I No-Expo davanti agli ingressi. Striscione: “Il belpaese delle opportunità, un Expo di mafia cemento e precarietà”

0

Una manifestazione a sorpresa dei gruppi No-Expo è in corso davanti ai tornelli dell’ingresso Fiorenza, all’esterno dell’Expo di Milano. Giovani antagonisti del centro sociale Fornace e del Movimento No-Expo May Day (il corteo che si terrà oggi pomeriggio nel capoluogo lombardo) stanno manifestando pacificamente mostrando uno striscione sul quale compare la scritta “Il belpaese delle opportunità, un Expo di mafia cemento e precarietà”. Il gruppo, una trentina di persone, all’urlo “No Expo, no Expo”, è controllato a distanza dalle forze dell’ordine. Dopo avere brevemente manifestato per circa mezzora il gruppo di una trentina di antagonisti sono scesi in metropolitana seguiti da agenti della Polizia Locale in tenuta antisommossa. Qualche momento di tensione si è verificato solo ai tornelli, quando i ragazzi hanno preteso ed ottenuto di passare senza il controllo dei biglietti. 

Sala, speriamo proteste non rovinino la festa – Quello che il commissario unico di Expo, Giuseppe Sala, si aspetta per questa giornata inaugurale dell’Esposizione universale è che “la gente sia attratta dalla bellezza senza perdersi in piccoli dettagli, in poche cose da mettere in ordine”. Alla domanda se le proteste possano rovinare la festa ha risposto: “Speriamo di no. Prefettura e questura hanno fatto un lavoro straordinario. Prefetto e questore stanno facendo moltissimo”.

Pisapia, occasione che non dobbiamo sprecare – “Un’esplosione di capacità e potenzialità di Milano e del Paese”: così il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, vorrebbe che fosse la giornata inaugurale di Expo. “Vedo che c’è già fila – ha detto -. Questo è importante. Expo è un’occasione che non dobbiamo sprecare perché se lo facciamo non rilanciamo il Paese e non diamo una scossa alla lotta alla fame”. Il sindaco sta andando all’inaugurazione del padiglione della Cina e ha sottolineato che quella di oggi “è una giornata delicata per il corteo degli antagonisti previsto in città”. “Siamo tranquilli perché abbiamo fatto tutto il possibile”, ha detto spiegando che dopo l’inaugurazione “non resterò per il pranzo ufficiale nel sito di Expo” ma tornerà a palazzo Marino “per fare tutto il possibile perché oggi sia una giornata serena”.

Anonymous tenta di bloccare sito vendita biglietti – Nella notte il gruppo Anonymous ha tentato di bloccare il sito web di Expo per la vendita dei biglietti. Lo ha confermato la società Expo, precisando che l’attacco è durato pochi minuti e che la piattaforma di sicurezza “ha retto”. “Il sito di vendita on line funziona regolarmente” ha confermato Expo. (Ansa)

Una manifestazione a sorpresa dei gruppi No-Expo è in corso davanti ai tornelli dell'ingresso Fiorenza, all'esterno dell'Expo di Milano. Giovani antagonisti del centro sociale Fornace e del Movimento No-Expo May Day (il corteo che si terrà oggi pomeriggio nel capoluogo lombardo) stanno manifestando pacificamente mostrando uno striscione sul quale compare la scritta "Il belpaese delle opportunità, un Expo di mafia cemento e precarietà". Il gruppo, una trentina di persone, all'urlo "No Expo, no Expo", è controllato a distanza dalle forze dell'ordine. Dopo avere brevemente manifestato per circa mezzora il gruppo di una trentina di antagonisti sono scesi in metropolitana seguiti da agenti della Polizia Locale in tenuta antisommossa. Qualche momento di tensione si è verificato solo ai tornelli, quando i ragazzi hanno preteso ed ottenuto di passare senza il controllo dei biglietti. 

Sala, speriamo proteste non rovinino la festa – Quello che il commissario unico di Expo, Giuseppe Sala, si aspetta per questa giornata inaugurale dell'Esposizione universale è che "la gente sia attratta dalla bellezza senza perdersi in piccoli dettagli, in poche cose da mettere in ordine". Alla domanda se le proteste possano rovinare la festa ha risposto: "Speriamo di no. Prefettura e questura hanno fatto un lavoro straordinario. Prefetto e questore stanno facendo moltissimo".

Pisapia, occasione che non dobbiamo sprecare – "Un'esplosione di capacità e potenzialità di Milano e del Paese": così il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, vorrebbe che fosse la giornata inaugurale di Expo. "Vedo che c'è già fila – ha detto -. Questo è importante. Expo è un'occasione che non dobbiamo sprecare perché se lo facciamo non rilanciamo il Paese e non diamo una scossa alla lotta alla fame". Il sindaco sta andando all'inaugurazione del padiglione della Cina e ha sottolineato che quella di oggi "è una giornata delicata per il corteo degli antagonisti previsto in città". "Siamo tranquilli perché abbiamo fatto tutto il possibile", ha detto spiegando che dopo l'inaugurazione "non resterò per il pranzo ufficiale nel sito di Expo" ma tornerà a palazzo Marino "per fare tutto il possibile perché oggi sia una giornata serena".

Anonymous tenta di bloccare sito vendita biglietti – Nella notte il gruppo Anonymous ha tentato di bloccare il sito web di Expo per la vendita dei biglietti. Lo ha confermato la società Expo, precisando che l'attacco è durato pochi minuti e che la piattaforma di sicurezza "ha retto". "Il sito di vendita on line funziona regolarmente" ha confermato Expo. (Ansa)