il progetto è stato bloccato con grande Nostra incredulità perché le terrazze non erano agibili a causa dei parapetti non a norma, e che quindi ai ragazzi non era consentito usufruirne!
Ora è già abbastanza assurdo e vergognoso che per rendere più vivibile e sano agli alunni il proprio istituto scolastico devono pensarci dei volontari, fra l’altro con i soldi di privati e di altri Comuni perché il Sindaco di Positano dice che il Comune non ha soldi per queste Nostre iniziative.
Ma se poi questo non è reso possibile perché un Comune non sa o sa ma non gli sono bastati così tanti anni per mettere a norma dei semplici parapetti negando a generazioni di alunni Positanesi di uscire sulle terrazze questo è veramente assurdo e inaccettabile, e a questo punto pare ovvio che se la cosa si risolverà e gli alunni di Positano avranno finalmente delle terrazze agibili e con del verde sarà solo grazie all’intervento dell’associazione Macchia Mediterranea e del contributo di alcuni cittadini e del Comune di Praiano.
Daniele EspositoA quanto pare il comune di Positano è molto attento alle problematiche delle terrazze delle scuole, peccato che lo sia solo per faccende extrascolastiche!
L’associazione Macchia Mediterranea notando la poca compatibilità della struttura nel nostro paesaggio e della mancanza di verde sulle sue terrazze ha pensato di migliorarne l’aspetto e la vivibilità in modo anche utile per le pratiche didattiche degli alunni, volendo donare dei vasi in ceramica da mettere lungo i parapetti dove avrebbero piantato e coltivato tipiche piante della nostra macchia e che poi avrebbero potuto ammirare dai banchi delle loro aule.
Ma il progetto è stato bloccato con grande Nostra incredulità perché le terrazze non erano agibili a causa dei parapetti non a norma, e che quindi ai ragazzi non era consentito usufruirne!
Ora è già abbastanza assurdo e vergognoso che per rendere più vivibile e sano agli alunni il proprio istituto scolastico devono pensarci dei volontari, fra l’altro con i soldi di privati e di altri Comuni perché il Sindaco di Positano dice che il Comune non ha soldi per queste Nostre iniziative.
Ma se poi questo non è reso possibile perché un Comune non sa o sa ma non gli sono bastati così tanti anni per mettere a norma dei semplici parapetti negando a generazioni di alunni Positanesi di uscire sulle terrazze questo è veramente assurdo e inaccettabile, e a questo punto pare ovvio che se la cosa si risolverà e gli alunni di Positano avranno finalmente delle terrazze agibili e con del verde sarà solo grazie all’intervento dell’associazione Macchia Mediterranea e del contributo di alcuni cittadini e del Comune di Praiano.
Daniele Esposito